Milano, nordafricani feriscono ragazza con bottiglia

Sull’episodio indaga ora la Polizia. Provvidenziale il casuale passaggio di un mezzo dell’esercito, che mette in fuga i malfattori

Ancora violenza nelle strade di Milano, questa volta ai danni di una ragazza di 20 anni che, intorno alle 22 e 30 della serata di giovedì, si trovava a percorrere Viale Marche, nella zona di Maciachini.

La giovane sarebbe stata raggiunta da due extracomunitari, probabilmente nordafricani, che senza un motivo apparente l’hanno assalita, colpendola violentemente alla testa con una bottiglia di vetro.

La 20enne è caduta a terra, tramortita dalle percosse, ma i due malviventi non avrebbero avuto il tempo di portare a termine il loro piano, qualunque esso fosse, grazie al provvidenziale avvicinarsi di una camionetta dell’Esercito che li ha messi in fuga.

La ragazza, riuscita a rimettersi in piedi nonostante lo stordimento, è subito corsa a chiedere aiuto ai militari, che si trovavano a passare in quella zona per una fortuita casualità; immediatamente soccorsa, è stata accompagnata al Pronto Soccorso dell’Ospedale Fatebenefratelli. Per fortuna, comunque, le ferite riportate non sono gravi.

Sarà ora la Polizia ad indagare su quanto accaduto. Dei due stranieri, che si sono subito dileguati, si ha soltanto la descrizione fornita dalla vittima; stando ad essa, dovrebbe trattarsi di due uomini di etnia nordafricana.

Commenti

pensaepoiagisci

Sab, 21/07/2018 - 19:47

sempre loro..a casa loro devono andare ..in africa