Milano, far west in piazza: spari in pieno giorno, panico fra gente

I due balordi si sono affrontati davanti ad un bar di piazza Gasparri, nel cuore del quartiere Comasina. Almeno 10 colpi esplosi, che hanno scatenato il panico tra i passanti

Un vero e proprio duello con pistole è andato in scena in pieno giorno nel quartiere Comasina (Milano).

Un contrasto nato probabilmente per determinare la supremazia criminale nel territorio, in cui due individui si sono affrontati in piazza Gasparri in uno scontro a fuoco che ha letteralmente terrorizzato i passanti. Una decina circa i proiettili sparati dai due facinorosi.

I colpi hanno riecheggiato nella piazza creando scompiglio tra la gente, che ha lasciato le proprie testimonianze dell’esperienza terribile vissuta in quegli attimi su “Il Giorno”. “Ho preso una bambina per mano, di 6 anni, che era fuori, e l’ho trascinata dentro il bar. C’era anche la sorellina, poco più grande. Ci siamo buttati a terra, pensavamo solo a salvarci”, ha raccontato un passante, anticipando le parole della stessa barista, che ha agito al meglio per cercare di proteggere i presenti. “Stavo preparando il caffè, all’inizio ho pensato fossero petardi. Quando mi sono resa conto del pericolo ho fatto mettere al sicuro tutti i clienti, una quindicina, e d’istinto ho abbassato la serranda. Eravamo tutti chiusi dentro. Poi ho chiamato le forze dell’ordine”, ha spiegato ai giornalisti ancora sotto choc.

Sul posto polizia e carabinieri, che hanno recintato l’area per consentire alla scientifica di reperire eventuale tracce o prove. Insieme a loro anche i soccorsi del 118, necessari per portare aiuto ad una donna di 41 anni che si è sentita improvvisamente male per il grande spavento.

Secondo le ricustruzioni, un uomo col volto coperto da un casco integrale si sarebbe avvicinato al suo obiettivo, seduto al tavolo esterno del bar “El Tabacchè”, prima di aprire il fuoco contro di lui. Pronta la replica di quest’ultimo il quale, estratta la pistola che teneva nascosta, ha iniziato a sparare. Pare comunque che nessuno dei due sia rimasto ferito, data l’assenza di macchie di sangue sulla scena.

I dieci colpi esplosi hanno colpito una moto ed un’auto posteggiate, oltre a centrare la vetrina di una farmacia adiacente al bar. La madre di un alunno della scuola Sorelle Agazzi, che si affaccia sulla stessa piazza, ha commentato con grande preoccupazione l’episodio. “Io sono scioccata. Mio figlio è a scuola, pensare che quello davanti al bar è un punto di passaggio. Chiunque si sarebbe potuto trovare fra gli spari".

Dopo lo scontro i due malviventi hanno fatto perdere le proprie tracce e sono tuttora ricercati dalle forze dell’ordine.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 12/09/2018 - 13:31

ah ah ah! mai classifica delle 10 città più pericolose d'italia fu più veritiera! patani, venite a commentare, non scappate! ah ah ah! zipuppeniello, meno male che tu sta "recluso" al pio albergo trivulzio e non hai corso nessun pericolo!

manson

Mer, 12/09/2018 - 14:12

Salah sindaco complimenti kompagno

27Adriano

Mer, 12/09/2018 - 14:30

E' per caso il far west voluto da mozzarella e dalla magistratura??

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 12/09/2018 - 14:55

Sindaco Salah ad Din datti da fare anche per i Milanesi, non solo per accogliere gli immigrati clandestini ....

Ritratto di italiota

italiota

Mer, 12/09/2018 - 14:56

...e pensare che avrebbero potuto ammazzarsi fra di loro, ma non so sono neanche beccati, PECCATO !!!

frapito

Mer, 12/09/2018 - 15:22

NO! NO! Tranquilli. Non siamo nel Far West! Quello ancora deve venire. Aspettate al balcone ... e passerà. Parola del sindaco Sala.

Tip74Tap

Mer, 12/09/2018 - 15:47

Erano di sicuro armi regolarmente denunciate e ottenuto dopo un lungo iter.... ah no, quello devono farlo solo gli italiani per bene altrimenti l'Italia si trasforma in un Far West. P.S. Per chi fa battute sui "patani" avrei da rammentare la lunga fila di figure di m. che ha fatto ogni qualvolta gli è stato schiaffato in faccia il nome del soggetto implicato. Comunque se i mentecatti sinistri mentali continueranno a governare faremo concorrenza a Caracas pure a Capalbio malgrado la sua strenua resistenza contro l'invasore.

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Mer, 12/09/2018 - 15:50

Chi sa se questi due galantuomini hanno il permesso per portare le pistole e chi sa se una volta individuati i nostri bravi magistrati non li rimettano subito fuori.

Kamen

Mer, 12/09/2018 - 16:03

giovinap: i due terroni che si sono "sparati" sono suoi compaesani.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 12/09/2018 - 18:25

camen, ne conoscevo uno con questo nome, è marocchino! anche lei è della stessa etnia? a proposito li ha arrestati lei i due pistoleri patani e li ha identificati? come farà a dimostrarmi di non essere marocchino?

seccatissimo

Mer, 12/09/2018 - 19:26

Sono sempre più convinto che, oggi come oggi, i legislatori che si ispirano ancora alla più importante opera di Cesare Beccaria, "Dei delitti e delle pene", sbaglino !!!!! Il pensiero di Cesare Beccaria andava probabilmente bene ai suoi tempi e forse anche fino a poco tempo fa, ma ormai nel mondo attuale e sopratutto in quello balordo italiano è da considerarsi ormai del tutto obsoleto e portatore di lutti e di ingiustizie !!!!!