Metalli pesanti e tossici nelle sigarette elettroniche Aperta un'inchiesta a Torino

Il settimanale "Il Salvagente" ha fatto analizzare dall'Università Federico II di Napoli il liquido contenuto in sei diversi campioni di e-cig. Trovati  piombo, camdio, cromo e arsenico

Cromo, arsenico, cadmio, piombo: questi e altri metalli pesanti, tossici o cancerogeni sono stati rilevati in sei liquidi per sigarette elettroniche che il settimanale il Salvagente ha fatto analizzare dal dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli.

"I valori sembrerebbero molto elevati, in special modo in un campione, nel quale la concentrazione di arsenico sarebbe più elevata di quella ammessa per l’acqua potabile. Valuteremo attentamente", ha spiegato il procuratore di Torino, Raffaele Guariniello. Al di là delle concentrazioni rilevate, la cosa preoccupante, sottolinea il Salvagente, "è che in assenza di una normativa di riferimento, che stabilisca le sostanze ammesse e i relativi limiti, nelle ricariche può finire di tutto». Una situazione definita "fuori controllo dove, oltre a una regolamentazione di settore, mancano anche i controlli".

A preoccupare è principalmente l’assenza di una "valutazione del rischio", in mancanza della quale "nessuno può stabilire gli effetti di una, seppur minima, quantità di arsenico o piombo assorbita dal corpo umano per inalazione". I produttori contattati dal Salvagente, non sottovalutano il problema e hanno dichiarato di "monitorare la presenza dei metalli pesanti" e chiedono "urgentemente una regolamentazione" che disciplini direttamente la produzione dei liquidi per le sigarette elettroniche. Avviare "subito analisi a tappeto sui liquidi per e-cigarettes venduti in tutti i negozi d’Italia, ed il ministero della Salute, sulla base del principio di precauzione, disponga il sequestro dei prodotti pericolosi per la salute", ha chiesto il Codacons.

Commenti

Giovanmario

Gio, 13/06/2013 - 19:48

troppi interessi in giro.. è chiaro che ci sarà sempre qualcuno che tenterà il colpaccio di scippare un pò di quattrini senza troppa fatica.. creando problemi ogni volta che esce un nuovo prodotto di importanza mondiale

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 13/06/2013 - 20:00

D'accordo tutelare la salute delle persone,e quindi si trovino dei liquidi non nocivi.Mentre per le bionde tutto a posto,fanno bene alla salute,fumate pure il tabacco,tanto di guadagnato per le multinazionali e per l'erario.Con quella scritta sul pacchetto ci siamo puliti la coscenza,vero????

Ritratto di unviandante

unviandante

Gio, 13/06/2013 - 20:11

quindi "Il Salvagente", settimanale con una tiratura di qualche decina di copie che nessuno ha mai sentito nomninare ha fatto analizzare queste sigarette dalla Università di Napoli, che come tutti sappiamo è una delle più autorevoli e serie del mondo e adesso siamo tutti nel panico e torniamo alle marlboro a 5 euro al pacchetto, 4/5 dei quali vanno allo stato

Lucaferro

Gio, 13/06/2013 - 22:15

Basta mettere una scritta:"nuoce alla salute" e poi tassare regolarmente senza pieta'. Fumando cose tossiche si fa un doppio regalo alla fiscalita' italiota: si pagano imposte ed Iva e poi....non si incassa la pensione.... Che porla il fumatore!!

libertyfighter2

Ven, 14/06/2013 - 00:29

Ce li hanno messi apposta quelli del monopolio. Posso scommetterci, anche se nessuno lo dirà mai. Piombo, cadmio, arsenico costano di più di vapor d'acqua profumato alla menta.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 14/06/2013 - 01:50

com'è che invece è stata fatta una vera indagine seria ed è risultato che in quelle elettroniche la tossicità per il corpo umano è minima rispetto alle sigarette?? pertanto il passaggio dalle sigarette a quella elettronica è auspicabile?? subito si sono buttati con la controinformazione..è ovvio che è meglio non fumare nulla ma da qui a demonizzare le elettroniche..c ene passa

FRAGO

Ven, 14/06/2013 - 09:03

PERCHE' IL CODACONS NON CHIEDE IL SEQUESTRO DI TUTTE LA SIGARETTE CON IL TABACCO, CHE NELLA LORO COMBUSTIONE SVILUPPANO ANCHE SOSTANZE RADIOATTIVE? FORSE PERCHE' ALLA LOBBY DEL TABACCO E DELLE ACCISE NON INTERESSA. FERMO RESTANDO CHE E' GIUSTO BLOCCARE QUELLE MARCHE E I PRODUTTORI CHE INQUINANO GLI INGREDIENTI BASE, INNOQUI, DEGLI SVAPORIZZATORI, CON ALTRI ELEMENTI TOSSICI.

Giovanmario

Ven, 14/06/2013 - 09:05

ci risiamo.. ogni volta che esce un prodotto di rilevanza mondiale e che rende milioni di euro ma anche lavoro.. ecco che c'è sempre qualcuno che cerca di andare contro corrente.. con annunci taroccati..

epesce098

Ven, 14/06/2013 - 14:13

Siate chiari per favore: ci state consigliando di tornare alle Marlboro? Sono più redditizie per voi?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 15/06/2013 - 10:50

Da Napoli, che ha ormeggiata in porto la flotta di motoscafi off-shore per il contrabbando di sigarette, si leva la tamurriata che maledice, con peste e corna, l'innovativo, tascabile narghilè. No comment.