Trovati i corpi dei due cavatori morti nel crollo della cava a Massa Carrara

I due cadaveri erano sepolti dai detriti. Il sindaco della città: "Non possiamo più guardare il cielo e allargare le braccia"

Le ricerche dei vigili del fuoco si sono concluse intorno alle 8.30 di questa mattina, quando i soccorritori hanno trovato anche il corpo del secondo cavatore rimasto intrappolato sotto i detriti a Carrara, dove ieri è franato il costolone della cava Antonioli.

Il corpo di un primo operaio era già affiorato alle 6.20, dopo un'intera notte di lavoro durante la quale sono rimaste all'opera squadre arrivate da tutta la Toscana. In totale una quarantina gli uomini impegnati nelle ricerche nel bacino di Colonnata.

"Siamo sotto choc e addolorati quando succedono queste tragedie sul lavoro - ha detto ieri sera il sindaco di Massa, Alessandro Volpi -. Ogni volta però non mi stanco di dire che non possiamo andare avanti così. Non possiamo più guardare il cielo e allargare le braccia con rassegnazione quando il monte miete delle vittime. Non possiamo far passare l'idea che la lavorazione al monte sia lasciata senza regole".