Messina, Lorenzo Crespi non si candida più: "Voglio inaugurare una scuola di cinema e teatro

Il volto della televisione aveva deciso di candidarsi a consigliere comunale nella sua città nella lista di Cateno De Luca

Il noto attore di fiction, Lorenzo Crespi, non si candiderà più a consigliere comunale nella sua città, Messina "per non strumentalizzare la propria popolarità per fini politici ma appoggerà sempre il progetto di Cateno De Luca" e lancia "un'idea per realizzare a Messina una scuola di Cinema e Teatro per i giovani". A darne notizia nella sua pagina Instagram ufficiale è stato lo stesso attore che ha postato alcuni scatti insieme al candidato sindaco Cateno De Luca scrivendo: "Ho ritirato la mia candidatura a consigliere comunale di Messina per portare avanti un progetto in questa città a mio parere molto più grande. La mia stima nei confronti dell'onorevole De Luca resta intatta ma non voglio strumentalizzare la mia popolarità a fini politici".

Non solo su Instagram, ma anche su Facebook, in un video sulla pagina di De Luca (lo stesso nei giorni scorsi aveva minacciato di non candidarsi più), Crespi dice "Voglio trasmettere ai giovani alcuni principi e dico loro di avere sempre il cuore pieno di sincerità ed umiltà. Rifiutate le ambizioni sfrenate e le strade facili. Abbiate il coraggio di stare vicino ai più deboli, di prendere per mano chi non ha nulla, dividendo quello che si ha in parti uguali senza chiedere nulla in cambio. Vedo troppe diversità, ci vuole unione e fratellanza per lottare contro l'emarginazione sociale e ritornare come bambini quando queste diversità non esistevano e si stava tutti insieme. Solo così si potranno fare grandi progetti per Messina".

Insomma decide in extremis di non entrare in politica, ma di impegnarsi nel sociale dopo la tragica vicenda che lo ha visto protagonista: senza lavoro, malato e ai margini della società.
"Lorenzo - spiega De Luca -ha deciso di rimanere nel progetto occupandosi di una parte del programma che riguarda la nostra strategia formativa ed occupazionale per i giovani che vogliono impegnarsi nel cinema e nel teatro. Lo ringrazio sin da ora per questo suo amore disinteressato per Messina e per i giovani".