Migranti, la rabbia dei cittadini: "A Ventimiglia rischio sanitario"

"Caro sindaco, ripristina l'ordinanza che vieta la somministrazione di cibo e bevande ai migranti per strada, per mettere fine a questo spettacolo indegno e vergognoso, per la città e per gli stessi stranieri". A parlare sono gli abitanti di Ventimiglia

Ventimiglia - "Caro sindaco, ripristina l'ordinanza che vieta la somministrazione di cibo e bevande ai migranti per strada, per mettere fine a questo spettacolo indegno e vergognoso, per la città e per gli stessi stranieri". A parlare sono gli abitanti di Ventimiglia che hanno aderito al Comitato "Dalla nostra parte", che lotta per ridare dignità a una città violentata ormai da tre anni dall'emergenza umanitaria dei migranti bloccati al confine, perché le autorità francesi ne impediscono il transito oltre frontiera. I residenti hanno così voluto lanciare un messaggio ben preciso al primo cittadino, Enrico Ioculano (Pd), elencando una serie di richieste. "Chiediamo, inoltre, come già sottolineato al Prefetto, che il Parco Roja, definiti i numeri ben precisi di accoglienza, rimanga l'unica struttura esistente per alleggerire i flussi degli immigrati che intendono raggiungere la Francia, e attrezzarla per accogliere gli eventuali minori - avvertono gli abitanti -. Un'ulteriore strategia per far respirare la nostra città, forse l'unica, è quella di bloccare i flussi degli irregolari che tentano di raggiungere il confine, in particolare sui treni. E' solo una questione di volontà politica, dimostrazione è il blocco degli sbarchi in Sicilia per il G7 di Taormina". Oggi alla Caritas sono transitati circa trecento stranieri, un po' meno rispetto agli oltre quattrocento di ieri, ma c'è da tenere presente anche l'ampliamento di cinquanta posti del centro di accoglienza del Parco Roja. La nuovo emergenza, adesso, riguarda i minori e le famiglie. Molti ragazzi, infatti, dormono sul greto del fiume in condizioni disumane; mentre le famiglie sono ospiti della chiesa delle Gianchette, anche se il sindaco vorrebbe chiudere la parrocchia, per quanto concerne l'accoglienza, spostando tutti al centro, per il quale è in previsione un ampliamento. I tempo, tuttavia, non si conoscono, l'estate avanza e c'è il rischio che l'emergenza assuma toni preoccupanti. "Anche a Ventimiglia oggi ci sono gravi rischi igienico-sanitari per i cittadini, visto l'arrivo di temperature più calde e gli equilibri sociali che sono sempre più tesi - concludono gi abitanti -. Aspettiamo per la prossima settimana la composizione del 'tavolo' con prefetto, questore, sindaco e associazioni impegnate nell'accoglienza, sempre che qualcuno non tema questo confronto".

Commenti
Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 20/05/2017 - 17:39

Già adesso siete esasperati? Ma vi rendete conto che siamo solo a metà primavera, deve ancora cominciare l'alta stagione! Quest'anno battiamo ogni record di svuotamento Africa, e ripopolamento africano delle frontiere.

cir

Sab, 20/05/2017 - 17:41

Gettare la calce viva mentre dormono , e' un vaccino superefficace, visto che ci tengono cosi' tanto alla nostra salute.

effecal

Sab, 20/05/2017 - 17:48

se ne occuperanno i buonisti con il Rolex

aldoroma

Sab, 20/05/2017 - 19:04

Mandateli da Sala

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 20/05/2017 - 19:20

Tranquilli, mandateli a Milano li c'è spazio per tutti.

pastello

Sab, 20/05/2017 - 23:17

Votano pd e poi si lamentano. Cari cittadini di Ventimiglia vi sta bene, spero ne arrivino molti di più.

TreeOfLife

Sab, 20/05/2017 - 23:45

Paese di diritti umani, accoglienza, buonismo...

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 21/05/2017 - 01:22

ALLORA NON ME LO VOLETE PROPRIO PUBBLICARE!!! E TRE!! Abitanti di Ventimiglia, non preoccupatevi. Ora che la FASSISTA Francese ha perso, il vincitore darà subito ordine di aprire a questi FINTIPROFUGHI le porte della Francia, dove la maggioranza dei Francesi che lo hanno votato, le stanno ANSIOSAMENTE aspettando per farsi pagare le pensioni!!!! O NO!!!!