Meghan Linsey morsa da un ragno violino: "Sono contenta di essere viva"

La cantante ha voluto condividere la sua storia con il pubblico per dare la forza a chi come lei sta attraversando un momento difficile. Meghan è stata morsa dal ragno durante la notte e dopo pochi giorni ha visto la sua pelle andare in decomposizione

La cantante americana Meghan Linsey è stata morsa da un ragno violino e sui social ha deciso di raccontare il suo dramma.

"Sono solo contenta di essere ancora viva. Dopo essere stata morsa dal ragno ogni giorno avevo qualcosa di nuovo. Stavo malissimo nonostante gli antibiotici. È durato tutto nove giorni, poi è iniziata la necrosi del volto", dice così la cantante al tabloid People.

Meghan è stata morsa dal ragno violino, uno dei ragni più velenosi negli Stati Uniti. Il morso le ha causato diversi problemi: dal buco sul viso che è andato in necrosi provocandole una vistosa cicatrice, a sintomi corporei come spasmi muscolari e dolore acuto ai nervi facciali.

La cantante ha spiegato di essersi svegliata una mattina sentendosi un pezzo di viso intorpidito. Sulla sua mano destra ha subito notato un ragno morente, evidentemente l’aveva morsa nel sonno e lei in maniera automatica lo aveva schiacciato. Meghan si è subito andata a disinfettare, ma mai si sarebbe immaginata di finire in questo calvario.

La pelle intorno al morso del ragno, infatti, ha iniziato a decomporsi e ha dovuto rivolgersi a uno specialista: dopo un trattamento sperimentale in camera iperbarica è migliorata. Meghan ha ancora una grossa cicatrice sul viso e solo un intervento chirurgico potrà eliminare definitivamente quel segno indelebile. La cantante, nonostante tutto, ha avuto la forza di raccontare la sua storia prima sui social e poi alla stampa perché "so che altre persone hanno avuto il mio stesso problema e non devono avere vergogna nel mostrare le cicatrici".

Cos'è il ragno violino?

Il ragno violino è una specie velenosa presente in Usa, ma anche in Italia. La sua puntura ha conseguenze drammatiche in soggetti predisposti (un terzo dei casi, ndr). Il morso non è doloroso e quindi ci si accorge di essere stati punti sono dopo aver accusato i primi sintomi: l’eritema si espande, il dolore aumenta fino a essere molto forte e la parte colpita si gonfia per l’edema. Dopo qualche giorno la zona comincia a lesionarsi perché i tessuti stanno morendo e iniziano a manifestarsi: nausea, vomito, brividi, febbre, dolori muscolari, rash cutaneo generalizzato.

Questo ragno è originario del bacino del Mediterraneo, in Italia è presente lungo le coste, in Sicilia e Sardegna.

Day 25- Brown Recluse Spider Bite. Good news- All of the black (dead tissue) is GONE! Super excited about this!

Un post condiviso da Meghan Linsey (@meghanlinsey) in data: