"La mia guerra da paracadutista di Mussolini: ero fascista e amavo l'aria"

Franco Malaguti, 91anni, ha raccontato al Resto del Carlino il suo rifiuto ai partigiani e la scelta di servire Mussolini fino all'ultimo

Fascista prima e paracadutista nella Repubblica Sociale Italiana poi. È la storia, in sintesi, di Franco Malaguti, 91enne fiero parà di Mussolini. A tanti anni dalla fine della guerra, ha rilasciato un'intervista a Matteo Fabbri sul Resto del Carlino per consegnare ai posteri la sua testimonianza. Quella di chi, giovane soldato ai tempo del conflitto, decise di dire 'no' ai partigiani e prese la via di Salò, al fianco del fascismo "di cui ero sostenitore".

Nato il 20 novembre del 1924 a Vigerano Mainarda, è uno dei giovani che l'8 settembre 1943 volgendo le spalle a Badoglio decise di entrare a far parte del battaglione Azzurro, i paracadutisti della Repubblica di Salò. Svolse l'addestramento nella caserma dei pompieri a Milano, poi venne mandato nel 1944 a Tradate (Varese), sede del Raggruppamento Arditi Paracadutisti. Riservista a Spoleto, fece poi attività di pattugliamento nelle Valli di Lanz e vide la fine della guerra dalla Val d'Aosta.

Non pensò nemmeno un attimo di disertare. "La mia era una famiglia di contadini affittuari che aderì al fascismo perché disgustata dalla situazione di disordine generale in cui versava l'Italia dopo la fine della prima guerra mondiale. Di conseguenza - conclude Franco - anche io ero un sostenitore del fascismo, soprattutto sul piano ideologico-valoriale".

La sua militanza nella Rsi fu segnata dalla guerra civile e dagli scontri con i partigiani. "A Omegna e nelle Valli di Lanzo - continua - la nostra compagnia subì qualche attacco isolato, sempre senza conseguenze, da parte dei partigiani. Solo una volta vidi da vicino un partigiano: un sera, in una stazione ferroviaria, trovammo un ragazzo armato. Il nostro comandante lo uccise: ma io mi dossociai da quell'atto".

Franco venne fatto prigioniero dagli Alleati. "Quando arrivammo a Coltano (Pisa), il campo non era ancora stato ultimato. Quindi vivemmo per tre giorni all'addiaccio, dormendo per terra. Il cibo si ridusse progressivamente. Venni rilasciato dopo 5 mesi".

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Mar, 01/12/2015 - 16:14

Onore alla lealtà ed al coraggio di un uomo che ha fatto la scelta giusta in un momento buio e vergognoso dell'Italia.

Ggbs

Mar, 01/12/2015 - 16:36

onore al Sig.Malaguti

vince50

Mar, 01/12/2015 - 16:43

Uomo d'onore non un infame traditore.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 01/12/2015 - 17:20

onore al camerata Franco Malaguti

Ritratto di sitten

sitten

Mar, 01/12/2015 - 17:29

1.10.100.1000.10000.100.000.1000.000. Di Questi Uomini, non i cialtroni traditori.

degrisy

Mar, 01/12/2015 - 17:30

Le radici profonde non gelano mai.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 01/12/2015 - 18:36

Malaguti chi?

Cheyenne

Mar, 01/12/2015 - 19:03

ONORE SEMPRE ONORE A CHI AMA LA PATRIA E COMBATTE I KOMUNISTI OMICIDI

Stefano Matera

Mar, 01/12/2015 - 20:11

un uomo così mi rende orgoglioso di essere italiano!!!!!!!!!

vince50

Mar, 01/12/2015 - 20:18

Sig.luigipiso,è descritto a chiare lettere chi è il camerata Franco Malaguti.Due le possibilità,o lei non sa leggere oppure per altre ragioni legge ma si rifiuta di capire.O meglio la comprensione e direttamente proporzionale all'indottrinamento.

gbuzziferraris

Mar, 01/12/2015 - 20:25

Onore a quest'Uomo. Avessimo ancora gente cosi'!!!

gbuzziferraris

Mar, 01/12/2015 - 20:27

Dovremmo tributare onore a quest'Uomo anche ufficialmente.

Franz Canadese

Mer, 02/12/2015 - 03:48

Giovane e libero e fedele ai suoi ideali. ONORE! Molti tra i ventenni di oggi sono mezze calzette al Suo confronto. Grazie della Sua testimonianza, preziosa, prima che l'entropia culturale la cancelli per comodita' o indifferenza.

Ritratto di Mickey_70

Mickey_70

Mer, 02/12/2015 - 05:48

non condivido la dottrina fascista (dottrina, non ideologia), ma onore al sig. Malaguti. per la sua coerenza ed il suo coraggio. doi allora e di adesso. effettivamente, ci fossero piu' persone responsabili, coraggiose e coerenti, l'Italia di oggi sarebbe serenamente una delle prime potenze mondiali.

ORCHIDEABLU

Mer, 02/12/2015 - 07:55

VECCHIE MENTALITA' DISTORTE DALL'EDUCAZIONE DI SOCIETA' PATRIARCALI,FRUTTO DI PERSECUZIONI E VIOLENZE FATTE AI FIGLI MASCHI GIA' DA BAMBINI CHE DOVEVANO A TUTTI I COSTI MOSTRARSI CAPACI DI UCCIDERE,FACENDO GLI INTERESSI DEI DITTATORI DI ALLORA,IN ITALIA E IN TUTTO IL MONDO.ERANO PROPRIO POVERI UOMINI SENZA DIFESE.IGNORANZA GENERALE.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 02/12/2015 - 07:59

ONORE al Sig. Franco MALAGUTI. ONORE a chi ama la NAZIONE!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 02/12/2015 - 09:16

Un fascismo che dopo le glorie, attraverso gli atti, del primo decennio cadde progressivamente nel pantano del culto della personalità e dell'arrivismo di persone che nel fascismo non credevano ma lo usavano a fini propri. Per i ragazzi di Salò poi si trattò di una vera e sola esaltazione dovuta all'indottrinamento, tanta era l'evidenza che ormai la parabola si era compiuta e la fine ineluttabile. Chi ha creduto onestamente in un ideale, nero o rosso, va rispettato; gli infami, di qualsiasi colore vanno condannati. I ciechi volontari o in malafede alla luigipiso vanno solo ignorati, tanto sono meschini.

Ritratto di mrmapo

mrmapo

Mer, 02/12/2015 - 09:52

un fascista che si dissociava dall'uccisione di un partigiano? Cos'è, la versione politicamente corretta della guerra civile?

roby55

Mer, 02/12/2015 - 09:57

la situazione di disordine generale in cui versava l'Italia dopo la prima guerra mondiale, continua ancora oggi. Per questo gli Italiani avrebbero bisogno di una certa conversione sul piano ideologico valoriale al fascismo. Invece, ci siamo lasciati invadere da romeni e albanesi prima, da migranti e rifugiati adesso. Il paese si sta trasformando in un grande bordello senza integrazione da parte di chi arriva, anzi vengono qui con la pretesa che siamo noi a doverci adeguare a loro.

ORCHIDEABLU

Mer, 02/12/2015 - 13:23

TUTTI CI VOGLIONO VENDERE IL PETROLIO E QUINDI LA LEGA PER PRIMA SI DOVRA' ADATTARE ALLO SCAMBIO DI FAVORI.GLI ALTRI CI DANNO IL PETROLIO ,E PAGHIAMO,LORO CI RESTITUISCONO IL FAVORE CON TANTE FAMIGLIE BISOGNOSE,OVVIAMENTE SPERIAMO TUTTE ONESTE.

Tino Gianbattis...

Mer, 02/12/2015 - 21:00

Paracadutista Franco Malaguti, FOLGORE!!!

Tino Gianbattis...

Mer, 02/12/2015 - 21:03

Paracadutista Franco Malaguti PER L'ONORE d'ITALIA 8-9 SETTEMBRE 1943 ONORE A TE E AL COMANDANTEEDOARDO SALA FOLGORE!!!