Milano, "passeggiata nel vuoto" a grattacielo Lombardia

Una passerella di metallo larga 14 cm, sarà posizionata a circa 2,5 m di altezza, al 39° piano, all’interno del grattacielo Lombardia

Un'esperienza unica. Passeggiare nel vuoto a Milano. Il 18 e il 25 luglio dalle 10.00 alle 14.00 nonché il 19 e il 26 luglio dalle 10.00 alle 18.00, a Milano si riprenderà a volare. Chi vorrà farlo potrà camminare su una passerella di metallo larga 14 cm, posta a circa 2,5 m di altezza, al 39° piano, all’interno del grattacielo Lombardia: il punto più alto della città. La sensazione è quella di librarsi nel vuoto.

Lo spettatore diviene protagonista di un’azione artistica ideata tra le mura dell’Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni. Chi parteciperà diverrà artista, in prima persona. La finalità è quella di trasportare un chicco di riso da una parte all’altra della passerella, a un piatto di una bilancia. È un atto simbolico perché ognuno cerchi, nel suo piccolo, di mettere uno stop alla fame nel mondo. Certo tutti sono capaci di trasportare un chicco per pochi metri, ma lì si verrà posti in una condizione particolare, in cui ci si metterà a rischio in un’evidente sfida con se stessi, con le proprie paure.

La visita - I visitatori arrivano in ascensore in cima al grattacielo e vedono su uno schermo, in loop, il video “La sfida estrema” del 2014, il cui protagonista è l’atleta austriaco Mich Kemeter, che attraversa uno spazio di oltre 80 metri tra due ciminiere, lo fa tenendosi in equilibrio su una slackline di un pollice di larghezza, cammina nel vuoto: è una sfida estrema. Nell’ambiente scritte sul tema e immagini dei frames dal video. Lo spettatore, alla vista del video, comincia a prepararsi, a entrare nella parte per poi mettersi in gioco affrontando l’istallazione principale o per assistere alla performance di altri, sulla passerella di metallo larga 14 cm e lunga 5 metri, sospesa a 2,5 m di altezza, per portare un chicco di riso da una parte all’altra della stanza, per porlo sul piatto di una bilancia che attende all’arrivo. Sull’altro piatto della bilancia vi sono una serie di scritte e immagini che hanno per soggetto il problema di Nutrire il Pianeta, tema dell’Expò a cui l’evento si collega. Man mano che i chicchi vengono depositati la bilancia torna in equilibrio.

Come prenotare - Naturalmente tutto verrà fatto nella massima sicurezza e ogni partecipante verrà imbragato da una guida alpina. La possibile caduta, protagonista dell’azione, è più psicologica che fisica e costituisce un’interessante riflessione di matrice artistica ed esistenziale. La performance sulla passerella va rigorosamente prenotata in anticipo con una mail a assprocinema@gmail.com per maggiori informazioni. L’accesso senza performance è invece libero.

Commenti
Ritratto di -00-

-00-

Gio, 16/07/2015 - 20:27

2,5 metri d'altezza? Addirittura, ma davvero? Che emozione....

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 17/07/2015 - 06:55

-00- Si, forse poteva essere specificato meglio ma, leggendo con attenzione, si capisce che: 39 (piani) x 3.00 metri cad di altezza + 2,5 metri, se quella passerella è nel vuoto l'emozione è assicurata; o no?