Marocco, si baciano sul balcone. Ragazze rischiano 3 anni di cella

Le due minorenni di Marrakech arrestate per essersi scambiate un bacio sono state rilasciate oggi dalla prigione di Boulamehraz, dove erano state trasferite dopo l'arresto, avvenuto qualche giorno fa in seguito alla segnalazione di un familiare

Le due minorenni di Marrakech arrestate per essersi scambiate un bacio sono state rilasciate oggi dalla prigione di Boulamehraz, dove erano state trasferite dopo l'arresto, avvenuto qualche giorno fa in seguito alla segnalazione di un familiare. Ora in libertà provvisoria, le due adolescenti di 16 e 17 anni, compariranno domani davanti al giudice di prima istanza del tribunale di Marrakech. Lo ha annunciato l'Unione Femministe Libere (Ufl) in un comunicato. Le ragazze - secondo quanto raccontato da Omar Arbib della sezione locale dell'Associazione marocchina dei diritti umani a Marrakech (Amdh) - sarebbero state sorprese mentre si baciavano sul terrazzo di casa di una delle due, dal cugino della più piccola, che le avrebbe fotografate per poi mostrare lo scatto alla mamma dell'adolescente.

La donna avrebbe quindi denunciato tutto alla polizia. I fatti risalirebbero al 27 ottobre. L'omosessualità in Marocco è considerata un reato. In base all'articolo 489 del codice penale marocchino sono vietati "gli atti osceni o contro natura con una persona dello stesso sesso". La condanna prevista va dai sei mesi ai tre anni di carcere. Un articolo di cui i militanti dell'Amdh e dell'Ufl chiedono l'abolizione.