Mazara del Vallo, 55 coltellate alla moglie e poi si lancia dal cavalcavia: fermato 43enne, la donna è grave

Accoltella la moglie con 55 coltellate e poi si lancia da un cavalcavia. E' accaduto a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, dove i carabinieri hanno fermato un disoccupato di 43 anni con l'accusa di tentato omicidio

Quando gli operatori del 118 sono arrivati in un appartamento di Mazara del Vallo, nel trapanese, hanno trovato una scena raccapricciante. Una donna esanime in un lago di sangue, ferita in più punti e in pericolo di vita. Il trasporto in ambulanza è stato delicatissimo a causa delle ferite riportate dalla donna. Il suo aggressore in un raptus di follia le ha sferrato 55 coltellate tra l'addome, i polmoni, il collo e la giugulare.

I carabinieri della sezione radiomobile di Mazara del Vallo hanno iniziato le indagini partendo proprio dal compagno della donna. L'uomo sembrava essere scomparso nel nulla, dopo un'animata lite con la donna, aveva fatto perdere le proprie tracce. Subito dopo l'aggressione, aveva chiamato la sorella dicendole che aveva ucciso la moglie. Poi era scappato da casa. Una folle corsa in autostrada, rintracciato sulla A29 Palermo-Mazara del Vallo, è stato ritrovato nei pressi di un cavalcavia. La sua auto era sul ciglio della strada con le luci di posizioni accese. A bordo non c'era nessuno. L'uomo, infatti, pochi minuti prima si era lanciato nel vuoto da un'altezza di dieci metri. Quando i militari lo hanno ritrovato era ancora vivo ma con diverse fratture alle gambe.

L'aggressore è stato fermato e adesso si trova ricoverato all'ospedale civile di Mazara del Vallo per le fratture riportate nel tentativo di fuga, mentre rimangono gravissime le condizioni della moglie, trasferita d’urgenza in prognosi riservata all’ospedale Civico di Palermo. I medici stanno provando a salvarle la vita, è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico nel tentativo di ricostruire la giugulare gravemente lesionata dalla lama del coltello