Messaggi contro l’immigrazione, il parroco: "Chi li ha scritti non è cristiano e non può fare la comunione"

Rifugiati accolti un mese fa dalle scritte di Casapound contro l'immigrazione e da vicini di casa intolleranti. Dopo quegli episodi, in provincia di Napoli un sacerdote lancia il suo anatema.

Le scritte di Casapound a pochi giorni dall'arrivo dei rifugiati

Non sono uomini, né cristiani, e non possono fare la comunione. Così un parroco della provincia napoletana ‘scomunica’ gli xenofobi. Il suo punto di vista l’ha espresso pubblicamente l’altro ieri, nel corso di un convegno, dopo i messaggi contro l’immigrazione apparsi un mese fa per strada all’arrivo di un gruppo di rifugiati. Casapound accolse quei ragazzi approdati a Pomigliano d’Arco con le scritte “Basta business dell’immigrazione”, “Basta immigrazione”. Erano stati alcuni cittadini a chiedere l’intervento dei militanti di estrema destra: condomini che male accettavano la presenza degli ‘stranieri’ nel palazzo dove abitano. L’amministrazione comunale (di centrodestra) fece eliminare immediatamente gli striscioni, prendendo posizione a favore dell’accoglienza e tendendo la mano a quei giovani provenienti dall’Africa e dall’Asia. Il sindaco Raffaele Russo convocò i rifugiati al municipio per lanciare un messaggio chiaro e tondo di apertura e solidarietà. «Non rappresentano lo spirito della città di Pomigliano d’Arco, notoriamente generosa ed accogliente», fu la sua risposta agli episodi di intolleranza, sbocciati in una città che ha alle spalle una lunga storia operaia e di sinistra. Quei fatti hanno spinto un’associazione - la “48 ohm” - a organizzare l’assemblea pubblica “Pomigliano Accoglie”, che si è svolta l’altro ieri, con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Pomigliano.

“Questo è un tema di civiltà. Chi non si indigna davanti a quelle scritte non è né uomo né cristiano”, è l’anatema lanciato nell’occasione da don Aniello Tortora, parroco della chiesa del Rosario di Pomigliano e responsabile dell’Ufficio per la Pastorale sociale e il Lavoro della diocesi di Nola. Dal tavolo dei relatori Il sacerdote ha poi affermato: “Chi ha scritto quelle cose non è degno di essere uomo. Non solo. Se viene a messa la domenica non può fare la comunione”. Una presa di posizione dura, netta. Sostenuta dagli applausi di chi era in sala. Tra il pubblico c’erano anche una decina di rifugiati. In totale ne dovranno arrivare 26 a Pomigliano, sono già tutti titolari di una protezione internazionale - ha chiarito la coordinatrice del progetto Sprar - e si fermeranno per 6 mesi, lasso di tempo in cui saranno coinvolti in percorsi di formazione.

Il Comune nei mesi scorsi pubblicò il bando per affidare la gestione dei servizi di accoglienza integrata del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, e l’associazione Aics si aggiudicò la gara. È la Prefettura che stabilisce il numero di rifugiati che ogni città deve accogliere. Ma in questa spartizione, secondo l’assessore alle Politiche sociali di Pomigliano, Mattia De Cicco, “non tiene conto della capacità di inclusione di ogni realtà”. L’esponente del governo cittadino ha confermato la volontà dell’Ente locale di “essere protagonista, attraverso gli Sprar, in questo processo di inclusione” e, intervenuto al convegno, ha annunciato l’impiego degli immigrati, a titolo volontario e gratuito, in attività di pubblica utilità come il giardinaggio, in cui saranno affiancati da dipendenti comunali.

L’incontro pubblico di sabato ha rappresentato anche un’occasione per discutere dei difetti del sistema di accoglienza. Ne hanno parlato Emilio e Maddalena dell’associazione di Napoli “Ex opg occupato-Je so’ pazzo”, impegnati nel fornire un supporto a richiedenti asilo e rifugiati che spesso nella fase di prima accoglienza finiscono per essere abbandonati, senza assistenza alcuna. Sono tante le realtà con cui i due attivisti vengono a contatto e, sulla base della loro esperienza, sostengono che “non c’è la volontà di creare una pianificazione dell’accoglienza. L’emergenza dei flussi migratori non esiste, è una menzogna, è solo funzionale a creare sistemi di accoglienza criminali come quelli dei cas”. Riferiscono inoltre di tempi lenti della Questura nella valutazione delle richieste di protezione internazionale: "La Questura di Napoli accetta solo 30 richieste alla settimana". I centri di accoglienza straordinaria sono individuati dalle prefetture, secondo le procedure di affidamento dei contratti pubblici, quindi in modo diretto. Gli immigrati dovrebbero restarvi per un periodo limitato di tempo, quello necessario al trasferimento nelle strutture di seconda accoglienza, ma finiscono per fermarsi per anni. Per i volontari dell’ex opg i controlli della Prefettura di Napoli sui cas sono inefficienti: talvolta i rifugiati sono costretti a viverci in condizioni disumane, lasciati allo sbando da operatori incompetenti che in alcune realtà non riescono nemmeno a comunicare perché non conoscono altra lingua oltre all’italiano.

Commenti

alfa553

Lun, 11/12/2017 - 13:25

Il parroco puo solo scomunicare i topi come lui, prerogativa solo del papa la scomunica.I...a

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 11/12/2017 - 13:26

e se non fa la comunione che succede? I musulmani mica la fanno eppure li ospitate in canonica in chiesa o no? Li aiutate loro che rinnegano e offendono il Cristo e i cristiani.

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Lun, 11/12/2017 - 13:30

Oddio! Allora si che siamo rovinati. Ma fatteci il piacere, trasferitevi in Africa o chiudete "bottega", perché qui alle vostre balle non ci crede più nessuno.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 11/12/2017 - 13:35

Nei dieci peccati mortali, relativi alla violazione del decalogo mosaico, non risulta niente del genere. Invece bisogna onorare il padre e la madre e non certo gli immigrati. Dunque il prevosto napoletano è rozzo e ignorante.

istituto

Lun, 11/12/2017 - 13:36

Alle elezioni dobbiamo avere una maggioranza bulgara del centro destra SOLO così possiamo riformare le leggi sull' accoglienza, rimandare a casa i clandestini e bloccare le frontiere. Vincere di misura su M5S e sulla sinistra non servirà a niente. Poi vedi quando la pacchia finisce come finisce pure il business.

rossini

Lun, 11/12/2017 - 13:39

Non mi risulta che un semplice parroco possa scomunicare. E comunque, se è un seguace di Bergoglio, fottetevene. E non dimenticate di togliere l'8 × 1000 alla Chiesa cattolica!

ciruzzu

Lun, 11/12/2017 - 13:47

le scomuniche servono a poco, ma attenti al woodoo,non sfidate la collera degli stregoni o saranno .............

veritiero333

Lun, 11/12/2017 - 13:48

SCOMINICHI SE STESSO E QUELLI CHE LA PENSANO COME LUI!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 11/12/2017 - 14:02

ahahahahahahahahahah

venco

Lun, 11/12/2017 - 14:02

E noi scomunichiamo il parroco che si crede il padrone del cristianesimo.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Lun, 11/12/2017 - 14:03

Roba da ridere ci crede solo il paroco delle minaccie da favola ,come se i veri italiani/patriotti..quelli con le palle ,si metteno a tremare dalla paura di scomunica.

venco

Lun, 11/12/2017 - 14:05

Con "amoris letitia" di Bergoglio adesso la comunione è per divorziati e omosessuali accoppiati

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 11/12/2017 - 14:12

I cosiddetti Parroci hanno due motivi per volere a tutti i costi i migranti, motivi con i quali la carità cristiana non c'entra nulla. Il primo ovviamente sono i soldi. Il secondo lo si può scoprire solo nel segreto delle canoniche.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 11/12/2017 - 14:13

Altro tirapiedi di franceschiello, ha imparato la lezione. Frà non molto in chiesa non ci andrà più nessuno. La politica attuale della chiesa è deleteria il vero è che preti e monache ce ne sono sempre meno. Come mai ?

ArturoRollo

Lun, 11/12/2017 - 14:14

“Con il giudizio degli angeli e la sentenza dei santi, noi dichiariamo Baruch de Spinoza scomunicato, esecrato, maledetto ed espulso, con l'assenso di tutta la sacra comunità [...]. Sia maledetto di giorno e maledetto di notte; sia maledetto quando si corica e maledetto quando si alza; maledetto nell'uscire e maledetto nell'entrare. Possa il Signore mai piú perdonarlo; possano l'ira e la collera del Signore ardere, d'ora innanzi, quest'uomo, far pesare su di lui tutte le maledizioni scritte nel Libro della Legge,Siete tutti ammoniti, che d'ora innanzi nessuno deve parlare con lui a voce, né comunicare con lui per iscritto; che nessuno deve prestargli servizio, né dormire sotto il suo stesso tetto, nessuno avvicinarsi a lui oltre i quattro cubiti [circa due metri], e nessuno leggere alcunché dettato da lui o scritto di suo pugno”.

baronemanfredri...

Lun, 11/12/2017 - 14:14

PRETE ANCHE TU SEI RESPONSABILE SE VIVONO IN CONDIZIONI DISUMANE, INSIEME AI CRISTIANI E ITALIANI CHE VIVONO IN MACCHINE E SONO ANCHE INVALIDI, SEI TU RESPONSABILE O MEGLIO, CORRESPONSABILE DI INVOGLIARLI A VENIRE QUI. LA TUA E' SOLTANTO IPOCRITA FALSA MORALITA' E MAL POLITICA DI SAMARITANO. LA SITUAZIONI CRITICHE LI HAI CREATI ANCHE TU, AL PARI DEI NEGRIERI DI OGGI. SIA LODATO GESU' CRISTO E NON IL TUO AMICO ALLAH.

baronemanfredri...

Lun, 11/12/2017 - 14:15

PARROCO LA SCOMUNICA LA PUO' DARE SOLTANTO IL PAPA, DICO IL VERO PAPA NON QUESTO FANTOCCIO NELLE MANI DELLA SINISTRA ITALIANA ED EUROPEA.

Scirocco

Lun, 11/12/2017 - 14:16

Chissà come sono preoccupati gli "xenofobi" di aver ricevuto la scomunica da un parroco. Comunque se ai parroci italiani piacciono tanto gli africani e gli asiatici prendono su e vanno in Africa o in India ad aprire delle scuole, degli ospedali e ad aiutare le popolazioni in difficoltà. E' comodo, caro parroco, stare qui in Italia al calduccio prendendo un bel po' di soldi pubblici per tenere i negretti in canonica, magari lanciando poi qualche anatema a chi non la pensa come lei...Vada in Africa, gratuitamente, a canonizzare come dovrebbe fare un vero pastore della Chiesa.

gabriella.trasmondi

Lun, 11/12/2017 - 14:23

'sto parroco ci conferma solo quanto è colluso con islam.

ArturoRollo

Lun, 11/12/2017 - 14:24

Secondo studi recenti, tra i quali quello di Steven Nadler, l'eresia principale che portò alla scomunica di Spinoza sarebbe stata il non credere all'immortalità dell'anima

agosvac

Lun, 11/12/2017 - 14:26

Di cose di Chiesa non me ne intendo, ma credo che nessun semplice parroco possa avere l'autorità spirituale di scomunicare chicchessia!!! Piuttosto dovrebbe stare molto attento a non essere scomunicato proprio lui!!! Già i fedeli sono leggermente distanti da ciò che dice ed impone la Chiesa. Se ci si mette pure un parroco pro Islam, allora sono grossi guai!!!

oracolodidelfo

Lun, 11/12/2017 - 14:28

Il Parroco scomunica? A parte che non è sua prerogativa scomunicare, se proprio si ritiene il Papa n.3....veda di scomunicare tutti gli appartenenti ai "comitati di affari" gestiti da lerci negrieri che si annidano nella Chiesa e lucrano criminalmente con questi clandestini.....

pacche

Lun, 11/12/2017 - 14:30

Se quel pretino non vuol dare più la comunione a chi scrive o pensa contro i migranti, credo che il consumo di ostie in quel paese calerà sensibilmente. Ma le ostie non consumate hanno una scadenza?

piazzapulita52

Lun, 11/12/2017 - 14:38

Io condivido quei messaggi contro l'invasione dei clandestini africani che hanno ridotto l'Italia ad essere una latrina! E a te, prete, dico di non permetterti di offendere sia me sia chi la pensa come me (quasi tutto il popolo italiano!). Se fra me e te c'è un NON UOMO quello sei tu! Ficcatelo bene in quel cervello, se ne hai uno!!!

tofani.graziano

Lun, 11/12/2017 - 14:41

Caro don(si fa per dire)aniello tortora, io non sono della sua zona ma se lo fossi a me la scomunica non me la potrebbe dare,soprattutto per due ragioni:1°lei in qualità di(sempre si fà per dire)di pretonzolo non lo può fare,2°io nella sua CHIESA e lo dico da credente,non ci verrei mai e poi mai.Già non ci vado più nella mia zona poichè non intendo sentire comizi nella casa di DIO.lei si dovrebbe vergognare per le sue affermazioni e lasciare il suo posto a qualcuno migliore,saggio e più cristiano di lei

oracolodidelfo

Lun, 11/12/2017 - 14:47

Illustre Parroco,sono più meritevoli di scomunica coloro che non condannano senza se e senza ma la deportazione forzata di questi clandestini e lasciano che prosperino gli odiosi aguzzini scafisti ed i loro colleghi di riferimento italiani. Deportazione forzata perchè ho sentito sul web che se questi giovani non accettano di partire, rapiscono i loro famigliari, specialmente le sorelle che avviano alla prostituzione.... Che scomunichi, fariseo.....!

frabelli1

Lun, 11/12/2017 - 14:48

La chiesa ha impiegato un secolo per scomunicare i mafiosi, ma poi c'è sempre un prete che celebra le funzioni per loro. e questo scomunica, così per scemenze?! Ma è semplicemente folle.

Tarantasio

Lun, 11/12/2017 - 14:49

allora scomunica perpetua agli autori del presente blog, me compreso ...

gneo58

Lun, 11/12/2017 - 14:52

cosa si dovrebbe dire del cristianesimo che nel nome di "un dio" ha sterminato milioni di persone ? altro che comunione - con la presa per i fondelli che avete operato ed operate tutt'oggi vi si dovrebbe togliere tutto. Comunque se non lo aveste capito la gente sta aprendo gli occhi e non e' con l'arrivo di questi soggetti che riempirete nuovamente le chiese, anzi.

CidCampeador

Lun, 11/12/2017 - 14:55

Emerito ........ che morsica la mano di chi lo nutre

CesareGiulio

Lun, 11/12/2017 - 14:55

adesso ol sindaco e il parroco decidono cio che é giusto oppure no? se la gente del paese non li vuole avra le sue ragioni. sono loro che devono convivere con gli immigrati mica il parroco??

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Lun, 11/12/2017 - 14:55

Ennesimo prelato di provincia che cerca la popolarità da star per i cappuccetti rossi.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Lun, 11/12/2017 - 15:02

Quando vedro' il Vaticano pieno di immigrati come certe città del Nord, dove vivo, e gli africani che dormono sulle panchine dei giardini del Papa, allora mi prendero' volentieri la scomunica dal parroco di Pomigliano. Per la comunione non c'e' bisogno, sono divorziato, convivo e faccio l'amore con la convivente, non posso farla indipendentemente dal mio spirito di accoglienza. Qualcuno ha detto "chi è senza peccato scagli la prima pietra", grazie, Chiesa e parroco, per la pietra della scomunica, fa già male non fare la comunione. Qualcun altro di cui non mi ricordo il nome a proposito dell'accoglienza ha detto "Lascia prima che si sfamino i figli; non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini", perche' non iniziate a scomunicare lui? Io non chiamo cani i profughi. Semplicemente credo che non sia possibile dar da mangiare a tutti.

momomomo

Lun, 11/12/2017 - 15:06

Ricordati: non sei Dio, sei solo un servitore di Dio e non spetta a te decidere a chi dare o meno il "certificato" di cristianità...

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 11/12/2017 - 15:19

Don Aniello Tortora, povero bamboccio.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 11/12/2017 - 15:26

la chiesa, assieme alla sinistra, è il cancro del nostro paese !!!!!

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Lun, 11/12/2017 - 15:33

Scrivere "Basta business dell'immigrazione" davanti a un convegno organizzato dal centro sociale "Ex opg occupato-Je so’ pazzo” è una scritta xenofoba e un peccato contro Dio? Ma basta

Giorgio Rubiu

Lun, 11/12/2017 - 15:34

Reverendo, ce ne faremo una ragione specialmente considerando che non abbiamo la più pallida idea del fatto che la scomunica abbia un benché minimo peso in quanto, di Paradiso, Purgatorio e Inferno, non abbiamo la certezza che esistano se non per quanto ci è stato detto dalla Chiesa. Avesse detto che ci dava un cazzotto nel naso, lo avremmo temuto maggiormente.

perseveranza

Lun, 11/12/2017 - 15:54

Andare contro il "pensiero unico" della dittatura cattocomunista adesso comporta anche la scomunica della Chiesa. Ma il vento cambierà e presto.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Lun, 11/12/2017 - 15:56

Se passo da quelle parti la riscrivo.

shellys

Lun, 11/12/2017 - 15:57

Sono i comunisti e coloro che ne condividono la dottrina atea, materialista e anticristiana ad essere stati scomunicati, con un Decreto del Sant'Uffizio del 1949. Il sacerdote poverino è confuso, a causa della martellante campagna pro accoglienza perpetrata dal suo superiore.

lividanddisgusted

Lun, 11/12/2017 - 16:00

Primo, il parroco non può scomunicare nessuno. Secondo, se anche potesse chi se ne frega? Terzo, lui e quelli come lui a partire dall' imam argentino dovrebbero cominciare ad avere paura perchè la rabbia della gente sta montando. Quarto, togliamo l'8x1000 alla chiesa ex-cattolica, vedrete che di colpo l'amore per i clandestini sparirà.

Pisslam

Lun, 11/12/2017 - 16:16

nooooooooooooooooo, azzo non ci dormiaranno la notte gli autori....ragazzi vi siete giocati il paradiso

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/12/2017 - 16:23

Gli risponderei: se cristiano significa farsi prendere in giro e danneggiare la mia nazione, non mi interessa di esserlo. La comunione? Sono decenni che...Allontanate sempre più le persone da questa chiesa. Ci state riuscendo.

petra

Lun, 11/12/2017 - 16:27

E meno male che non molto tempo fa il Papa diceva: chi sono io per giudicare...

shellys

Lun, 11/12/2017 - 16:36

@petra Si, ma lo diceva dei gay, tema caro alla sinistra e quindi al papa :)

baronemanfredri...

Lun, 11/12/2017 - 16:44

QUALCUNO HA SCRITTO LA PAROLA XENOFOBO, A PARTE LA CALUNNIA TANTA CARA LA CALUNNIA ALLA SINISTRA, QUI NON C'E' NESSUNO XENOFOBO SEMMAI CI SI CERCA DI DIFENDERE LA NAZIONE E SE STESSI, OLTRE LA PROPRIA FAMIGLIA. I CALUNNIATORI E VILI CHE SANNO CHE CALUNNIANO PROPRIO OGGI SI E' VERIFICATO UN ATTENTATO DINAMITARDO NELLA CITTA' COL SINDACO DI SINISTRA ITALOAMERICANO LORO AMICO. QUESTI CALUNNIATORI ED INFAMI CHE VOGLIONO LA DISTRUZIONE DELLA NAZIONE E DEL POPOLO ITALIANO RISPONDO CHE E' MEGLIO ESSERE CALUNNIATI XENOFOBI CHE SUBIRE ATTENTATI E POI FARE RAPPRESAGLIA CONTRO GLI AMICI DI QUESTI INFAMI CHE CALUNNIANO.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 11/12/2017 - 16:44

Questo prete un po' spavaldo fa il missionario di comodo nel conforto e nel lusso della propria chiesa...Invece di andare in Africa a diffondere la parola di Cristo come tanti altri prima di lui rischiando la propria vita in nome del Signore, preferisce esercitare a casa propria senza fatica...Ma si sa ..nessuno lo obbliga di andare....amen.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 11/12/2017 - 16:47

Sai cosa gliene frega della scomunica, agli autori delle scritte!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 11/12/2017 - 16:50

Ogni volta che leggo notizie del genere, mi congratulo con me stesso perché sono FELICEMENTE ATEO!

Gaeta Agostino

Lun, 11/12/2017 - 16:55

Non mi dai la comunione ?? Che problema c'è, al posto mio la puoi dare a maomettani che ti sono tanto cari. Dopo vediamo se ti ringraziano o ti tagliano la gola.

DIAPASON

Lun, 11/12/2017 - 17:02

i preti tutte le volte che parlano fuori delle chiese fanno confusione, hanno gia fatto tanti orrori al tempo dei pedesta' quando si intromettevano in questioni politiche, economiche e morali, nessuno ha nostalgia di quei tempi bui

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 11/12/2017 - 17:06

Ma sai cosa gliene frega della comunione ...

FRATERRA

Lun, 11/12/2017 - 17:24

....occhio, malocchio prezzemolo e finocchio.....tiiè ecco annullata la scomunica......

nova

Lun, 11/12/2017 - 17:28

Quest'anno nella diocesi di Bolzano due ordinazioni sacerdotali e c'è rimasto un solo seminarista. Nella grande diocesi di Padova le ordinazioni sacerdotali tre anni fa sono state ZERO. Ora si procede con quattro o cinque nuovi preti all'anno ma non si tratta di giovani con normale carriera scolastica bensì di gente eterogenea talvolta vedovi. >>> Imparate il latino e ritornate al Cristianesimo delle origini come fanno in Santa Madre Russia.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 11/12/2017 - 17:30

Leggo : "sono già tutti titolari di una protezione internazionale - ha chiarito la coordinatrice del progetto Sprar - e si fermeranno per 6 mesi, lasso di tempo in cui saranno coinvolti in percorsi di formazione" - - - Qualcosa non quadra : 1) "Si fermeranno per 6 mesi" e dopo cosa succede ? – 2) E fermandosi solo 6 mesi fanno un corso di formazione ?

antonmessina

Lun, 11/12/2017 - 17:31

ma che scounichi chi gli pare ! per fortuna la maggior parte degli italiani compresi anche molti di sinistra sono contro questa invasione e contro chi ci lucra miliardi di soldi pubblici

Gervasetto

Lun, 11/12/2017 - 17:43

per mafiosi che uccidono e fanno quel che vogliono invece tutto bene ? va va' a da via i ciap !!!

routier

Lun, 11/12/2017 - 18:07

Il grande De Amicis scrisse: "La piccola vedetta lombarda". Oggi (vergognandosi) scriverebbe: "La piccola vendetta campana"... (piccole miserie di piccoli uomini).

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 11/12/2017 - 18:23

Prima di scomunicare .. ASCOLTARE!!!!

daniel66

Lun, 11/12/2017 - 19:16

ECCHISENEFREGA, PADRE. RAGAZZI, AVANTI COSì (CHE FATE BENE)!

nopolcorrect

Lun, 11/12/2017 - 19:17

"“Questo è un tema di civiltà. Chi non si indigna davanti a quelle scritte non è né uomo né cristiano”.No, reverendo, no, il tema è un tema di numeri,di risorse e di distribuzione delle medesime. In un paese come l'Italia con 18 milioni di Italiani a rischio povertà e con una disoccupazione massiccia non siamo in condizione di accogliere NESSUNO a spese pubbliche. I denari pubblici vanno spesi per i nostri poveri. Se poi ci sono dei privati che DI TASCA LORO sono pronti ad accogliere, per carità, ognuno può fare del PROPRIO denaro ciò che vuole.

dot-benito

Lun, 11/12/2017 - 19:21

UN PARROCO NON PUO' DECIDERE DI SCOMUNICARE DOPO DI CHE LA CHIESA NON PUO' INTROMETTERSI NELLA POLITICA DI UN ALTRO STATO

pilandi

Lun, 11/12/2017 - 19:22

Ha ragione, quello dice il vangelo, non puoi fare il cristiano razzista, è come il sommozzatore a cavallo... non esiste.

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 11/12/2017 - 19:34

ecchisenefrega delle tue scomuniche e di quelle del tuo capo vestito con la gonna bianca! traditore degli Italiani.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Lun, 11/12/2017 - 19:38

l'ennesimo pretonzo ( evito la rima) che con i clandestini fara' un po' di soldini(mi rifaccio per la rima evitata) . Ma quanti sono questi preti che ci guadagnano? tanti.

MarcoTor

Lun, 11/12/2017 - 19:43

Scomunicaci tutti! La pensiamo così in parecchie decine di milioni di italiani sai? E non è peccato, sai? Molla la tonaca e torna al centro sociale. Va a dormire va, e sono gentile.

pasquinomaicontento

Lun, 11/12/2017 - 19:44

...Non sono uomini,nè cristiani e non possono fare la comunione-così parlò lo Zarathustra di Pomiliano d'Arco tale don Aniello Tortora parroco della chiesa del Rosario di Pomigliano...e se lo dice lui c'è da credergli sulla parola,lui si che se ne intende,non è come l'ispettore Rock, lui ha sempre usato la brillantina Linetti,di vetusta memoria...e a giorni alterni si fa pure lo sciampo...pensando al prossimo infelice da sanzionare col :no tu no, l'ostia,da me non la prendi...non sei ne uomo e ne cristiano, anche se magara c'hai tre figli e vivi dentro 'na roulotte scassata dono d'uno sfasciacarrozze dar core tenero...a la Roma je capitata lo Shakhtar, speriamo bene.

oracolodidelfo

Lun, 11/12/2017 - 19:46

Dal Vangelo di Matteo: sulla cattedra di Mosè si sono seduti scribi e farisei. Fate quello che loro dicono ma non fate quello che loro fanno perchè essi dicono e non fanno. Anzi, amano legare pesanti fardelli e metterli sulle spalle della gente ma essi non vogliono smuoverli neppure con un dito. Fanno tutte le loro opere per essere ammirati dalla gente. Amano i primi posti nei banchetti e nelle sinagoghe, i saluti nelle piazze ed essere chiamati "rabbi" ....chi ha vogla prosegua: il più bello viene in seguito.......Inteso, scomunicatore ipocrita?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 11/12/2017 - 19:52

Trovali! E poi basta cambiare parrocchia..

colomparo

Lun, 11/12/2017 - 20:13

Il fraticello sbilenco si arroga dei poteri che non ha. Probabilmente il suo scarso livello istruttivo e la sua mentalità ottusa non gli permettono di capire il perchè dei messaggi esposti. Dedichi un pò più di tempo ai milioni di nuovi poveri italiani....i cosiddetti rifugiati, con i soldi che danno ai trafficanti per la "fuga" verso l'Italia,potrebbero vivere per degli anni nei loro paesi di provenienza, anche meglio che i ns poveri qui in Italia !!

opinione-critica

Lun, 11/12/2017 - 21:06

Parroco ridicolo guarda che la comunione con te non la vuole nessuno. E' un pregio essere attaccati da te che favorisci l'illegalità mascherata sotto il nome di Dio, che manifesti meschinità e accattonaggio professionale . Tutti si dissociano da te e dal tuo vero Dio: i soldi e lo sfruttamento. Tu vivi grazie al fatto che dici di essere credente ma Dio non ha bisogno di te. Sei tu che lo utilizzi per tuoi interessi. Che schifo.

Trinky

Lun, 11/12/2017 - 21:14

Un bel chissenefrega glielo avranno detto?

giancristi

Lun, 11/12/2017 - 22:02

Io penso che sia don Aniello Tortora che non sia degno di essere uomo. Un pretaccio schifoso che se ne frega altamente degli italiani e si preoccupa dei clandestini. Per compiacere il papagaucho! Si spera che i suoi parrocchiani gli voltino le spalle.

Ritratto di charlye08

charlye08

Lun, 11/12/2017 - 22:02

Meglio scomunicato che zecca

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 11/12/2017 - 22:11

Beh vorrà dire che mangeranno una pizza !

01Claude45

Lun, 11/12/2017 - 22:24

Prete deficiente ( da deficere) ed ignorante.

killkoms

Lun, 11/12/2017 - 23:20

gli ateo-comunisti li accoglie!

graffias

Mar, 12/12/2017 - 01:11

Chissà quando a qualcuno verrà in mente che questi "rifugiati" vengono paga gati ed alloggiati a spese nostre .

ESILIATO

Mar, 12/12/2017 - 03:36

Allora......mi faccio un panino al prosciutto.....

pier1960

Mar, 12/12/2017 - 06:30

se dico "chissenefrega" lo pubblicate?

pier1960

Mar, 12/12/2017 - 06:31

prendere la comunione da mani che non si sa cosa abbiano toccato poco prima....

Happy1937

Mar, 12/12/2017 - 07:01

Caro Signor Parroco, cristiano non e’ chi fa business sull’immigrazione. Spero che lei non sia anche un protettore di quelle organizzazioni che si arricchiscono sulla pelle dei poveri disgraziati , adescati a venire a frotte in casa nostra solo per poter arricchirsi alle nostre spalle.

Trinky

Mar, 12/12/2017 - 09:14

Mamma mia che paura........! La prima cosa chedfovrebbe fare il nuovo governo è abolire i patti lateranensi: i preti i soldi li vadano a chiedere al vaticano e non allo stato... e paghino l'IMU per tutti i palazzi che hanno in giro per la nazione!

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Mar, 12/12/2017 - 10:00

Immagino che sia molto intimo con gli africani, come spesso accade in simili casi, e magari poi non si lava nemmeno le mani. Io la comunione dalle sue luride mani nemmeno la voglio.

Ritratto di Antero

Antero

Mar, 12/12/2017 - 11:05

Amen ...

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 12/12/2017 - 11:14

Scrivere "Basta business dell'immigrazione" (cosa che ormai hanno capito anche le zanzare della Padania) è un gravissimo peccato degno di scomunica? E da quando un qualunque curato di campagna può scomunicare i cristiani? Ma nessuno controlla questi preti e di quali sostanze fanno uso? Eppure esistono i Centri di igiene mentale che, se non sbaglio, offrono consulenza, assistenza e cure (pure gratis a carico del servizio sanitario) anche ai preti in fase di confusione mentale. O no?