Esame di maturità in India per il fuciliere di marina Salvatore Girone

Questa mattina la prima prova, in collegamento con un istituto di Bari. Un insegnante: "Preciso e scrupoloso"

Salvatore Girone è da due anni in India, trattenuto con il suo commilitone Massimiliano Latorre, accusato di avere ucciso due pescatori. I due uomini della Brigata Marina San Marco attendono ancora una soluzione per la loro vicenda. Nel frattempo uno dei due, Salvatore, è impegnato a distanza con la prima prova della maturità.

In contemporanea con gli studenti dell'Istituto tecnico-professionale Marconi di Bari - anche se geograficamente molto distante - Girone ha svolto questa mattina il primo scritto dell'esame. A sentire uno degli insegnanti dell'istituto, intervistato dall'Ansa quando il compito era ancora in corso, sta "andando molto bene".

Ai docenti del Marconi è stato chiesto di non parlare dell'esame. Soltanto un professore si è lasciato andare a qualche commento, parlando del fuciliere di marina come di uno studente "molto preciso e scrupoloso" che "si è impegnato moltissimo" anche nel seguire le lezioni.

A monitorare l'andamento della prova di Girone, che sta sostenendo gli esami insieme agli alunni della scuola serale, nel suo caso in collegamento internet con la scuola di Bari, non soltanto la commissione d'esame, ma anche l'ambasciata italiana. Quale prova abbia scelto, ancora non si sa.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/06/2014 - 14:56

Ci mancava questa perla... per non dire altro...

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/06/2014 - 14:58

Interessante: uno dei nostri eroi era in missione con la licenza media...

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 18/06/2014 - 15:08

Così li abbiamo sputtanati del tutto.

Raoul Pontalti

Mer, 18/06/2014 - 15:29

"molto preciso e scrupoloso"...scrupoloso come quando doveva discernere pescatorti indiani da pirati somali e preciso come quando doveva mirare in acqua e freddò un padre di famiglia su di una barca....

smalp77

Mer, 18/06/2014 - 15:30

Certi commenti lasciano allibiti: cosa c'è che non va nell'impiegare il proprio tempo studiando, essendo costretti a non compiere il proprio lavoro, e che c'è di male a pubblicare la notizia?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/06/2014 - 16:09

Ma non ha maturato troppe assenze?

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/06/2014 - 16:21

smalp77: la notizia invece è sconcertante. Stiamo parlando di nostri concittadini mandati all'estero dallo Stato a svogere mansioni molto delicate, che ci costano un sacco di soldi e che fruttano a loro un sacco di soldi. Per me queste missioni non dovrebbero esistere, le annullerei tutte per manifesta inutilità e palese spreco di denaro pubblico. Figurati come sono contento nello scoprire che ci mandiamo gente con la licenza media invece di gente realmente qualificata. Ma che selezioni fanno in Marina? Siamo sicuri delle competenze, anche linguistiche, di gente con la terza media? Possibile che per andare a guadagnare i nostri soldi, e tanti, all'estero bastino solo un po' di addestramento, qualche muscolo e una bella raccomandazione? Siamo sicuri che questa carenza di titoli di sudio (cioè di cultura) non abbia influito nell'incresciosa vicenda?

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/06/2014 - 16:22

smalp77: la notizia invece è sconcertante. Stiamo parlando di nostri concittadini mandati all'estero dallo Stato a svogere mansioni molto delicate, che ci costano un sacco di soldi e che fruttano a loro un sacco di soldi. Per me queste missioni non dovrebbero esistere, le annullerei tutte per manifesta inutilità e palese spreco di denaro pubblico. Figurati come sono contento nello scoprire che ci mandiamo gente con la licenza media invece di gente realmente qualificata. Ma che selezioni fanno in Marina? Siamo sicuri delle competenze, anche linguistiche, di gente con la terza media? Possibile che per andare a guadagnare i nostri soldi, e tanti, all'estero bastino solo un po' di addestramento, qualche muscolo e una bella raccomandazione? Siamo sicuri che questa carenza di titoli di studio (cioè di cultura) non abbia influito nell'incresciosa vicenda?

External

Mer, 18/06/2014 - 16:45

cangrande17: ma mollala li. Sono più tranquillo ad avere un soldato armato con la terza media, che un autista quasi laureato dedito alla grappa. PS ma dall'alto di quale titolo scolastico o accademico stai sentenziando?

Efesto

Mer, 18/06/2014 - 16:49

gzorzi, cangrande 17, Ubidoc. Raoul Pontalti. Dimostrate tutti una capacità da minus sapiens confondendo cultura con istruzione, accettando per verità le barbare inchieste fatte sui marò. Dovreste essere tutti censurati per pericolosità mentale!

Ritratto di Andrea S

Andrea S

Mer, 18/06/2014 - 16:52

Secondo voi il valore di un uomo si misura dal grado di istruzione? la maggior parte di gente che ha rovinato l'Italia è laureato eppure... Salvatore Girone è un esempio di fedeltà alla patria, di onore e di valore, sta rappresentando la nazione meglio di tanti altri nostri connazionali laureati. Girone sa fare il soldato senza bisogno di avere la licenza media, voi che avete scritto contro,siete sicuri che sareste capaci di fare quello che fa il nostro fuciliere nonostante possediate un titolo di studio? e prima di giudicarli aspettate la sentenza di un vero tribunale. Onore a Girone! @Raoul Pontalti, lei era sulla nave per sapere come sono andate le cose oppure emette sentenze tanto per il gusto di sparare fesserie?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 18/06/2014 - 17:04

#Raoul Pontalti. Ti credevo intento a documentarti sulla Taq polimerasi... (Ne va della Tua riconferma alla direzione di qualche istituto scientifico tridentino)...Ed invece non hai saputo, ancora una volta, sottrarti all'insostenibile fascino della battuta abelinata.

varv

Mer, 18/06/2014 - 17:05

ALL'EPOCA NON ERA NECESSARIA AVERE LA MATURITA' PER ENTRARE NELLE FORZE ARMATE IN QUANTO VI ERA LA LEVA OBBLIGATORIA, AVETE VISTO L' HANNO DI NASCITA DI GIRONE E PER RISPONDERE A QUEL DEFICIENTE CHE PENSA CHE I LAUREATI O MATURI FANNO MEGLIO BASTA CHE SI GIRI INTORNO E TROVA LA RISPOSTA, IN ITALIA SOPRATTUTTO

LucaR.

Mer, 18/06/2014 - 17:18

ma che commenti scemi: doveva avere la laurea per andare in missione? mica era il comandante della nave... ed ha fatto benissimo a sfruttare bene il tempo a disposizione. Tanto di cappello rispetto a molti nullafacenti !

gneo58

Mer, 18/06/2014 - 17:18

azz........non finiro' mai di stupirmi, quando ho fatto il militare io alcuni commilitoni hanno fatto "il corso" e l'esame per la licenza media, ma si trattava di commilitoni del sud ed era quasi 40 anni fa - pensavo che nel frattempo qualcosa fosse cambiato e che minimo minimo uno staccio di diploma lo avessero piu' o meno tutti - cosi' pare non sia......(e' triste)

gneo58

Mer, 18/06/2014 - 17:22

per external - non deve prendersela con casagrande17 - che tutto sommato ha ragione - temo che sia lei che non capisce molto - come diceva mio nonno : un ignorante non e' capace nemmeno di dare una mano di bianco ad un muro (ed aveva ragione) ! - dunque, sentiamo lei invece da che pulpito predica, coraggio, ce lo dica.

Tino Gianbattis...

Mer, 18/06/2014 - 17:28

Complimenti Salvatore in bocca al lupo! Un bellissimo modo per recuperare il tempo perso...,vi aspettiamo presto a casa... P.S. non fate caso a certi commenti la mamma dei deficienti è sempre incinta

Ritratto di Aulin

Aulin

Mer, 18/06/2014 - 17:29

Ai commentatori del PD: infatti è noto che prendere un diploma nelle scuole italiane sviluppa la capacità di colpire bersagli mobili a 10 km con la pistola ad acqua rendendoli inerti e di sinistra, pronti a votare PD. Appena presa la laurea i laureati invece sviluppano capacità di vista notturna utilissima in combattimento. I laureati con lode possono camminare sull'acqua e volare senza nessun supporto. Il master permette di uccidere bersagli umani col pensiero.

michele lascaro

Mer, 18/06/2014 - 17:35

A parte l'augurio al fiero Girone di superare l'esame, riprendo quello che ha scritto un lettore sul Giornale cartaceo odierno (lettere al direttore): Perché il governo italiano non ha concesso il passaporto diplomatico ai due marinai?

gianrico45

Mer, 18/06/2014 - 17:48

A questi scemi che se la prendono con i marò,auguro un giorno di dover avere bisogno di aiuto e di non trovarlo.

Raoul Pontalti

Mer, 18/06/2014 - 17:59

Andre S ed Efesto (attento alle corna che sistematicamente Ti fa la consorte Afrodite...): non c'ero sulla nave, ma nemmeno voi...io mi baso sulle dichiarazioni rese per iscritto da Latorre che affermò di avere visto "imbarcazione di piccole dimensioni" individuata a "prora dritta" e "con rotta a puntare" e pertanto fu deciso di effettuare duplice "raffica di avVertimento" con finale "fuoco di sbarramento" (ossia il peschereccio veniva da destra e anziché ricevere la precedenza come impone il codice della navigazione sul punto coincidente con il nostro codice della strada ricevette una triplice scarica di mitraglia dalLA coppia di Rambo del Salento (lesto di mano e di comprendonio lento)). Ora sulla base delle loro stesse affermazioni è facile arguire che i deficienti che mandiamo per mare (ufficiali della Enrica Lexie compresi, che sono diplomati e anche laureati alcuni) non si sono peritati di guardare bene con chi avessero a che fare, posto che erano davanti all'India non davanti alla Somalia, non hanno chiesto via radio se per cortesia si spostassero i cenciosi dalLa pelle scura sopra una bagnarola per dare acqua alla petroliera, non hanno, una volta immaginato da allucinati che era in corso un attacco piratesco da parte di una barchetta che navigava a sei nodi contro una nave con murate alte 14 metri che navigava a 13 nodi, instaurato le procedure previste in tali casi e che consistono nell'attivare le difese passive (cambio di rotta, rotta a zig-zag, aumento della velocità, attivazione delle sirene e di tutto ciò che fa baccano campane comprese, etc.) ma si misero a sparare come nelle scene dei film western. Ciò che io affermo è quanto i deficienti stessi hanno affermato nero su bianco. Poi successe che i superstiti della bagnarola, così pare, chiamassero le autorità indiane le quali chieserero via radio chi avesse sparato (domanda che in caso di applicazione seria, quindi non italiana, delle norme antipirateria non avrebbe avuto senso, posto che di dice di avere sparato ai pirati i quali poi se ne sono andati per i fatti loro deve avvertire le autorità del paese più vicino che provveda a mettere il sale sulla coda a quei delinquenti) e la sventurata rispose...Giunto poi l'invito perentorio a rientrae a Kochi il comandante della sventurata nave con a bordo gli sciagurati che scambiano la realtà del mare con i romanzi di Salgari non poté fare altro che obbedire e i due poi furono fatti scendere e accusati di duplice omicidio, tentato omicidio plurimo, etc. Si sono inventati tutto gli Indiani? Quien sabe...Rimane un fatto molto sintomatico: le autorità italiane si incaponiscono con l'immunità funzionale dei militari e la rivendicazione della giurisdizione, ossia con tutto ciò che tende ad evitare il processo, mentre si guardano bene dal processo, dove potrebbero produrre la regina delle prove scagionanti: la foto dell'imbarcazione effettivamente incrociata e intimidita a mitragliate che è in possesso della nostra Marina militare e allegata anche al rapporto per il ministro dell'ammiraglio Piroli che seguì il caso in India effetuando anche la controperizia sullo scafo del peschereccio indiano. E allora per fare due più due non serve andare a raccogliere prima due sassi, poi altri due e infine guardare l'insieme dei sassi e ragionarvi sopra....e quindi non serve essere stati su quella nave e in quel momento per concludere in quel frangente si verificò una serie di corbellerie i cui autori non sono solo i due che contano le mosche all'ambasciata e fanno esami di maturità via Skype.

Raoul Pontalti

Mer, 18/06/2014 - 18:08

per michele lascaro: il passaporto diplomatico non conferisce immunità diplomatica, la quale viene conferita con l'accreditamento da parte dello Stato accreditatario e vale solo per quello Stato. Senza contare che un diplomatico con la terza media e l'italiano incerto (dell'inglese non parliamo nemmeno...) non depone favorevolmente per lo Stato accreditante...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 18/06/2014 - 18:23

Certi commenti mi lasciano sbalordito! Per fare il soldato occorre per legge solo la scuola dell'obbligo e Salvatore Girone va rispettato perchè sicuramente ha dovuto superare dei corsi di formazione e di addestramento, ed ora va ancora di più ammirato, perchè nonostante sia privato della propria libertà, si impegna per raggiungere altri traguardi invece di sprecare il suo tempo a girarsi i pollici o a cazzeggiare con il computer come facciamo noi in questo momento!

Cristina Ulcigrai

Mer, 18/06/2014 - 18:39

Auguri per la maturità e per la soluzione della vicenda.Ciao Cristina.

max.cerri.79

Mer, 18/06/2014 - 19:35

La cultura è sopravvalutata per certe mansioni... non credo che per saper fare il militare serva sapere la divina commedia, men che meno il latino o la storia... qual'è il problema se ha la terza media? Adesso per spazzare le strade serve il diploma...

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 18/06/2014 - 20:17

Se l'esame di maturità l'avessero superato i tre governi di re giorgio, e lui per primo, forse non ci ritroveremmo i Marò sequestrati!

External

Mer, 18/06/2014 - 23:24

@gneo58: più che gneo, gnurant e disattento, il nick suo pupillo è cangrande17 non casagrande17.... Mi posso esimere dal declinare i miei titoli in quanto non rientro tra i "criticoni a prescindere" come lei ed il resto della banda. Suo nonno aveva ragione, probabilmente pensava al proprio nipote.