Roma, follia sulla metro: il rapper entra in cabina e "sequestra" un treno

Una folle corsa durata oltre tredici minuti all'interno di una delle cabine di guida di un treno della Metro B: la bravata del rapper Gast fa il giro del web. Ma è polemica sui sistemi di sicurezza

Paura e delirio sulla Metro B. Protagonista delle scorribande che hanno fatto il giro del web grazie ad una diretta su Instagram (guarda il video) è il rapper romano Gast, al secolo Manuel Gastrite. Con i quasi 25mila follower che conta sul social network condivide canzoni e bravate. E così ieri ha pensato bene di intrufolarsi nella cabina di guida di un treno in transito sulla linea B della metropolitana di Roma.

Il video, che ora è stato rimosso dal profilo del cantante romano, si apre con lui che si avvicina ad una guardia armata, cercando di sfilarle la pistola dalla fondina. Poi, come se nulla fosse, apre la porta della cabina di guida, posta in fondo ai vagoni, e si accomoda al posto del macchinista per far vivere ai suoi fan un’esperienza alternativa. Tutto nell’indifferenza generale di passeggeri e servizio di sicurezza. “Niente, m’hanno preso a lavorà in metro”, ironizza con il popolo di Instagram. Il video prosegue per tredici minuti, durante i quali, manco a dirlo, nessuno interviene.

“Vi piace questa superdiretta?”, chiede ai suoi follower mentre dispensa consigli su come sistemarsi all’interno della cabina del conducente senza essere scoperti dai vigilantes. “Non lo rifate, ma semmai ve dovesse veni’ de fallo, date ‘na controllata allo specchietto”, avverte. Lui, chiarisce, cerca solo un po’ di “poesia romantica”. Ma se ad intrufolarsi nella cabina di guida fosse stato un malintenzionato meno avvezzo ai sentimentalismi, cosa sarebbe potuto succedere? Questa è la domanda che si sono posti in molti osservando il rapper eludere qualsiasi tipo di controllo di sicurezza.

Neppure all’ingresso, dove il cantante entra scavalcando i tornelli senza pagare il biglietto, c’è nessuno pronto ad intervenire. Secondo quanto riferisce il Messaggero, che per primo ha pubblicato il video postato su Intagram, di solito la cabina di guida in fondo al convoglio è chiusa a chiave. La performance del rapper romano, però, dimostra che questa misura di precauzione non venga applicata su tutti i treni.

Commenti

poli

Mer, 19/09/2018 - 17:06

in Italia non funziona niente, è inutile che mettono l'Esercito, è inutile tutto, alla fine si vedono i fatti, e il tipo ne ha dato dimostrazione,Allucinante!!!!

Ritratto di RedNet

RedNet

Mer, 19/09/2018 - 19:16

Fatto bene. Cosi si vede come sono messi nella capitale di un italia che non funziona.

Cheyenne

Mer, 19/09/2018 - 19:55

L'ESERCITO SERVE SE HA L'ORDINE DI SPARARE. QUESTE COSE SUCCEDONO SOLO IN ITALIA, NEANCHE NEL CONGO. IL "RAPPER" SE NE USCIRA' CON UNA TIRATINA D'ORECCHI E SE UNO CRITICA VIENE INQUISITO PER RAZZISMO. FOLLI