Meteo, le previsioni per il weekend

Le previsioni del tempo segnalano un graduale peggioramento tra oggi e domani con deboli piogge sull'estremo nord ovest e isole

Le previsioni del tempo segnalano un graduale peggioramento tra oggi e domani con deboli piogge sull'estremo nord ovest e isole con neve in arrivo fino a bassa quota su entroterra lugure e Piemonte. Si segnala anche l'alto rischio di gelate previste per stasera sull'alessandrino e il pavese. Allerta gialla in Lombardia, nell'oltrepo pavese, per rischio neve. Possibili anche i rovesci e i temporali tra domani sera e domenica tra la Sicilia e il basso Ionio. Siccità al nord: nessuna pioggia rilevante da due mesi. "Nel corso della giornata odierna (venerdì) ci attende un nuovo graduale peggioramento del tempo per l'avvicinarsi da ovest di una perturbazione atlantica che, a fine giornata, porterà qualche debole nevicata fino a quote molto basse all'estremo Nordovest. Domani (sabato)- spiegano i meteorologi di Meteo.it- il nucleo di questa perturbazione darà vita a un vortice di bassa pressione che nel corso del fine settimana si sposterà dalle Baleari allo Ionio, influenzando in tal modo anche il tempo in Italia".


"In particolare, domani (sabato) - segnalano gli esperti - avremo un po' di precipitazioni all'estremo Nordovest (qui sempre con delle nevicate fino a bassa quota) e sulle Isole Maggiori, mentre domenica pioverà più che altro sulle estreme regioni meridionali e la Sardegna. Lunedì, prima di abbandonare definitivamente i mari attorno alla nostra Penisola e spostarsi sull'Egeo, il vortice di bassa pressione porterà ancora un po' di piogge sulle estreme regioni meridionali. Le temperature invece nei prossimi giorni non subiranno grandi scossoni e quindi oscilleranno ancora attorno a valori normali per questo periodo". Per la giornata di domani si segnala la prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso al Nordest, mentre nel resto d'Italia aumenterà la nuvolosità, anche se non mancheranno le temporanee schiarite. In Sardegna occasionali piogge sul settore orientale. Deboli piogge anche sulla Liguria centro-occidentale con neve fino a basse quote nell'entroterra. Tra la sera e la notte, possibili nevicate fino in pianura in Piemonte, soprattutto nell'ovest. Temperature con poche variazioni. Venti moderati di Scirocco sui mari di ponente, di Tramontana in Liguria con qualche rinforzo sulla Sardegna.

Per la giornata di sabato si segnala tempo abbastanza soleggiato all'estremo Nordest. Nel resto del Paese cielo nuvoloso. Al mattino deboli piogge sulle coste liguri, neve fino a quote basse sull'Appennino ligure e sul Piemonte meridionale. Qualche pioggia isolata in Sicilia. Ancora qualche precipitazione nel pomeriggio in progressivo esaurimento tra Piemonte meridionale e Liguria. Qualche pioggia isolata in Sardegna: rovesci isolati in Sicilia, che diverranno più intensi la sera, soprattutto nel settore meridionale e orientale, propagandosi anche verso la bassa Calabria ionica. Temperature in aumento, specialmente nei valori minimi. Venti da moderati a forti di Scirocco sui mari di Ponente e sulla Sicilia. Tramontana in Liguria.
Le eccezionali nevicate che hanno interessato la scorsa settimana la dorsale appenninica centrale hanno favorito la formazione di consistenti accumuli un po' a tutte le esposizioni ma in particolare sui versanti sud-occidentali. Tale situazione fa si che il pericolo valanghe sia di grado 3 (marcato) sul settore appenninico tra le Marche e il Molise. Sul settore abruzzese il manto nevoso si sta consolidando ed è per lo più instabile. Sono presenti strati superficiali di neve umida-bagnata a debole coesione su strati intermedi moderatamente consolidati. Sono assolutamente da evitare le attività escursionistiche al di fuori dalle piste battute e segnalate.

Nella giornata di domenica le precipitazioni associate alla nuova perturbazione interesseranno essenzialmente i versanti ionici e la Sardegna orientale. Nel resto del Paese situazione più tranquilla, con la presenza di un po' di nuvole in Pianura Padana, Liguria e regioni adriatiche. La giornata sarà ventosa al Sud e attorno alla Sicilia a causa della depressione che nel frattempo si sarà spostata dalle Baleari (sabato), al canale di Sicilia (domenica). Temperature stazionarie o in lieve rialzo. I giorni della merla (29-30-31 gennaio) vedranno dunque precipitazioni solo all'estremo Sud, gli ultimi effetti residui della perturbazione in arrivo nel weekend e in successivo rapido miglioramento, con clima invernale in tutta Italia ma senza eccessi di freddo.
Il mese di gennaio si concluderà quindi senza precipitazioni significative per le regioni settentrionali, a conferma della grave siccità che sta caratterizzando l'attuale stagione invernale. A tale proposito possiamo osservare, nelle proiezioni a lungo termine da parte dei modelli matematici a nostra disposizione, la conferma verso un possibile sblocco di tale situazione con il mese di febbraio quando si intravede la ripresa del flusso più umido atlantico, con un maggior coinvolgimento del Nord Italia dove potrebbero quindi tornare le precipitazioni. Una evoluzione, questa, che necessità di conferme nei prossimi aggiornamenti.