Dal microcredito Cei soldi a un islamico: la protesta del parroco

La Cei aiuta migranti di fede islamica. La protesta di Don Luigi: "Gli italiani sono trattati peggio dei migranti"

"Gli italiani sono trattati peggio dei migranti!". A dirlo è don Luigi Larizza, parroco della parrocchia del Sacro Cuore a Taranto. Il sacerdote, intervistato da La Fede Quotidiana, accusa duramente il vescovo di Lecce. Denuncia la diversità di trattamento fra i leccesi e gli extracomunitari. Pare che la diocesi, grazie al microcredito Cei, abbia dato un prestito a fondo perduto di 10mila euro ad un pakistano islamico per avviare un’attività commerciale.

Il sacerdote, indignato, tuona: "Ora la diocesi di Lecce aiuti anche i leccesi e non solo i musulmani. Tutti devono essere aiutati senza discriminazioni". E poi invita i cittadini in difficoltà a chiedere una mano d’aiuto al prelato. "A questo punto dico ai leccesi: bussate alla porta della diocesi e chiedete al vescovo, se siete in difficoltà o volete avviare un’attività. Sulla base di quello che ha fatto per il pakistano ritengo dovrà fare anche per tutti voi".

Dunque, don Larizza, chiede soltanto una parità di trattamento in un periodo nel quale gli italiani si sentono abbandonati dalle istituzioni e sono alla canna del gas. Il prete invita la diocesi ad usare la stessa magnanimità con i suoi figli che non possono pagare l’affitto o non arrivano alla fine del mese. "Se ovviamente questa gente non riceverà lo stesso trattamento del pakistano, vorrà dire che il vescovo ha sbagliato".

E, quando lo accusano di essere razzista, il sacerdote risponde perentoriamente: "Nessun razzismo. Semmai, il razzismo è al contrario! Gli italiani spesso vengono trattati peggio dei migranti. Il razzismo lo stanno subendo proprio loro. La carità va fatta a tutti senza valutare la razza e il colore; qui sembra che lo Stato preferisca i migranti alle ragioni degli italiani, che stanno sopportando tanto e sono sin troppo pazienti. Le necessità dei connazionali sono spesso ignorate, mentre, a chi viene da fuori, si assicura tutto. Questo è ingiusto ed immorale! Del resto, perché questo signore islamico non ha chiesto soccorso alla sua comunità? Vada da loro! Tuttavia, è giusto dire che i musulmani spendono i soldi per costruire le moschee, e, infatti, a Roma ne hanno una più grande di San Pietro".

Commenti
Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 16/12/2016 - 16:13

Il Vescovo ha sbagliato comunque anche se d'ora in avanti concederà lo stesso trattamento ai Cristiani Leccesi! Per questo da un bel po' di tempo non regalo neanche più un centesimo a questa Chiesa!

Una-mattina-mi-...

Ven, 16/12/2016 - 16:31

LO STIAMO A DIRE TUTTO IL GIORNO, MA LORO CONTINUANO, CONTINUANO, secondo piano e direttive

Ritratto di MLF

MLF

Ven, 16/12/2016 - 16:39

Finalmente un prete degno di tale titolo. Fossero tutti cosi', l'Italia andrebbe meglio.

Trinky

Ven, 16/12/2016 - 16:42

Ecco, mo non vedranno più manco i 50 centesimi che mettevo durante la messa......

mariod6

Ven, 16/12/2016 - 16:50

Ma tanto la CEI se ne frega. Il Papa li chiama fratelli e li definisce benvenuti; gli italiani non contano nulla. Basta che paghino e che diano il loro 5 per mille alla chiesa. Se poi un prete protesta lo cacciano in una parrocchia di montagna in tanta malora; l'operato del vescovo non si discute; si subisce.

baronemanfredri...

Ven, 16/12/2016 - 16:56

CONCORDO CON ZANZARATIGRE FINO A QUANDO LA CHIESA DI ROMA SI COMPORTERA' COSI' NEI RIGUARDI DEI NOSTRI NEMICI E SUOI, E DON CICCIO D'ARGENTINA LA SMETTE IN OGNI OCCASIONE DI PARLARE DI ACCOGLIENZA, IO DARO' I MIEI SOLDI COME GIA' FATTO ALTRE VOLTE ALLA CHIESA ORTODOSSA RUSSA. PUR RESTANDO CATTOLICO.

gianni.g699

Ven, 16/12/2016 - 17:16

La CEI ... Traditori di se stessi !!!

rossini

Ven, 16/12/2016 - 17:18

È evidente che si tratta di razzismo all'incontrario. Quando mai la Chiesa ha finanziato un italiano perché aprisse un'impresa. Non l'ha mai fatto e non lo farà mai. La stessa cosa avviene per gli ospedali. Avete visto la direttiva del direttore sanitario di un ospedale sardo che raccomandava di dimettere i degenti italiani per fare posto agli immigrati in arrivo? A questo punto: mai più 8 per 1000 alla Chiesa cattolica e mai più voto in favore del Pd. Ricordatevelo italiani

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 16/12/2016 - 18:12

-------è vero ---è musulmano ---ma è anche cittadino italiano a tutti gli effetti-----avendo acquisito la cittadinanza sposando un'italiana---i suoi figli saranno italiani----dunque la chiesa finanzia un italiano ed una famiglia italiana-----una volta che ci sta qualcuno che ha voglia di fare e lavorare---di tirar su famiglia ecc --non va bene manco in questo caso----ma che diavolo volete dalla vita????---un lucano???-----hasta

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 16/12/2016 - 18:16

Don Luigi attento, la scomunica con bolla papale é in arrivo. Lutero venne scomunicato per molto meno. Quello lá non ci pensa due volte. Ed é per questo che col ca770 do il mio 8per mille a quello lá.

Scirocco

Ven, 16/12/2016 - 18:17

E' per questo motivo che da anni la Chiesa non becca più il mio 8 per 1000!

Fermantiport

Ven, 16/12/2016 - 18:58

Questo è il secondo anno che non firmo sul 730 a favore della Chiesa Cattolica e non destino una cifra per il Sostentamento del Clero. Mi spiace per quella gran parte dei Sacerdoti che non nuota certo nell'oro, ma soldi alla Chiesa Cattolica che fa questa "politica" BASTA!

guardiano

Ven, 16/12/2016 - 19:29

Mettiamo questo parroco al posto di francesco, che forse ne è più degno.

jenab

Ven, 16/12/2016 - 19:40

la cei è come un partito politico, sta cercando nuovi voti

Tarantasio

Ven, 16/12/2016 - 20:52

puro razzismo... aiutare quelli che vengono da lontano e non vedere il bisogno del vicino di casa

ziobeppe1951

Ven, 16/12/2016 - 21:09

Chi va a Roma con la borsa piena diventa vescovo

Fabietti

Ven, 16/12/2016 - 22:47

di qualche mese fa la notizia di un fedele dell'isis partito dall'italia anche grazie ai soldi di un prestito bancario. Probabile che quel prestito fosse stato dato con la garanzia della cei (la stessa di cui si parla nell'articolo).

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 16/12/2016 - 23:54

questi non capiscono nulla. Il microcredito non è a fondo perduto, è solo dato per poi essere recuperato nel tempo dopo che ha aperto una attività. Allora che andiamo a lavorare a fare, ci facciamo dare un credito a fondo perduto tutti e viviamo così.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Sab, 17/12/2016 - 00:49

Il clero ha capito che il cristianesimo è finito e tenta un'operazione usato sicuro nella comunità muslim per salvare la poltrona.

Pensobene

Sab, 17/12/2016 - 06:28

Buono a sapersi. Così l'anno prossimo non darò l'otto per mille alla chiesa.

Algenor

Sab, 17/12/2016 - 07:44

Elkid, non c'é scritto cittadino italiano nell'articolo e comunque la nazionalitá non é un attributo basato su un pezzo di carta: che senso ha inoltre una chiesa che invece di aiutare i propri fedeli aiuta quelli altrui?

Archimede37

Sab, 17/12/2016 - 09:11

questi personaggi stanno rottamando la religione cattolica

elio2

Sab, 17/12/2016 - 09:17

E' sufficiente andare in pakistan per ricevere lo stesso trattamento, in ossequio alle direttive dell'imam d'oltre tevere per i suoi sottoposti, per i suoi fratelli, (suoi, non miei) oppure non credete sia così? Non dare soldi alla chiesa cattolica, neanche un centesimo, che verranno spesi per la gran parte a sovvenzionare i suoi stessi nemici.

buri

Sab, 17/12/2016 - 11:28

se un giorno i musulmani prenderanno il sopravento e ci riduranno in uno stato di servitudine, gran parte della colpa sarà della chiesa che, a tutti i livelli, dai Vescovi fino al Papa, invece di difendere i cristiani favorisce gli infedeli

routier

Sab, 17/12/2016 - 11:29

Con i capi che si ritrova, il cattolicesimo targato ventunesimo secolo non ha futuro. I veri cristiani, (quelli che si riconoscono nella parola e negli insegnamenti di Cristo) ripartiranno dalle catacombe. Come nei primi secoli.

pensaepoiagisci

Sab, 17/12/2016 - 13:29

Uno puo' anche prendere la cittadinanza italiana..ma non sara' mai italiano perche' ha origini non italiane..anche quelli di seconda e terza generazione avranno sempre nel loro sangue un'anima straniera..infatti odieranno l'italia sempre perche' e' nel loro dna,nei loro geni la repulsione per l'italia,per il suo vero popolo e per la religione cristiana e cattolica degli italiani !

elio2

Sab, 17/12/2016 - 17:52

Compagno elkid, ha fatto 3 affermazioni di seguito, come lei conoscesse il pakistano, è così, oppure le notizie le vengono fornite dalla casa del popolo, e lei le deve solo divulgare a pappagallo, in ossequio alla più strampalata e fallimentare ideologia mai imposta su questo pianeta?