Mercatini della "monnezza" a Napoli: la polizia li sgombera, ma gli abusivi tornano dopo 10 minuti

I poliziotti sono intervenuti in via Alessandro Poerio intorno alle 14. Hanno fatto sgomberare gli abusivi, che sono ricomparsi dopo 10 minuti.

La statua di Garibaldi svetta sull’omonima piazza. Sotto, i mercanti della “monnezza” non smettono di andare avanti e indietro con carrettini carichi di mercanzia raccattata dai rifiuti. Sono alla ricerca continua di un marciapiede dove esporre quei prodotti sudici e puzzolenti da vendere in cambio di pochi spiccioli. Si muovono tra piazza Garibaldi e le strade della Ferrovia e del Vasto, e dove non vedono poliziotti e carabinieri si fermano. Erano all’incirca le 14 quando oggi in decine si trovavano in via Alessandro Poerio. Avevano allestito le loro esposizioni sotto l’ex cinema Argo, davanti a una delle sedi della Polizia municipale di Napoli. Dopo poco sono arrivate delle volanti della Polizia di Stato. Gli agenti gli hanno intimato lo sgombero e molto lentamente hanno raccolto la merce nelle lenzuola su cui la esponevano e sono andati via. I poliziotti poi sono andati via a sirene spiegate e nel giro di 10 minuti sono ricomparsi i primi abusivi. Hanno ricominciato a scavare nei contenitori dei rifiuti e a piazzarsi di nuovo nello stesso posto.

“La presenza di questi contenitori li incoraggia a venire qui a vendere”, è il parere di una commerciante costretta a mandare avanti la sua attività in tale situazione di degrado. Non vuole essere intervistata. “Qui mi conoscono tutti”, dice per giustificarsi. Ma racconta anche che le vendite da qualche anno si sono notevolmente dimezzate, i clienti non entrano più come prima. Per accedere ad alcuni dei negozi che si trovano in quel punto, in effetti, bisogna saltare tra le pezze con cui i mercanti di “monnezza” occupano completamente i marciapiedi. “Prima che arrivasse lei c’era stata una lite – ha poi raccontato – tra qualcuno di questi venditori e dei rumeni che sono arrivati a bordo di un’Audi. Uno di loro si era infilato completamente in un contenitore. Spesso non si fanno problemi nemmeno a urinare qui, davanti a tutti”. Una donna di origine russa esce da un negozio, risiede nella zona, e sbotta: “Non va bene quello che sta succedendo, è evidente che questo Paese non può accogliere tutti”.

Esasperato anche un ex commerciante, che dice di vivere a pochi metri di distanza. Anche lui si rifiuta di essere intervistato. “Abbiamo già parlato tanto. Poi direi troppe parolacce al sindaco”, dice spazientito. Racconta che qualche anno fa è stato costretto a chiudere l’attività commerciale che aveva in piazza Garibaldi e conferma che in seguito a ogni intervento di sgombero delle forze dell'ordine, gli abusivi ritornano dopo poco. “Anche quando è venuto Salvini – rivela, riferendosi all'ultima visita a Napoli del ministro dell'Interno - mentre lui passeggiava per il Vasto, qua eravamo pieni di questa gente che continuava a vendere questa roba”.

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Mer, 10/10/2018 - 19:38

Evidentemente c'è pochissima credibilità nello sgombero e nelle sanzioni previste. Forse bisognerebbe sgomberare i "monnezzari" magari in un centro di aiuto e riqualificazione.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 10/10/2018 - 20:02

Il problema degli abusivi, degli occupanti, dei rom etc., sono fenomeni quasi uguali e che vengono tutti affrontati in un modo monco: E' del tutto inutile sgomberare se non si sa che fine devono o possono fare. Non dico quello che è bene e quello che è male ci mancherebbe, Purtroppo ci sono e non possono essere cancellati con degli slogan. Ad esempio, i migranti irregolari, Salvini aveva promesso di rimpatriarne 160.000 in due mesi (parole sue). Domanda: quanti ne ha rimpatriati? I ROM: li si sgombra di li e si riaccampano qualche chilometro più in la... poi ora il bibitaro ha detto che gli elargisce anche 780 Euro pro capoccia... Già rubano, non pagano tasse, bollette, assicurazioni e bolli auto... sono carichi d'oro etc. presto avremo i nuovi ricchi... alla faccia di chi ha votato per Cip & Ciop.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mer, 10/10/2018 - 21:22

Fanno sgomberare senza sequestrare l´immondizia.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 11/10/2018 - 01:10

Invece che limitarsi a farli sgomberare, portarsi dietro un camion compattatore, chiudere le vie d'accesso alla piazza, procedere come per un rastrellamento, sequestrare ogni cosa e farla finire nel compattatore. Dopo un paio di volte, si renderanno conto che la fatica per ricuperare la monnezza non viene ripagata, e desisteranno.

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Gio, 11/10/2018 - 07:30

mah se la prendessero con gli spacciatori di droga piuttosto... quelli che chiamate "Mercati della monnezza" sono solo tradizionalissimi mercati delle pulci, esistono ovunque, al massimo vanno un po' regolamentati...