Microfacts, design in miniatura

Si dice che la bellezza sia nelle piccole cose. Un luogo comune? A giudicare da Microfacts, la mostra curata da Stefano Mattei al Lambrate Design District, sembrerebbe proprio di no

Si dice che la bellezza sia nelle piccole cose. Un luogo comune? A giudicare da Microfacts, la mostra curata da Stefano Mattei al Lambrate Design District, sembrerebbe proprio di no. Qui tutto è in miniatura, a partire da luogo scelto per l’esposizione. Piccola la stanza, minuscoli i quindici artefatti - tutti iscrivibili in un cubo di sei centimetri per sei - realizzati al termine di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo. Veri e propri prototipi scelti per mostrare al grande pubblico la creatività dei designer italiani. Ibridi tecnologici come il tappo con luce led, piccoli divertissement come il dosatore di spaghetti; oggetti di uso comune, insomma, che si trasformano in veri e propri capolavori di design.

Utili o, semplicemente, originali, tutti nascono dal bisogno di liberarsi del superfluo per dare spazio alle piccole magie della quotidianità. Una sfida all’idea stessa di progetto industriale, la disciplina nata per rendere esteticamente attraente tutto ciò che ingombra le nostre case. Si può fare arte, e bene, senza piegarsi alle leggi del mercato. Come? Producendo meno, ma soprattutto valorizzando ciò che già c’è. Poca materia e tanta fantasia per un design innovativo, equilibrato e leggero. E allora, cominciamo a pensare in grande. Anzi no. In piccolo.