Minaccia di dar fuoco ai nonni per 20 euro

Diciottenne in manette nel beneventano: brandisce l'accendino per "convincere" la coppia di anziani a dargli la mancetta.

Fa irruzione nella casa dei nonni disabile e armato di accendino minaccia di dar loro fuoco se non gli avessero subito allungato la mancetta. Stanchi della prepotenza del nipote e atterriti dalla violenza e dalle minacce, gli anziani coniugi si sono rivolti ai carabinieri che hanno stretto le manette ai polsi di un 18enne.

I fatti sono avvenuti nel beneventano, a Morcone. Il giovanissimo, che da poco tempo ha raggiunto la soglia anagrafica della maggiore età, è stato subito individuato e fermato dai militari cui si erano rivolti i nonni. Il ragazzo era arrivato nella casa dei suoi anziani congiunti chiedendo loro venti euro. Per vincere la ritrosia dei due, il 18enne ha tolto l’accendino dalla tasca e minacciosamente l’ha mostrato ai nonni. “Se non mi date i soldi, vi darò fuoco”.

A quel punto, impaurito, il nonno gli ha allungato la cifra richiesta con tanta foga e violenza. Il ragazzo è letteralmente scappato, ma l’anziano ha preso il telefono e ha chiesto aiuto ai carabinieri, per uscire dall’incubo della spirale di aggressività che s’era ormai avviata.

I carabinieri non hanno impiegato molto tempo a trovarlo. Si trovava ancora nei paraggi della casa dei nonni e aveva ancora in tasca sia l’accendino che i soldi che s’era fatto consegnare. É stato fermato e trasferito in camera di sicurezza in attesa del rito per direttissima disposto sul caso dall’autorità giudiziaria. Il giovane deve rispondere dell’ipotesi di reato di estorsione.

Un episodio di violenza che ha sconvolto il centro sannita e sul quale adesso in tanti si interrogano. Non è la prima volta che gli anziani vengono fatti bersaglio di aggressioni - minacciate o attuate - per un pugno di spiccioli. Come, in estate, accade a Marcianisse in provincia di Caserta quando una signora venne letteralmente pestata in casa sua per un bottino di appena 40 euro.