La compagna di Latorre: "Il peso dell'ingiustizia si fa insopportabile"

La compagna del marò ricorda le sofferenze dei marò nella "quarta festa delle forze armate che si festeggia sotto il segno dell'ingiustizia"

Un'altro sfogo, l'ennesimo, della famiglia di Massimiliano Latorre. L'ennesimo appello nel giorno della festa delle forze armate: i nostri soldati vengono celebrati dallo stato ma la vicenda dei due Marò, Latorre e Girone, illegittimamente detenuti in India continua a rimanere irrisolta.

A lasciare il suo pensiero ai social network è la moglie di Latorre. "Oggi si celebra un altra festa delle forze armate e dell'unità nazionale - scrive sui social Paola Latorre - la quarta che cade sotto il segno di un'ingiustizia ancora pendente sulle spalle di due funzionari dello stato italiano, due uomini, due militari specializzati. Di sicuro oggi sarà nuovamente ricordata questa situazione ancora irrisolta, gli auspici di risoluzione, i passi mossi al fine di addivenire alla risoluzione rimarcando difficoltà ed errori passati". Poi uno sfogo amaro: "Ma ci si è mai chiesti come si vive da quasi 4 anni in una situazione di privazione della libertà senza che nemmeno un capo di imputazione sia stato espresso? Ci si è mai chiesti come si affronta ogni giornata sapendo che nulla cambierà e mantenendo intatti dignità e compostezza, tra alti e bassi, malattie e malesseri e tutti i problemi da cui la vita non preserva?".

Molti italiani se lo sono chiesto, ma i governi che si sono susseguiti non sono riusciti a porre fine ad una vicenda grottesca. "Sicuramente questo é un "unicum giuridico" - aggiunge la Latorre - domani ne parleranno i libri di storia ed i trattati di diritto internazionale ma oggi, questi anni ingiustamente sottratti schiacciano inesorabilmente con il loro peso, un peso che grava sempre di più sino a diventare insopportabile. Di certo si deve essere orgogliosi di due militari che riescono così degnamente a sopportare una situazione così terribilmente incerta".

Infine il pensiero rivolto alle forze armate: "Auguri a tutti i militari italiani che tra tante difficoltà ogni giorno pongono la loro vita e la loro professionalità a servizio di noi tutti. Auguri anche a colori che tra noi italiani credono in valori quali "unità nazionale" ed in questi lunghi anni hanno dimostrato quanto la stessa non sia meramente utopica ma una degna realtà!"

Commenti

frabelli1

Mer, 04/11/2015 - 14:04

È vergognoso che i nostri Marò siano ancora in mano dd una nazione che ci sta prendendo in giro. È vergognoso che due servitori del nostro stato vengano dimenticati e non si facciano veri sforzi per riportarli in patria definitivamente. Sveglia!!!!

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 04/11/2015 - 14:06

C'è POCO da festeggiare quando i MASSIMI ESPONENTI DELLO STATO consegnano deliberatamente DUE SERVITORI DELLO STATO in mano di altro Paese senza uno stralcio di accusa e PROVE. Se a questo aggiungiamo i 4 anni di vita persi dietro un processo rimandato.....beh.....c'è veramente poco da FESTEGGIARE. Il suo DOLORE è più che comprensibile ma sembra che interessi a pochi. Sono più importanti le "risorse". DUE SOLDATI NON portano tanti VOTI ma........MOLTI ITALIANI NON DIMENTICANO!!!

vince50

Mer, 04/11/2015 - 15:28

Vergognoso e indecente capisco,però mi dispiace ma i marò devono pazientare.Troppe cose da gestire non c'è tempo,recupero e accoglienza degli immigrati è molto impegnativo.Senza contare che sono risorse per il futuro potere rosso,quindi cari marò dovete pazientare.

Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 04/11/2015 - 15:33

Abbiamo 2 4 novembre, il 1° fatto da ruffiani e falliti... Boldrini &C (stato maggiore compreso ) il 2° 4 nov di tristezza e vergogna per due servitori dello Stato abbandonati da un non governo

magilla967

Mer, 04/11/2015 - 15:39

A dire il vero devo ancora capire se sono due assassini o due soldati che hanno agito all'interno delle regole d'ingaggio loro consentite. Una volta chiarito ciò prenderò posizione.

Tuthankamon

Mer, 04/11/2015 - 15:41

Il senso del ridicolo e del tollerabile sono stati superati da molto. I nostri militari sono ostaggi di governi non eletti, Monti, Letta e Renzi.

ilbelga

Mer, 04/11/2015 - 16:42

ma se dopo tre anni non sono stati ancora condannati, è chiaro che ci stanno prendendo per il culo. più che festeggiare le forze armate dichiarerei "lutto cittadino" in tutta italia.

ilbelga

Mer, 04/11/2015 - 17:05

monti: grande politico, vedi i marò

gneo58

Mer, 04/11/2015 - 17:28

per MAGILLA967 - scusi, ma se a 45 anni ! non c'è ancora "arrivato" di suo lasci perdere !

eloi

Mer, 04/11/2015 - 17:53

Se fossero stati Israeliani il governo di Tel Aviv li avrebbe riportati a casa nel breve giro di un mese.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 04/11/2015 - 17:54

Provate ad immaginare cosa sarebbe successo se i due Marò, invece di essere Italiani, fossero stati Russi, Inglesi o Americani. Provate così tanto per fare.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 04/11/2015 - 17:56

...oppure provate ad immaginare cosa sarebbe successo se i due Marò fossero stati Israeliani.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 04/11/2015 - 17:57

Ma i nostri pagliacci istituzionali cosa stanno facendo per liberare i nostri due Marò?

Giorgio Mandozzi

Mer, 04/11/2015 - 18:20

Di che si lamentano i famigliari dei marò? Ogni anno hanno le parole consolatorie dei nostri fantasmagorici presidenti della repubblica, che fanno anche lq faccia triste di circostanza. Volere a casa quegli "sciocchi" servitori di questo stato vile e codardo sarebbe troppo. Accontentatevi. E, tranquilli, il prossimo anno diranno ancore le stesse parole! W gli italiani, quelli veri!

Ritratto di fortezza

fortezza

Mer, 04/11/2015 - 19:00

Non si preoccupi signora. il signor Mattarella - che si dice capo dello stato italiano - è interessato al caso dei Marò. Certamente, stando comodo al Quirinale, non risolverà nulla, un poco meglio di napolitano che li respedì indietro, quando gli indiani ce li mandarano con la speranza che qui rimanesso, per poter chiudere il casino che quello stupido di comandante della nave avava combinato ritornando in India.

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Mer, 04/11/2015 - 19:15

E' questa è l'itaglia signori! Mi dispiace per i molti Militari Meridionali che credono di servire una nazione invece vengono sfruttati da uno staterello! l'unico corpo con la divisa (militare è dire troppo) di cui è degno questo staterello itagliano sono i bersaglieri di cui la brigantessa Angelina Romano di anni 9 ricorda sulla sua pelle!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 04/11/2015 - 19:55

Come possono, Polizia, Esercito, Aeromautica Militare e Marina, avere ancora FIDUCIA IN QUESTO INFAME GOVERNO, che pensa solamente per gli ZINGARI, per i MIGRANTI, per i NO-TAV e per la DELINQUENZA? Quando i MARÒ vengono dimenticati e la popolazione scappa dall`Italia per non essere ridotta in miseria!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 05/11/2015 - 00:47

Oggi il capo dello stato signor Mattarella ha ricordato i Marò nel suo discorso. È TUTTO QUELLO CHE SA FARE COME IL SUO PREDECESSORE COMUNISTA. CHIACCHIERE MA NIENTE FATTI. Passata la giornata delle Forze Armate ci ha fatto sapere che le FF AA servono a proteggere il paese e che i due Marò sono ancora sequestrati in India. DISCORSO DI UNA PROFONDITÀ E ACUME ABISSALI.