Martina Franca, "il lavoro rende liberi": la frase dei lager per festeggiare il Primo Maggio

Clamoroso errore del Comune che si scusa

Primo Maggio choc a Martina Franca, in provincia di Taranto. Il Comune ha rimosso in tutta fretta una decina di manifesti affissi sui muri della cittadina pugliese per celebrare la festa dei lavoratori.

Motivo: la frase che l'amministrazione comunale aveva scelto in occasione della ricorrenza. "Il lavoro rende liberi" sembrava un importante (e innocente) richiamo ai principi fondamentali della democrazia.

Peccato, però, che la stessa frase, in tedesco (Arbeit macht frei) campeggiava sui cancelli di ferro all'ingresso dei campi di concentramento nazisti rappresentando non un valore, ma il principio dell'annientamento dei prigionieri.

Il Comune di Martina Franca si è reso conto della gaffe solo dopo la "rivolta" sui social network da parte dei cittadini.

Da segnalare il commento dello scrittore martinese Donato Carrisi: "Ditemi che è un fake".

L'Amministrazione civica si è scusata sottolineando come, ovviamente, non fosse sua intenzione accostare la frase dei lager con la festa del lavoro.
A discolpa c'è da dire che il manifesto conteneva anche le parole della articolo 36 della Costituzione con le quali si tutela la libertà e la dignità dei lavoratori richiamando la necessità dell'occupazione per tutti.

Commenti

cir

Ven, 03/05/2019 - 11:28

il lavoro rende liberi , come dire il lavoro nobilita . Dove sta il delitto??

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 03/05/2019 - 11:31

ho già letto questa frase in altro luogo e in tedesco "ARBEIT MACHT FREI"

Giorgio5819

Ven, 03/05/2019 - 11:34

La solita abissale ignoranza di certi auto referenziati....

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 03/05/2019 - 11:40

Spettacolare : penso possa concorrere al premio "granchio dell'anno" (o "cantonata dell'anno") 2019...

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 03/05/2019 - 12:11

dei piccoli geni ...

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 03/05/2019 - 12:13

Ma di che stiamo parlando? Allora i Marines USA non dovrebbero più utilizzare il loro motto "Semper fidelis" (sempre fedele) perché somiglia a quello dei nazisti "Il mio nome si chiama fedeltà"? Che il lavoro rendere liberi è una verità sacrosanta, che venisse usato, per scherno sui cancelli dei lager, è altra cosa.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Ven, 03/05/2019 - 12:24

@cir Perfettamente d'accordo, non si capisce perché una frase chiara e perfettamente condivisibile scateni una polemica. Sarebbe da condannare se venisse utilizzata per sfregio come fatto dai nazisti, ma non mi sembra questo il caso. Esattamente come per il saluto romano, utilizzato anche dal fascismo, ma romano appunto. Il vero grande problema è l'abissale ignoranza degli antifascisti: i nazisti d'oggi.

acam

Ven, 03/05/2019 - 12:36

quando si dice l'ignoranza. eppure i comunisti insgnano politica nelle scuole...

pippox

Ven, 03/05/2019 - 12:43

@JSBSW67: se un frase, un gesto o un simbolo sono presi a prestito da una persona, ideologia o partito non e' piu' possibile dire "ma prima lo usavano altri" perche' saranno indissolubilmente legati a chi ne ha fatto una bandiera.... oppure pensi che i nostalgici di predappio stessero salutando l' imperatore romano durante le celebrazioni per la morte del duce??? O i naziskin inneggino agli etruschi quando usano la svastica nei loro vessilli?? Anche i comunisti non penso che pensino alle corporazioni artigianali del medioevo nelle loro bandiere...

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 03/05/2019 - 12:56

bhè,visto il tasso di disoccupazione,non credo che corrano il pericolo di "essere liberi con il lavoro"!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 03/05/2019 - 13:07

a qualche anima belle di sinistra che ha commentato gli vorrei chiedere se quel cartello lo avrebbe attaccato uno di destra, cosa sarebbe successo?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Ven, 03/05/2019 - 14:49

@pippox Rimango della mia opinione, per essere coerenti col suo ragionamento dopo che i terroristi islamici hanno usato auto ed autocarri per compiere vili attentati dovrebbe smettere di utilizzarli.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 03/05/2019 - 14:53

@ giovinap 13:07 --- "cosa sarebbe successo, se quel cartello lo avesse attaccato uno di destra?" Facile da immaginare; meglio non pensarci... i sinistri sono sempre molto bravi ad attaccare le pecche altrui, e a disconoscere le pecche proprie...

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 03/05/2019 - 14:55

L'errore non è nel testo, ma nel colore di fondo, che sarebbe dovuto essere rosso.

ESILIATO

Ven, 03/05/2019 - 15:02

Basta con questi falsi sensi di colpa "il lavoro rende liberi" appartiene all'imanita come dichiarazione generica. Se volete abbinarla ad altre circostanze siete liberi di farlo quando volete.

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 03/05/2019 - 16:02

Siamo all'indignazione perpetua, gli indignati perpetui hanno anche il cervello rosso, non bianco.