Migranti, feriti tre carabinieri in due risse in centri d'accoglienza

A Cagliari un ragazzo del Gambia ha ferito due carabinieri per evitare l'arresto. Ieri sera tre eritrei ne hanno ferito un altro intervenuto per sedare una rissa in un'altra struttura cittadina

Ancora due episodi che dimostrano la difficoltà dell'integrazione dei migranti in Italia. Un migrante ghambiano di diciotto anni ha aggredito, ferendoli, due carabinieri in un centro di accoglienza a Villanovaforru, in provincia di Cagliari.

Al centro "I Lecci", il ragazzo africano avrebbe aggredito e minacciato di morte la mediatrice culturale responsabile della struttura, di 61 anni. Il ragazzo si era innervosito perché la donna gli aveva chiesto conto della sua pratica di asilo, ferma ormai da circa un anno.

Quando i carabinieri sono intervenuti per calmarlo, il ragazzo è passato ad aggredire anche i militari per evitare l'arresto. Nella colluttazione due carabinieri sono rimasti leggermente feriti.

Ora il 18enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Da accertamenti, inoltre, è emerso che l'uomo aveva tentato di spacciarsi per minorenni pur senza esserlo. Vistosi scoperto, però, ha inoltrato ricorso.

Anche ieri sera un'altra rissa

Anche ieri sera tre migranti eritrei di 24, 25 e 26 anni hanno aggredito i carabinieri che erano intervenuti in un centro di accoglienza per sedare una rissa in un hotel di Cagliari.

Uno dei militari ha riportato ferite giudicate guaribili in quindici giorni. I tre sono stati bloccati ed arrestati per resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti
Ritratto di fabriziotorino

fabriziotorino

Mer, 08/06/2016 - 19:32

ma cosa aspettiamo? Che facciano diventare l'Italia una nazione da Terzo Mondo? Se non rispettano le regole bisogna cacciarli. Rispedirli a calcioni in Africa. Bestie irriconoscenti...

killkoms

Mer, 08/06/2016 - 21:56

le risorse dei catsocomunisti!