"A Milano resta alto il livello d'allerta"

Il comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico: "La polizia ieri ha contenuto l’aggressività di centinaia di contestatori violenti, salvaguardando l’incolumità dei cittadini"

"Confermato il mantenimento dell’imponente dispositivo di sicurezza già posto in essere, anche per i prossimi giorni". È quanto ha deciso il comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico, che si è riunito questa mattina in Prefettura a Milano. Al termine della riunione, con una nota, è stato spiegato che "è stata analizzata la situazione ad oggi in relazione alla sue possibili evoluzioni, convenendo di confermare il mantenimento, per i prossimi giorni, dell’imponente dispositivo di sicurezza già posto in essere, sia in relazione agli obiettivi sensibili della città che del sito espositivo".

Durante il comitato, presieduto dal prefetto di Milano Francesco Paolo Tronca, è stato fatto un bilancio dopo le violenze commesse nel pomeriggio di ieri e il punto sulla situazione complessiva dell’ordine pubblico. Oltre ai vertici delle Forze di Polizia erano presenti il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. "I partecipanti - si legge nella nota - hanno unanimemente considerato che la strategia operativa adottata dalle Forze di Polizia, ha efficacemente permesso di contenere e arginare l’aggressività di centinaia di contestatori violenti, salvaguardando innanzitutto l’incolumità dei cittadini, degli stessi manifestanti pacifici e degli operatori delle Forze di Polizia".

Durante la riunione è stata anche sottolineata "la vasta attività di prevenzione, messa a punto dal Comitato, e posta in essere dalle Forze di Polizia che, nei giorni precedenti alla manifestazione, hanno proceduto a perquisizioni, sequestro di materiale pericoloso e armi improprie, giungendo anche ad una serie di arresti ed espulsione di cittadini stranieri". Nella nota si spiega, inoltre che "già dalle ore successive ai disordini, sono in corso tutte le necessarie attività investigative, d’intesa con l’autorità giudiziaria competente, per giungere a identificare e sanzionare gli autori delle azioni violente".

Intanto, gli investigatori stanno monitorando il flusso degli antagonisti e spiegano che "molti black bloc hanno già lasciato Milano e tanti altri lo stanno facendo in queste ore. Sospettiamo che ci sia una parte che è ancora in città. Quelli che se ne sono già andati sono per lo più stranieri venuti in auto o in treno ma anche gente arrivata da altre regioni d’Italia".

Commenti

fisis

Sab, 02/05/2015 - 14:58

Infatti, dopo le devastazioni "pilotate" di ieri, se le autorità vigiliano, siamo molto tranquilli, come no.

Blueray

Sab, 02/05/2015 - 15:18

Come dire va tutto ben, tutto va bene, madama la marchesa! Questa è la risposta del comitato provinciale per l'ordine pubblico ai sudditi milanesi, lombardi, italiani. Avanti tutta verso la catastrofe del Bel Paese!!!!!

morghj

Sab, 02/05/2015 - 15:33

Dopo le barbare devastazioni di Roma, con danni irreversibili al patrimonio artistico, ieri abbiamo assistito all'ennesima distruzione del centro di Milano, e il ministro dell'interno ed il capo della polizia dicono che è andato tutto bene, tutto secondo i piani. Ma cacciateli via subito a pedate, non sono in grado, ne sono degni di ricoprire il ruolo che è stato loro affidato, che se ne vadano fori dai cogxxni, che non si facciano più vedere. Ma si rendono conto che sono pagati dai cittadini per tutelare l'ordine e la legalità e non per decidere di lasciare bruciare una città per evitare un eventuale morto fra i manifestanti. Ma chi se ne frega di quei delinquenti, andatelo a dire ai proprietari dei negozi incendiati e con le vetrine distrutte. Fossi in loro non pagherei più tasse finchè il risarcimento da parte di questo governo cialtrone non verrà completamente saldato.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 02/05/2015 - 15:59

"I partecipanti hanno unanimemente considerato...". Quindi anche Maroni sottoscrive queste assurdità? D'ora in poi chiamiamoli "le forze del disordine", dato che devono lasciar fare, per tutelare l'incolumità dei manifestanti violenti piuttosto che garantire la sicurezza e l'ordine pubblico.

istituto

Sab, 02/05/2015 - 16:02

A Milano resta alto il livello di allerta...questa é come l'altra barzelletta della gestione tattica delle forze dell'ordine..Ovvero NON FARE NIENTE....

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 02/05/2015 - 17:05

I Milanesi devono fare loro delle imboscate dall'alto sui blackscemi!!!!