Milano, uomo raggirato per oltre 200 milioni da truffatori travestiti

L’anziano credeva di avere di fronte un vigile ed un addetto della compagnia locale che si occupa dell’erogazione dell’acqua; tra contanti e buoni postali ben 208mila euro sottratti

Truffa milionaria ai danni di un 89enne di Busto Garolfo (Milano), raggirato da un uomo ed una donna perfettamente travestiti per trarre in inganno la vittima del loro raggiro.

Alla porta dell’appartamento dell’anziano, infatti, si presentano un addetto dell’azienda che gestisce l’erogazione dell’acqua nella zona ed un agente della Polizia Locale. La coppia cerca di convincere l’uomo dell’improrogabile urgenza di alcuni lavori da effettuare all’interno della sua abitazione.

L’anziano si sarebbe lasciato persuadere dalle motivazioni addotte dai due truffatori e dal timore dei danni che sarebbero potuti derivare da un eventuale ritardo nell’inizio delle opere presentategli come necessarie. Avrebbe pertanto deciso di elargire tutto il denaro che aveva a disposizione in quel momento in casa, vale a dire 29mila euro in contanti, oltre ad una trentina di buoni postali per un valore complessivo di circa 179mila euro.

Quando la coppia di truffatori si è allontanata con il bottino, l’anziano ha rintracciato telefonicamente il figlio per riferirgli tutto ciò che era successo. Immediato l’intervento di quest’ultimo, che ha segnalato ai Carabinieri l’episodio, riuscendo in extremis a bloccare almeno l’erogazione dei buoni postali.

Ancora in corso le ricerche dei colpevoli, su cui stanno indagando gli agenti della Compagnia di Legnano.