Matrimoni finti per ottenere permessi di soggiorno

Blitz del Ros di Cosenza. 9 gli indagati

Matrimoni finti per riuscire a ottenere permessi di soggiorno. I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Cosenza hanno eseguito un provvedimento cautelare, disposto dalla Procura di Cosenza, nei confronti di tre persone. Inoltre sono state eseguite perquisizioni domiciliari nei verso altre sei persone. L’accusa per tutti gli indagati è quella di favoreggiamento di permanenza illegale di stranieri nel nostro paese. Tutto è partito da controlli a cittadini marocchini sospettati di attività terroristiche. Invece l’indagine ha portato a scoprire un gruppo composto da italiani e marocchini. Gli italiani, dietro un compenso che poteva variare da un minimo di 4mila a un massimo di 7mila euro, si occupavano di pianificare matrimoni falsi tra connazionali ed extracomunitari. In tal modo gli stranieri acquisivano il diritto ad avere un permesso di soggiorno provvisorio e alla documentazione necessaria per vivere in Italia.

Come detto in precedenza, inizialmente le indagini sono partite per scovare una presunta cellula terroristica, dopo che un cittadino marocchino aveva parlato di possibili futuri attentati in Europa. I carabinieri sono riusciti a individuare 27 persone coinvolte in falsi matrimoni stipulati tra luglio 2015 e giugno 2018 tra italiani e marocchini. Un cosentino sarebbe a capo del gruppetto di italiani (sei in tutto) che avevano come compito quello di individuare stranieri bisognosi di permessi di soggiorno. Oltre all’assistenza logistica, il gruppo si occupava anche di organizzare il matrimonio e garantire agli extracomunitari tutti i vantaggi da questo derivanti. Tutto per la modica cifra di 4/7mila euro a matrimonio. Un lavoro che iniziava prima dell’unione tra le due parti e terminava successivamente, dopo aver aiutato gli extracomunitari ad avere il permesso di soggiorno, i documenti di identità necessari per vivere sul territorio italiano e una patente di guida valida nella Comunità Europea. In totale sarebbero 7 i matrimoni risultati falsi.

Commenti

maricap

Lun, 22/10/2018 - 14:56

Bisogna aggiungere un articolo al codice penale. " Attività antiitaliane. Pena prevista a partire da venti anni.

maricap

Lun, 22/10/2018 - 14:58

Al codice penale, va aggiunto un nuovo articolo. " Attività anti italiane" Pena prevista, a partire dai vent'anni.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Lun, 22/10/2018 - 18:11

Vietare matrimoni tra italiani e exstracomunitari ....per almeno un secolo!

Divoll

Lun, 22/10/2018 - 18:26

Mriterebbero il ritiro della cittaninanza e l'espulsione anche gli italiani mercenari che si sono prestati a questi raggiri.

mariod6

Lun, 22/10/2018 - 18:41

Di cosa ci si deve meravigliare quando un sindaco si permette di commettere gli stessi reati e viene rimesso in circolazione permettendogli anche di rilasciare interviste e fare interventi alla televisione pubblica propagandando la prosecuzione dell'azione criminale ??? Inutile rimarcare che il soccorso rosso funzione alla grande !!!!

Giorgio5819

Lun, 22/10/2018 - 18:49

maricap, azz! Sparirebbero tutti i comunisti !!.... bisognerebbe costruire una città carcere. (non male come idea).

venco

Lun, 22/10/2018 - 20:21

Il solito meridione.