Milano, spaccio di droga ai festini gay. In manette anche un attore porno

Il noto attore porno MAx Scar è finito in manette per spaccio di droga nei festini gay. Era giù finito in cella per essere il pusher di Sara Tommasi

L'ipotesi dei carabinieri di Abbiategrasso, che nelle giornate scorse hanno messo in manette quattro persone, è lo spaccio di droga nei festini gay. Tre le persone arrestate, in seguito a un'ordinanza di custodia cautelare, c'è anche Max Scar, nome d'arte di un noto pornoattore pugliese di 34 anni.

Acquistava la droga dal web

L'uomo era già finito in manette a novembre per essere stato il pusher della showgirl Sara Tommasi. Secondo gli inquirenti spacciava una droga sintetica conosciuta con il nome di Madonna dei poveri" o "Madonna di Pavia" o ancora "Magia della poverà verità". Le indagini hanno svelato che Max Scar acquistava la droga a circa 30/40 euro al grammo sul web. Poi la rivendeva a circa 100 euro, quasi il triplo del costo d'acquisto. Il nome chimicho della sostanze è Metilenediossipirovalerone (Mdpv) viene utilizzato come anestetico per pratiche di sesso estremo come precisato da FanPage.