Migranti, anche 20 poliziotti italiani a presidiare le frontiere albanesi

Alfano punta sulla partnership con l'Albania per fronteggiare la possibile deviazione dei flussi migratori sulle coste pugliesi dopo la chiusura della rotta balcanica

Dopo la chiusura della cosiddetta “rotta balcanica” sono sempre più fondati i timori che gran parte del flusso dei migranti e rifugiati potrebbe riversarsi sulle nostre coste, non più solamente attraverso il mar Mediterraneo, ma anche dal mare Adriatico. Anche se al momento non ci sono "prove evidenti" dell’apertura di questo nuovo fronte, secondo quanto ha affermato il nostro ministro dell’Interno, Angelino Alfano, l’Italia sta comunque alzando l’attenzione sulla possibile deviazione del flusso dei migranti dalla rotta balcanica a quella adriatica.

Per questo, come ha affermato ieri proprio Alfano, intervenendo nel corso della trasmissione Virus, su Rai 2, una partnership con il governo albanese sta diventando sempre più centrale nella strategia non solo italiana, ma anche europea, di contrasto ai flussi migratori verso il nostro continente. L’accordo Ue-Turchia, siglato la settimana scorsa a Bruxelles, contestato da molti e addirittura bocciato oggi dal Parlamento spagnolo con 227 voti contrari e 123 a favore, secondo Alfano, da solo non è sufficiente a garantire la sicurezza delle nostre frontiere marittime. Ed è proprio l’Albania, quindi, a dover diventare il secondo “caposaldo” della strategia italiana ed europea nel controllo dei flussi migratori. Costruire una strategia assieme all’Albania, è necessario, ha sottolineato Alfano nell’intervista con Nicola Porro, non solo per “sorvegliare meglio i confini”, ma anche per contrastare i “pericoli legati al terrorismo” sulla nuova possibile “rotta adriatica”.

Il rafforzamento della cooperazione Italia-Albania sul controllo delle frontiere sembra essere già iniziato. Il governo italiano ha infatti messo a disposizione del governo albanese, su richiesta di Tirana, venti poliziotti di frontiera italiani, che saranno operativi dalla prossima settimana con lo scopo di coadiuvare i poliziotti albanesi nel controllo dei confini con la Grecia, dove centinaia di migliaia di profughi continuano ad ammassarsi e dove si sta rischiando una vera e propria emergenza umanitaria.

Gli uomini delle Forze dell’Ordine italiane saranno quindi a disposizione del governo albanese dal prossimo 15 marzo. Nei prossimi giorni infatti, Tirana ha dichiarato di avere in programma, in linea con la strategia europea sull’immigrazione, e con il documento preliminare adottato nell’ultimo vertice europeo, di inviare ulteriori uomini delle proprie forze di sicurezza per rafforzare i confini, dove ha già incrementato i controlli in entrata e in uscita.

Sarà lo stesso Alfano, inoltre, a recarsi a Tirana per discutere delle misure da prendere per far fronte ad un’eventuale ondata di migranti verso Albania ed Italia, dopo la chiusura del confine tra Grecia e Macedonia. Proprio al confine con la Grecia, anche la Bulgaria, si prepara ad aumentare le misure di sicurezza. Il ministro della Difesa del governo di Sofia, Nikolaj Nenchev, ha comunicato infatti che la Bulgaria è pronta a costruire una barriera di filo spinato per contrastare gli ingressi illegali dei migranti, e, in caso le condizioni lo richiedessero, a dispiegare dai 650 ai 700 militari dell’esercito per sorvegliare i confini.

Annunci
Commenti

Cheyenne

Ven, 11/03/2016 - 16:35

20 poliziotti ?? ahahahahahahahah. Prepariamoci all'invasione incontrollata

Cheyenne

Ven, 11/03/2016 - 16:37

Mi vergogno di essere italiano. Un popolo serio avrebbe già rovesciato questa banda di farabutti

carpa1

Ven, 11/03/2016 - 16:40

Ma non fateci ridere! O sarebbe il caso di piangere? Alfano sta alzando l'attenzione: Dio ce ne liberi. Buffoni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/03/2016 - 16:46

AZZ, ben 20 poliziotti Italiani!!!!lol lol Se vedum dopu el "CINEMA".

linoalo1

Ven, 11/03/2016 - 16:54

Ma perché,invece di mandare quella MAREA di POLIZIOTTI,non mettiamo un cartello con scritte le Regole da Rispettare???

sergioilpatriota

Ven, 11/03/2016 - 17:02

Ma che significa controllare i confini? Che ci vanno a fare? Vuol dire che debbono impedire a chiunque di varcare il confine? Che debbono sparare su tutti coloro che tenteranno di entrare in Italia? Vuol dire che semplicemente li aiuteranno a trovare la strada più breve per entrare nel nostro paese (tipo guida turistica)? E non pensate che anche l'Albania, come la Turchia, busserà a denari (i nostri) per "controllare i flussi migratori?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 11/03/2016 - 17:05

Ben "venti poliziotti di frontiera italiani"...che dispendio di uomini e mezzi! Dove finiremo, di questo passo?

moshe

Ven, 11/03/2016 - 17:37

... evidentemente i poliziotti albanesi sono handicappati!

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 11/03/2016 - 17:59

heyenne hai perfettamente ragione. Nazione di mxxxa = popolo di mxxxa Molice Linyi Shandong China

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Ven, 11/03/2016 - 18:03

Tralasciando la decisione ridicola di inviare appena venti uomini - decisione che suscita tenerezza mista ad ilarità -, l'idea di salvarsi in corner rafforzando le partnership economiche con l'Albania è alla base totalmente campata in aria. Un paese piccolo come l'Albania non accetterà mai di pagare il prezzo e di farsi carico (da solo) delle scellerate politiche immigratorie che quell'invasata neo-terzomondista di Frau Invasiönen si è fatta suggerire dal piddì ed ha imposto a tutta l'Europa.

Ritratto di memeneutro

memeneutro

Ven, 11/03/2016 - 20:13

A fine Aprile mi scade il passaporto ma!sono indeciso se rinnovarlo vivo da 40 anni fuori dalla mia amata ITALIA CHE ogni Anno la vado a visitare ma mi sa che e un malato terminale........

apostrofo

Sab, 12/03/2016 - 17:22

Abbiamo mandato 20 poliziotti italiani (poveretti !) per fronteggiare qualche decina di migliaia di migranti avvelenati ? Allora stiamo a posto. Di che ci preoccupiamo !

seccatissimo

Dom, 20/03/2016 - 01:07

2 domande: 1) Esiste in Europa un altro popolo ridicolo come quello italiano ? 2) Come mai da ormai parecchi anni non riesco più ad essere orgoglioso di essere italiano, anzi, me ne vergogno ?