Milano, Capodanno senza botti L'appello del sindaco Pisapia

Il sindaco chiede ai cittadini di evitare di sparare mortaretti la notte di San Silvestro

Un Capodanno col botto? Mica tanto. Il sindaco milanese, Giuliano Pisapia, ha diffuso oggi un appello con cui chiede ai cittadini della città meneghina di evitare di sparare petardi e mortaretti la notte del 31.

"È una questione di rispetto e di responsabilità, consapevoli delle conseguenze che i botti possono avere per le persone e per gli animali". Così il sindaco ha giustificato la sua richiesta. Non sarà in vigore l'ordinanza antismog, che lo scorso anno aveva fatto proibire anche "l'accensione di fuochi". Ma in compenso, meno rumore si farà, meglio sarà.

L'amministrazione comunale ha anche fatto sapere di avere effettuato 92 controlli nell'ultima settimana e sequestrati circa 400 pezzi. Due persone sono state denunciate per vendita senza licenza, mentre in un caso si è riscontrata un'etichettatura irregolare.

Critico il consigliere d'opposizione Riccardo De Corato (Pdl), secondo il quale l'iniziativa del Comune "non sortirà nessun effetto". Meglio sarebbe "un forte dispiegamento di vigili e l'aiuto delle forze dell'ordine".

Commenti
Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 28/12/2012 - 19:30

Critico il consigliere d'opposizione Riccardo De Corato (Pdl), secondo il quale l'iniziativa del Comune "non sortirà nessun effetto". Meglio sarebbe "un forte dispiegamento di vigili e l'aiuto delle forze dell'ordine". Tacere per evitare le meritate pernacchie, non se ne parla......

Ritratto di Ciupaz

Ciupaz

Ven, 28/12/2012 - 20:26

Temo che non cambierà un bel niente. Nella notte di San Silvestro a Milano sembrerà di essere a Beirut, con la buona pace delle Forze dell'Ordine che quando servono non ci sono mai.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/12/2012 - 10:52

Pisapippa non si smentisce mai : e' un genio.

Ritratto di carla1971

carla1971

Dom, 30/12/2012 - 00:56

Ah ah ah, che ridere. Persino nelle città dove i botti sono vietati si sente sparare come in guerra per la gioia delle persone normali ma soprattutto degli animali. Quante forze dell'ordine servirebbero per prendere tutti quegli imbecilli che, alla faccia della crisi, piuttosto non mangiano ma non si privano della "gioa" di far letteralmente esplodere i propri soldi. Masochisti nel midollo che godono a ogni esplosione, ignoranti nella sostanza perchè non si rendono conto di ciò che fanno a se stessi ma ancor peggio del disagio che causano agli altri. Vietarne la vendita sarebbe il primo passo da compiere, poi multare senza pietà chi non rispetta le regole, ma soprattutto evitare di pagare pensioni di invalidità a chi nonostante ciò si procura danni fisici con i botti (quelli mentali già ci sono) A proposito ore 0,45 ne ho appena sentito uno, sono già iniziate le prove. Anche quest'anno, dopo aver passato la notte in casa(anzichè a festeggiare) a consolare i miei cani che altrimenti se ne starebbero regolarmente nelle loro cucce all'aperto, aspetto con ansia il bollettino di quanti sono ricorsi alle cure ospedaliere e scusate se provo pietà solo per i bambini.

Ritratto di carla1971

carla1971

Dom, 30/12/2012 - 00:57

Ah ah ah, che ridere. Persino nelle città dove i botti sono vietati si sente sparare come in guerra per la gioia delle persone normali ma soprattutto degli animali. Quante forze dell'ordine servirebbero per prendere tutti quegli imbecilli che, alla faccia della crisi, piuttosto non mangiano ma non si privano della "gioa" di far letteralmente esplodere i propri soldi. Masochisti nel midollo che godono a ogni esplosione, ignoranti nella sostanza perchè non si rendono conto di ciò che fanno a se stessi ma ancor peggio del disagio che causano agli altri. Vietarne la vendita sarebbe il primo passo da compiere, poi multare senza pietà chi non rispetta le regole, ma soprattutto evitare di pagare pensioni di invalidità a chi nonostante ciò si procura danni fisici con i botti (quelli mentali già ci sono) A proposito ore 0,45 ne ho appena sentito uno, sono già iniziate le prove. Anche quest'anno, dopo aver passato la notte in casa(anzichè a festeggiare) a consolare i miei cani che altrimenti se ne starebbero regolarmente nelle loro cucce all'aperto, aspetto con ansia il bollettino di quanti sono ricorsi alle cure ospedaliere e scusate se provo pietà solo per i bambini.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Dom, 30/12/2012 - 17:52

ci sono città del nord che da una vita non permettono di sparare botti nè di giorno nè di notte . poi però non facciamo dell'inutile buonismo quando qualcuno ci rimette l'occhio o la vita . diciamo che il mondo è pieno di cretini . secondo me dovrebbero iniziare prima a buttare via i botti , e mettere in galera per almeno due mesi tutti quelli che hanno nel sottoscala prodotti da guerra .