Milano, al supermercato spunta il serpente nel carrello

È successo nel supermercato della catena Esselunga di viale Umbria. Il rettile, lungo un metro e mezzo, è stato trovato da un addetto. Poi è scappato via

Un sabato pomeriggio come tanti, al supermercato Esselunga di viale Umbria, a Milano. Almeno in apparenza, dato che un addetto del negozio ha avuto un incontro ravvicinato del terzo tipo. Non si parla di extraterrestri ma di rettili e per la precisione di un serpente. L'impiegato strava trasportando una fila di carrelli da un piano all'altro del supermarket quando si è imbattuto nell'animale. La reazione spaventata dell'uomo ha attirato l'attenzione di alcuni clienti, che in realtà sembravano più incuriositi che intimoriti dal rettile, lungo circa un metro e mezzo.

Accortosi di essere stato scoperto, il serpente è scappato e dopo essere uscito al'esterno si è infilato in una grata del parcheggio che porta in un pozzo, da dove probabilmente era risalito. L'addetto dell'Esselunga ha chiamato la sicurezza e successivamente sono intervenuti gli operatori dell'Enpa - l'Ente per la protezione animali - che però non hanno trovato il rettile.

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, non è così difficile incontrare i serpenti in città. Può capitare di incontrarli sui marciapiedi mentre si avventurano sull'asfalto per trasferirsi da un muro all'altro. Le ragioni dei loro spostamenti sono le più diverse: si va dal puro istinto alla volontà di procacciarsi del cibo, fino alla ricerca di nascondigli sempre nuovi.

Un anno fa, a Roma, aveva destato scandalo la vicenda dei serpenti visti scorrazzare tra i rifiuti. Ma di che tipo sono i serpenti "di città"? Sono pericolosi oppure innocui?

Im un'intervista, un noto biologo bolzanino raccontava che la maggior parte dei serpenti urbani sono colubridi, una varietà non velenosa: si tratta più che altro di bisce, quindi di serpenti che hanno paura dell'uomo e non cercano il contatto neppure per mordere.

Tra i serpenti più lunghi c'è il colubro di Esculapio, specie a cui potrebbe appartenere l'esemplare dell'Esselunga.

Chi bisogna chiamare se ci si imbatte in un serpente? I Vigili del fuoco? Meglio evitare, piuttosto gli operatori dell'Enpa, come successo nell'episodio di viale Umbria.

I serpenti sono in tutte le città e non solo a Milano. Giusto un anno fa a Roma si era scatenata un psicosi collettiva per la massiccia presenza di serpenti tra i rifiuti.

Commenti

Malkolinge1603

Dom, 25/06/2017 - 11:02

Evitare di chiamare i vigili del fuoco, ma gli operatori dell'ENPA di cui tutti abbiamo il numero ben stampato in mente....