Migranti, No Tav in marcia: "Basta bloccare le persone"

I manifestanto contro Dublino e le politiche dell'Italia: "Non vogliamo un Europa in cui le merci e i profitti vanno super veloci mentre le persone che hanno la pelle del colore sbagliato vengono bloccate"

Un centinaio tra valligiani e No Tav sono partiti da Claviere alla volta di Monginevre, in Francia, per manifestare contro le politiche sui migranti messe in atto da Italia e Europa. Il corteo è stato bloccato al confine dalla polizia francese, ma è riuscito comunque a raggiungere il territorio transalpino attraverso i sentieri montani.

"Basta Dublino, basta accordi che obbligano le persone a restare in Italia, basta morti sulle montagne per passare la frontiera - dicono i manifestanti. Non vogliamo un Europa in cui le merci e i profitti vanno super veloci mentre le persone che hanno la pelle del colore sbagliato vengono bloccate".

Le proteste sono ricominciate ieri sera quando circa 100 manifestati si sono diretti verso Chiomonte, in Valsusa, per protestare contro la realizzazione della Torino-Lionee e hanno iniziato a lanciare petardi contro le forze dell'ordine che presidiano l'area.