Milano, muore di parto al Policnico per mettere al mondo due gemelli

Ricoverata al San Raffaele è stata poi trasferita alla Mangiagalli. Aperta un'inchiesta sui fatti

Aveva 45 anni la donna originaria della Valtellina che è morta giovedì alla clinica Mangiagalli del Policnico di Milano, dopo essere stata ricoverata per compliczioni dovuta al parto.

Ricoverata inizilamente all'ospedale San Raffaele, anch'esso nel capoluogo lombardo, doveva partorire due gemelli. I medici avevano tentato di praticarle un cesareo d'urgenza, per una forte emorragia, senza successa. La donna è morta, mentre sono sopravvissuti i due feti.

Alla 24esima settimana di gravidanza, si era recata in ospedale per le avvisaglie di un partospontaneo, ma era stata poi trasferita alla Mangiagalli per complicanze, poiché qui ci sono strutture specializzate e un reparto di terapia intensiva neonatale.

La procura ha ora aperto un'inchiesta sui fatti e l'ospedale si è già messo a disposizione degli inquirenti. Al Policnico è stata avviata anche un'indagine interna. Nei prossimi giorni sarà effettuata anche l'autopsia. Sequestrate le cartelle mediche in entrambele strutture in cui la donna è stata ricoverata.

Commenti

franco-a-trier-D

Sab, 30/04/2016 - 13:49

OTTIMA SANITà ITALIANA.