Michelin CrossClimate è da montare tutto l'anno «Nuova pietra miliare»

La Bagnaia (Siena)Rivoluzione Michelin, l'ennesima: nasce lo pneumatico estivo con certificazione invernale. «Non è un compromesso - spiega il presidente e ad di Michelin Italia, Lorenzo Rosso - ma il frutto della tecnologia innovativa che ha permesso di sfruttare al meglio le caratteristiche di prodotto per la bella stagione (frenata più sicura su asciutto e bagnato, meno consumi) con quelle di una gomma adatta al periodo freddo (più trazione e motricità a beneficio della sicurezza). CrossClimate, insomma, apre una nuova strada e, voglio essere chiaro, non è uno pneumatico all seasons ». Ecco, dunque, lo pneumatico che si può utilizzare tutto l'anno, dotato di etichetta C (meno consumi e rumorosità) e di etichetta A (frenata su fondi stradali bagnati). Sono 23 le dimensioni proposte da Michelin per CrossClimate che, precisa il costruttorre francese, «non ha rivali». «Il listino prezzi - aggiunge Rosso - è coerente con il tipo di prodotto, intermedio tra un estivo e un invernale. Si tratta, senza dubbio, di una nuova pietra miliare posta da Michelin dopo il lancio del primo pnenumatico “verde”, quello che ha fatto la differenza in tema di efficienza e riduzione dei consumi. CrossClimate risponde, nel modo migliore, alle richieste dei consumatori italiani che, per il 50%, viaggiano tutto l'anno con alle ruote dei loro veicoli gomme estive, correndo seri rischi in caso di fondi gelati o ghiacciati». Oltre ai privati, CrossClimate guarda con attenzione alle flotte aziendali in quanto, puntualizza Rosso, «cancella tutta una serie di problemi di carattere gestionale».

Valore aggiunto di questo pneumatico, inoltre, è la matrice italiana. È infatti prodotto nell'impianto di Cuneo, che ha da poco celebrato i 50 anni di attività, ed è il più grande di Michelin nell'Europa occidentale. «Michelin è molto attaccata all'Italia - osserva Rosso -: non è un caso che il primo sito fuori dai confini francesi nacque, un secolo fa, a Torino». Soddisfatto, Rosso, per i risultati del gruppo in Italia: «Il 2014 si è chiuso con ricavi per 1,7 miliardi e l'anno in corso ci vedrà mantenere la posizione di leader. Dal 1899 Michelin è è un marchio di riferimento per l'innovazione tecnologica nel settore».