Milano, incendio a S. VittoreIn sei finiscono intossicati

Le fiamme, sviluppatesi in un magazzino dei detersivi, non arrivano alla zona occupata dai detenuti. Si esclude l'ipotesi di una rivolta

Un incendio divampa nel magazzino dei detersivi del carcere di San Vittore, a Milano. Sono le 21.30 di martedì. Le fiamme si alzano abbastanza da risultare visibili da tutte le case della zona e si sentono urla provenire dall'interno della prigione.

Tanto spavento, ma la situazione torna sotto controllo in breve tempo e dalla Questura rassicurano: i danni sono stati limitati. Le fiamme si sono sviluppate in un container di pochi metri, destinato a contenere diversi materiali, tra cui detersivi e alcune piccole bombole usate dai detenuti per cucinare.

Nessun danno alle celle dunque. E nessuna "rivolta penitenziaria", come qualcuno iniziava a ipotizzare su Twitter, in un tam tam che si è rivelato velocemente come una bufala. Esclusa l'ipotesi di un incendio doloso. Cinque guardie carcerarie e un vigile del fuoco sono rimaste intossicate, un altro pompiere si è ferito in modo non grave a un ginocchio.

Commenti

erasmodarotterdam

Mer, 06/06/2012 - 14:49

Allora il consiglio regionale si trasferisce in infermeria?