Migranti occupano la strada: "Adesso vogliamo i documenti"

La protesta in provincia di Benevento per ottenere permessi di soggiorno e carte d'identità. Interviene la Cgil: "Tutte le pratiche saranno avviate subito dopo Ferragosto"

Chiedono a gran voce che gli venga concessa la carta d’identità e il permesso di soggiorno, alcune decine di migranti ospitati nel centro d’accoglienza di Castelvenere in provincia di Benevento sono scesi in strada per spingere l’amministrazione comunale a velocizzare l’iter per il conferimento dei documenti da loro richiesti.

Gli ospiti del centro hanno occupato poco prima delle nove della mattinata di ieri, la strada statale 87, la Sannitica. Sul posto, insieme ai vigili e alle forze di polizia di Telese Terme e ai carabinieri di Cerreto Sannita, impegnate nella gestione delle deviazioni del traffico e della sicurezza, sono arrivati anche gli esponenti della Cgil beneventana che hanno incontrato la giunta.

La situazione è rientrata qualche ora dopo, intorno alle 11, quando dal Comune sono arrivati gli incartamenti e i moduli necessari ad avviare le richieste di documenti avanzate dai richiedenti asilo ospitati in zona.

In una nota, il sindacato ha espresso soddisfazione per l’andamento della vicenda: “Dopo la protesta dei migranti, che ancora una volta facevano richiesta di documento di riconoscimento, ci siamo recati sul posto, abbiamo parlato con loro, raccolto le loro istanze e ci siamo recati al Comune di Castelvenere. Abbiamo avuto modo di parlare con il vicesindaco del comune, il quale ci ha garantito che tutti i rifugiati o richiedenti asilo, in possesso dei requisiti per il rilascio della carta d’identità, la otterranno: tutte le pratiche saranno avviate a partire dalla settimana successiva il 15 di agosto. Ci hanno dato la modulistica occorrente e le informazioni necessarie per la compilazione della richiesta”.

Commenti

venco

Gio, 04/08/2016 - 12:56

I migranti, in quanto clandestini non devono essere liberi di circolare nel territorio, e manco ancora di protestare, possono solo chiedere di tornare a casa.

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 04/08/2016 - 13:02

Giustissimo. Naturalmente con date di nascita farlocche, nomi farlocchi e provenienze di fantasia. E noi pir*a a cascarci come allocchi.

sergio_mig

Gio, 04/08/2016 - 13:08

Se non ne hanno diritto per quale motivo il comune deve rilasciare la carta d'identità e lo stato il permesso di soggiorno? Solo perché c'è di mezzo i sindacati? Cos'è tutta questa arroganza? Vorrei vedere se al loro paese alzano la cresta.

veraen

Gio, 04/08/2016 - 13:11

si anch'io domani sbarco su una spiaggia dell'Australia e faccio casino fino a che non mi danno il documento a nome di Paperina de Paperoni città di origine Topolinia, ah e naturalmente voglio la cittadinanza lavoro casa sussidi sanità ecc ecc

cgf

Gio, 04/08/2016 - 13:19

te pareva, quelli della CGIL erano già li pronti.... il mese di agosto!! l'unico documento da fornire sarebbe il biglietto di sola andata per tornare a casa, nella costituzione, la CGIL lo sa bene, c'è scritto art.1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. quindi LAVORO e SOVRANITÀ al popolo ITALIANO no ai sindacati e/o chi entra clandestino. VOGLIO VOGLIO MI DEVI MI FAI HO DIRITTO... de che?

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 04/08/2016 - 13:33

idranti

Gaeta Agostino

Gio, 04/08/2016 - 13:40

Questi parassiti non arrivano nemmeno nel nostro paese e chiedono "diritti". Sono organizzati dai comunistoidi che con loro fanno affari e ci guadagnano più della droga. E i doveri dove stanno? Siamo sicuri delle loro identità e provenienze, senza verificare una pippa gli diamo documenti che gli permetteranno di avere sussidi e scorrazzare per l'Europa a commettere crimini, e nel migliore dei casi a fare i parassiti vita natural durante.

Malacappa

Gio, 04/08/2016 - 13:57

Vogliamo i documenti,quelli li dovevano avere quando sono arrivati,la carta d'identita' si da agli italiani sti soggetti non sono italiani quindi via fuori dalla patria.

robybg

Gio, 04/08/2016 - 14:13

OCCUPANO LA STRADA? VOGLIAMO I DOCUMENTI? EHI "AMICI" SIETE VENUTI DI VOSTRA SPONTANEA VOLONTA' VI OSPITIAMO E MANTENIAMO ED AVETE PURE PRETESE? FATE PURE I PREPOTENTI? A PADILATE SULLA SCHIENA E SLIBERO LA STRADA POI VEDIAMO CHI PUO' AVERE I DOCUMENTI COME RIFUGIATO ,GLI ALTRI VIA RIMPATRIO !!!

Ritratto di il navigante

il navigante

Gio, 04/08/2016 - 14:23

Il mondo sta andando proprio alla rovescia. Normalmente, quando una persona arriva in un Paese diverso dal suo di origine, dovrebbe GIA' ESSERE IN POSSESSO di un suo proprio documento di identità, che appunto serve alle Autorità del luogo ad identificarlo. Se questi non hanno documenti non possono rimanere in Italia. Devono ritornare nel loro Paese di origine e andare preso gli Uffici preposti e farsi rilasciare NEL LORO PAESE il documento di identità.

aichemae

Gio, 04/08/2016 - 14:31

tutti gli argomenti nei quali sono intervenuti i sindacati sono finiti male. e non l'hanno ancora capito. credono di avere una missione da compiere -sfasciare quello che non è ancora sfasciato-

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 04/08/2016 - 14:32

Avete capito tutto! ... Con la prepotenza e la violenza in questo paese di vigliacchi potete ottenere tutto ció che volete.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 04/08/2016 - 14:33

l'unica cosa che spetta loro è un foglio di via con accompagnamento coatto alla frontiera. è ora di cambiare governo senza passare dal via.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 04/08/2016 - 14:38

Cribbio!!! Se hanno tutte le carte in regola possono avere le ferie pagate con soggiorni nelle località rinomate di loro gradimento e ti pareva che se non ci fossero stati i Sindacati tutti questi diritti sarebbero andati a carte quarantotto mentre i lavoratori cittadini italiani da sette generazioni aspettano anni prima di avere i contratti di lavoro aggiornati.

agosvac

Gio, 04/08/2016 - 15:15

Ovviamente le foto non sempre sono attinenti all'articolo. Ma da quel che si vede sono tutti neri ovvero africani. Non mi risulta che ci siano tante guerre in Africa da giustificare tale affluenza di richiedenti asilo. I siriani non sono affatto neri, sono caucasici.

petra

Gio, 04/08/2016 - 15:51

Appena fanno una protesta ecco che vengono subito accontentati. Com'è che se ci mettiamo noi italiani a chiedere qualcosa, non ci dà retta nessuno? E poi questi, hanno diritto o no a questi documenti o è sufficiente alzare la voce pe ottenere quello che vogliono. Siamo al ridicolo.

Blueray

Gio, 04/08/2016 - 15:52

Più che carte d'identità presumo siano semplici autodichiarazioni d'identità rilasciate su responsabilità personale dell'interessato quindi con valore anagrafico zero. Mi piacerebbe leggerne una. Naturalmente saranno equiparate alle nostre per ordine dell'Ue immagino.

Ritratto di MLF

MLF

Gio, 04/08/2016 - 16:26

Se gliele danno vinte tutte ad ogni accenno di protesta... Prossima volta cosa vogliono, il certificato di laurea ad honorem?? L'unica cosa che dovrebbero avere e' un posto in un cargo diretto in Libia.

ziobeppe1951

Gio, 04/08/2016 - 16:26

Non occorrono docomunti, garantisce il trombato di Trento

RexMastrin

Gio, 04/08/2016 - 16:27

A parte il fatto che è un vero scandalo che questa gente debba aspettare anni per sapere se ha diritto o no di entrare in EU. Alla fine comunque la daranno a tutti la Carta di Identità, in conformità delle risoluzioni ONU Agenda 21 - Migration Replacement nei prossimi anni ne dovrebbero arrivare in Europa almeno 40 milioni.

VittorioMar

Gio, 04/08/2016 - 16:47

...sono stati inquadrati in una forma di protesta "SINDACALE"!!

Raoul Pontalti

Gio, 04/08/2016 - 16:58

#il navigante da vasca da bagno e laghetto dei pesci rossi ignora che qui non è in ballo l'identificazione dei profughi, asilanti, etc. (già avvenuta), ma il rilascio di documenti validi per circolare sul territorio italiano quali la carta d'identità, il permesso di soggiorno e prima di tutto il certificato di residenza. Non si sta parlando di clandestini i quali non possono ovviamente accampare alcun diritto. Comica la pretesa di fare ritornare i profughi nel loro paese per ottenere documenti validi! Ma se sono profughi non possono avere ottenuto nel loro paese documenti validi per l'espatrio e poi validi per l'ingresso nell'area Schengen (visto Schengen italiano ad es.) e questo per definizione (non sarebbero altrimenti profughi).

marco.olt

Gio, 04/08/2016 - 17:16

La risposta delle autorità doveva essere: adesso vi asfaltiamo, anzi vi facciamo asfaltare le strade gratis per pagarvi il soggiorno/vacanza trascorse e poi in Africa. Notare che sono bene istruiti da Italiani "venduti".

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 04/08/2016 - 18:18

E quali sarebbero i requisiti per ottenere un documento di identità italiano? Basta invadere una strada per ottenerlo? Che valore avrà? Dal colore della pelle dovrebbero essere tutti clandestini... quindi? Le autorità non farebbero prima a rimpatriarli? E la Cgil che cosa c'entra? E' stata mandata dalla boldrinova? Non mi si dica che i comunisti se li porteranno a casa loro.. sarebbe un avenimento senza precedenti!

sparviero51

Gio, 04/08/2016 - 18:20

SAREBBE VERAMENTE INTERESSANTE,E FORSE ESILERANTE, LEGGERE LA DISPOSIZIONE DI LEGGE PER IL RILASCIO DI TALI DOCUMENTI. PREGHIERA ALLA REDAZIONE : FATECI UN ESTRATTO,GIUSTO PER CULTURA GENERALE !!!

dare 54

Gio, 04/08/2016 - 18:28

ormai siamo alla resa: "alcune decine di migranti ... sono scesi in strada per spingere l’amministrazione ... vigili ... forze di polizia ... carabinieri, impegnate nella gestione delle deviazioni del traffico e della sicurezza". Anzichè sciogliere l'assembramento, e garantire la viabilità, è stato deviato il traffico! Ma dove siamo? E dov'è lo Stato?

giumaz

Gio, 04/08/2016 - 18:32

Una sana dose di legnate e poi l'espulsione.

01Claude45

Gio, 04/08/2016 - 18:52

I CLANDESTINI devono stare chiusi nell'ambiente loro destinato. In questo caso NO DOCUMENTI ma RIMPATRIO.