Messico, 15enne uccide l'uomo che l'ha violentata e viene assolta

Una ragazza di 15 anni è stata assolta in Messico dopo aver ucciso il suo aggressore che aveva abusato di lei: era stata accusata di omicidio volontario

Lo scorso primo giugno Itzel, una ragazza di 15 anni, è stata aggredita da un uomo di 30 anni vicino alla metropolitana Taxquena di Città del Messico.

Come riporta il Corriere della Sera, la ragazza era appena uscita da scuola e stava attendendo l'arrivo del padre per strada quando un uomo le si è avvicinato. L'ha prima minacciata con un coltello e poi l'ha costretta a seguirlo.

Ha abusato di lei vicino a un ponte tenendole sempre il coltello puntato contro. Poi a un tratto la ragazza è riuscita a strapparglielo dalle mani e a colpirlo. Il 30enne è morto il giorno dopo in ospedale mentre Itzel è stata accusata di omicidio volontario.

Ma sui social è scattata la campagna con l'hashtag #EnDefensaPropria per sostenere la ragazza e al suo fianco si sono schierate e mobilitate le associazioni femministe.

La Procuraduría General de Justicia de Ciudad de México (la procura generale di Città del Messico) l’ha infine assolta. "La vittima non ha alcuna responsabilità perché ha agito per legittima difesa, perché la sua integrità fisica e la sua vita erano a rischio" si legge nel comunicato.

Commenti

Divoll

Gio, 29/06/2017 - 13:27

Difficile dar torto a questa povera bambina.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 29/06/2017 - 13:37

---è giusto così--l'uccisione è avvenuta nello stesso lasso temporale in cui si consumava lo stupro e la minaccia alla sua vita---discorso differente se avesse ucciso il suo stupratore giorni dopo avendolo rintracciato---sarebbe stata una vendetta a freddo sproporzionata--swag

Fjr

Gio, 29/06/2017 - 13:55

Quando la giustizia ,non la nostra ,funziona

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 29/06/2017 - 14:00

Con sorpresa leggo che in Messico ci sono giudici più giusti che in Italia, dove chi si difende è trattato alla stregua di chi offende.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 29/06/2017 - 14:15

--Giorgio_Pulici--non si scoraggi --anche in italia alla ragazza sarebbe stata riconosciuta la legittima difesa--si ricordi che aveva un coltello puntato al collo---ma ho la vaga sensazione che il vostro pessimismo scaturisca dal fatto che non conosciate le leggi italiane---grave vulnus da colmare--swag

tosco1

Gio, 29/06/2017 - 14:17

In Italia avrebbe avuto l'ergastolo. Le vittime hanno pochi diritti.Non sono io a dirlo, sono le sentenze.

idleproc

Gio, 29/06/2017 - 14:43

elkid. Non sai un c., ho avuto a che fare con una donna che è stata violentata da piccola. Non esistono cure politicamente corrette, il trauma segna tutta la sua vita e tutti i suoi rapporti cogli uomini successivi.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 29/06/2017 - 14:45

Giorgio Pulici, ignori le panzane di Elkid anche se dorme con i codici sul comodino e pontifica a destra e a manca. Il pessimismo in effetti deriva dal fatto che conosciamo sin troppo bene le leggi italiane. Swag caffè corretto sgnapa...

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 29/06/2017 - 15:14

---intanto---al 90 percento degli indagati italiani per presunta illegittima difesa--dopo l'iter processuale d'obbligo per appurare i fatti-- è stata loro riconosciuta la liceità delle proprie azioni--quindi sono stati assolti---però i giornali che sparano in prima pagina il casus che chi si difende venga indagato--poi si dimenticano di scrivere anche due righe di come finiscano i processi---la volontà dei giornali è ovvia --modificare la legge e permettere la vendita delle armi--che i giornali siano in combutta con finmeccanica per eventuali stecche? boh--swag

titina

Gio, 29/06/2017 - 16:15

Se fossi giudice l'assolverei anch'io

Marcello.508

Gio, 29/06/2017 - 16:29

titina - Anche io.

swiller

Gio, 29/06/2017 - 18:02

Fosse successo in Italia con la nostra giustizia prendeva l'ergastolo.

fabioerre64

Gio, 29/06/2017 - 18:04

Secondo elkid se la bestia fosse stata uccisa giorni dopo, sarebbe stata "una vendetta a freddo sproporzionata", questo lo sostieni in base a cosa se è lecito chiederlo? Probabilmente non hai figli e soprattutto non hai figlie, io invece ne ho 2, di cui una proprio di 15 anni, dovesse succedere una cosa del genere a mia figlia e la bestia non dovesse essere immediatamente arrestata, non solo lo ammazzerei anche dopo giorni o mesi, ma prima di ucciderlo penserei anche come farlo soffrire il più possibile e ti assicuro che non ho mai fatto male nemmeno ad una mosca. Forse non ti rendi conto cosa può significare un atto del genere per una quindicenne, significa avere la vita rovinata per sempre.

zen39

Gio, 29/06/2017 - 19:36

La bambina si è difesa punto e basta. Ma mi chiedo quale ripercussioni ci saranno sulla sua psiche del fatto così tragico ( aver subito violenza e aver ucciso una persona). Intorno a lei dovrebbe esserci tanto affetto e comprensione e non pubblicità.

guardiano

Gio, 29/06/2017 - 19:41

Ben fatto in Messico la giustizia ha trionfato.

guardiano

Gio, 29/06/2017 - 19:41

Ben fatto in Messico la giustizia ha trionfato.

maria angela gobbi

Gio, 29/06/2017 - 22:39

Perché molti si ostinano a rispondere a elKid (quale Kid poi,non si sa)non lo capisco.

paci.augusto

Ven, 30/06/2017 - 08:20

Giustissimo che questa ragazza sia stata assolta dall'accusa assurda di omicidio, quando semplicemente si è difesa da un lurido criminale che la minacciava con il coltello alla gola per violentarla!! Una volta tanto la giustizia ha trionfato ma NON PER I GIUDICI, SEMPRE IN MALAFEDE e dalla parte dei delinquenti, ma per la sollevazione dell'opinione pubblica!!!!

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 30/06/2017 - 15:04

elkid 15:14 – A lei piace fare il provocatore giusto per il gusto di smerigliare le sfere altrui. Nella sostanza del suo commento : ha detto abbastanza fregnacce. Spiegazione : Non mi interessa se il da lei citato 90% degli indagati non viene poi condannato. Provi a dirlo a questi indagati che hanno dovuto subire processi durante mesi/anni con costi legali e tormenti psicologici. Proprio in questi giorni stanno dibattendo una caso successo ben 10 (dieci !) anni fa quando un signore era stato incriminato per "omicidio volontario" avendo egli sparato a rapinatori (stendendone uno) che stavano minacciando la moglie con armi e mi sembra che avessero pure sparato. Sa immaginarsi cosa significa sentirsi sulla graticola della giustizia italiota durante 10 anni?