Meteo, da martedì crollo di 10 gradi delle temperature

Temperature in brusco calo a partire da martedì. La giornata di Pasquetta di fatto porterà via il sole primaverile degli utlimi giorni: la situazione meteo

Temperature in brusco calo a partire da martedì. La giornata di Pasquetta di fatto porterà via il sole primaverile degli utlimi giorni. Al pomeriggio spiegano i meteorologi di Meteo.it, anche sul medio versante adriatico; più nubi e un po' di instabilità al Sud e a fine giornata anche al Nordest. Per i prossimi giorni, invece, colpo di coda dell'inverno a causa di un nucleo di aria fredda proveniente dal Nord Europa che causerà un brusco calo termico inizialmente al Nord, da mercoledì anche al Centrosud, con forti venti settentrionali e il ritorno della neve su Alpi orientali e in alcuni settori dell'Appennino. Al Nordest e sulle regioni adriatiche le temperature saranno in diminuzione entro mercoledì anche di 8-10 gradi.

Oggi sole e un po' di nuvole nel pomeriggio al Nordovest, in Emilia Romagna, gran parte del Centro e delle isole. Più nuvolosità al Sud con qualche rovescio, soprattutto su Appennino e Calabria; temporali in sviluppo sui rilievi del Nordest e sulle vicine pianure. Temperature massime in sensibile calo al Nord e sul medio-basso Adriatico, venti in attenuazione al Nord, moderati o forti al Sud e nelle isole. Martedì prevalenza di bel tempo al Nordovest e sulle isole maggiori, più nubi nel resto d'Italia, con rovesci e temporali al mattino su Venezie, Marche e interno del Centro; nel pomeriggio fenomeni più intensi su Emilia Romagna, medio Adriatico e interno del Centro. Qualche pioggia insiste anche in Veneto; qualche acquazzone nel Lazio. Deboli nevicate sulle Alpi orientali anche al di sotto dei 1000 metri. Temperature in ulteriore calo al Nord, ventoso ovunque con mari da mossi ad agitati.

L'aria fredda mercoledì tenderà a propagarsi su tutta Italia, sospinta da sostenuti venti settentrionali. Il clima risulterà più freddo anche al Centrosud, freddo accentuato dall'effetto del vento. La circolazione depressionaria collegata a questa massa d'aria fredda avrà effetti sull'Italia fino a venerdì, mentre nel fine settimana sarà probabile un miglioramento con tempo più stabile e temperature più miti.


Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 17/04/2017 - 11:46

eh.... questo effetto serra. diventeremo un paese tropicale... intanto ad aprile i riscaldamenti sono ancora accesi e la notte è freddino

Luigi Farinelli

Lun, 17/04/2017 - 13:21

Abbiate pazienza, non appena la temperatura salirà di un grado arriveranno i primi notiziari (figuriamoci la RAI) sui cambiamenti climatici, sull'aumento di temperatura del pianeta dovuto a troppa CO2 prodotta da troppi esseri umani, con Gaia che, così, non può "crescere e svilupparsi" e allora giù aborti e de-natalizzazione (ma solo in Occidente). I record del freddo australe non sono politicamente corretti e non bisogna mai divulgarli. Qualcuno prova a dire (gli scienziati veri, non gli ecologisti e pseudo-scienziati di regime pagati da Soros a cui vanno i Nobel, vedi Al Gore) che di solito è freddo in inverno e caldo in estate ma viene immediatamente messo al muro dopo processo sommario perché tutti debbono dire che il livello degli oceani si sta alzando a causa dello sciogliersi dei ghiacci (nonostante sia perfettamente stabile da secoli) e sommergerà Londra e Venezia con 20 metri d'acqua.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 17/04/2017 - 14:10

Venezia doveva essere a mollo gia da 10 anni......

Zizzigo

Lun, 17/04/2017 - 17:45

Ricordate? "il battito d'ali di una farfalla... " e quante "farfalle ecologiche" hanno installato, beffandosi del mondo intero, sfruttando la potenza di ultra-millenarie correnti d'aria?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 17/04/2017 - 19:32

Azz....mi toccherà riaccendere il riscaldamento. Tutta colpa di Renzi.

Sabino GALLO

Mar, 18/04/2017 - 01:17

Tutto si gioca sui 2 gradi di variazione della temperatura del globo! Calcoli precisi che prendono in conto le temperature dal '400 in poi, tenendo conto di una media senza limiti di tempo. In più o in meno? Non bisogna essere troppo esigenti. Non ci sono dubbi : dopo il freddo dei prossimi due giorni, la temperatura tornerà ad aumentare! La nerve primaverile è un indizio di grande caldo! Ed il livello del mare aumenterà. E se volete verificarlo, andate a misurarlo sui paletti presenti in mare per legare le barche da noleggio dei bagnanti.