Melbourne, dieci anni per la prof pugliese trovata con la cocaina

La donna, originaria di Fasano, in provincia di Bari, è stata fermata nel febbraio 2017 nell'aeroporto australiano con la droga in valigia

È stata condannata a dieci anni di reclusione Elisa Salatino, la professoressa originaria di Fasano dell'istituto Marconi di Bari fermata dagli agenti della polizia di frontiera il 13 febbraio del 2017 nell'aeroporto di Melbourne, in Australia, con cinque chili di cocaina nascosti in valigia. L'accusa era di "importazione e possesso di una quantità commerciabile di una sostanza stupefacente soggetta a controlli al confine", come riportato dal Giornale.it.

La donna, ora 40enne, dovrà scontare sei anni in carcere e altri quattro con pena sospesa per importazione di sostanze proibite. Il giudice, come si legge sulla Gazzetta del Mezzogiorno, ha riconosciuto delle attenuanti che hanno consentito di non infliggere l'ergastolo alla docente pugliese, come si temeva. Pare che la giovane donna sia stata considerata "incosciente".
Stando alle dichiarazioni di Salatino, pare che il viaggio nel nuovissimo continente le sia stato regalato da un amico e, in modo ingenuo, ha fatto da corriere.

Commenti

venco

Ven, 31/08/2018 - 14:24

Magistratura australiana mooolto meglio della nostra.