Meteo, temporali in arrivo: temperature si abbassano

Oggi ancora caldo intenso soprattutto in Emilia Romagna e al Centrosud, con un'accentuazione del disagio dovuto all'afa

Oggi ancora caldo intenso soprattutto in Emilia Romagna e al Centrosud, con un'accentuazione del disagio dovuto all'afa. "In molte aree del Nord- spiegano i meteorologi di Meteo.it- dopo un inizio di giornata con temperature molto alte, la calura tenderà ad attenuarsi grazie al passaggio di una perturbazione atlantica che causerà un'accentuazione dell'instabilità, con il rischio di temporali anche forti. La tendenza per la prossima settimana conferma che l'attuale ondata di calore proseguirà al Centrosud dove, fino almeno alla giornata di giovedì, si potranno registrare picchi di temperature superiori ai 35°C". Il caldo sarà meno intenso al Nord dove a tratti si potranno osservare alcuni locali episodi di instabilità, più probabili in prossimità del settore alpino e prealpino. Un cambiamento più significativo della circolazione atmosferica si potrebbe profilare per l'ultima parte della settimana: a partire da venerdì, infatti, i modelli a nostra disposizione propendono per un'interruzione dell'ondata di caldo prima al Centronord, poi anche al Sud. La tendenza per la prossima settimana conferma la prosecuzione dell'attuale ondata di calore al Centrosud e in Emilia Romagna dove, fino almeno alla giornata di giovedì, si potranno registrare picchi di temperature superiori ai 35°C. Il caldo sarà meno intenso al Nord, con valori di poco superiori ai 30°C, e a tratti si potranno osservare alcuni locali episodi di instabilità, più probabili in prossimità del settore alpino e prealpino, ma con sconfinamenti anche sull'alta pianura nella giornata di martedì. Nella giornata di mercoledì qualche fenomeno anche sulle coste dell'alto Adriatico. Un cambiamento più significativo della circolazione atmosferica si potrebbe profilare per l'ultima parte della settimana: a partire da venerdì, infatti, i modelli a nostra disposizione propendono per un' interruzione dell'ondata di caldo prima al Centronord e poi anche al Sud, per l'azione di una perturbazione atlantica accompagnata da aria più fresca.