Minacciava stragi, espulso un algerino

Totale avversione per i costumi occidentali. In più anche le critiche alle operazioni militari contro l'Isis: algerino espulso con volo da Fiumicino

Totale avversione per i costumi occidentali. In più anche le critiche alle operazioni militari contro l'Isis vantandosi anche di aver sgozzato diversi uomini in passato in Algeria. È stato espulso un 48enne algerino per "motivi di pericolosità sociale". Era entrato clandestinamente nel nostro Paese un anno fa per poi chiedere asilo politico. L'uomo da tempo era monitorato dalle forze dell'ordine per alcune idee espresse nel centro di accoglienza di Licodia Eubea, in provincia di Catania. Piàù di una volta il 48enne aveva avuto diversi atteggiamenti aggressivi nei confronti delle operatrici del centro che a suo dire non operavano seguendo le regole dell'islam. Lo scorso 9 marzo l’algerino è stato trasferito nel Centro di permanenza per rimpatri di Caltanissetta. E in questa circostanza, durante il suo trasferimento verso la struttura l’uomo ha minacciato di compiere stragi nel nostro Paese in nome del Califfato. Inoltre, a seguito di approfondimenti dei servizi di intelligence è emerso che risultava titolare di un profilo social sul quale erano stati rinvenuti contenuti pro-Isis e di tenore anti-sciita. Oggi l'uomo è stato espulso e mandato nel suo Paese d'origine con un volo da Fiumicino.

Commenti

gcf48

Dom, 09/07/2017 - 12:25

ma come non possiamo rimpatriare i clandestini nei paesi dove c'è la tortura. E questo?

bobots1

Dom, 09/07/2017 - 12:35

Perchè non prima? Illegale? Asilo politico? Certo, certo...improvvisamente da qualche anno centinaia di migliaia chiedono asilo politico...ma non vanno a chiederlo per es. in Tunisia...o in Marocco o in Turchia dove la gente è culturalmente e religiosamente più simile. Vengono qui...come mai?

Malacappa

Dom, 09/07/2017 - 17:04

Rimpatriato con un volo,non lo potevano cacciare fuori dall'aereo a 10.000metri di altezza,questo furfante torna quando vuole.

grog

Dom, 09/07/2017 - 17:20

Anziché espellerla questa risorsa avrebbe dovuto essere impiegata come combustibile o come mescola per asfalto

uberalles

Dom, 09/07/2017 - 17:57

Eh, Eh, mica dormiamo in Italia, ogni centomila migranti ne espelliamo uno, così si scoraggeranno e non verranno più da noi...Mitici i nostri governanti!!

Reip

Dom, 09/07/2017 - 18:25

Ma no.. Ma non bisogna espellere un personaggio cosi, è colpa della società, è colpa di una mancata integrazione. Bisognerebbe anzi cercare di capire questa persona, andare verso di lui a braccia aperte, e costruire ponti, non muri come dice il nostro amico Francesco... Siamo tutti fratelli! Io sarei il primo ad accettare questa persona, si lo accetterei volentieri tagliandolo a pezzi con la mia accetta per l'appunto. Una accetta di 35cm di lunghezza armata di una testa, un ferro affilato come come un rasoio di 600g... Accettiamoli, sono nostri fratelli!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 09/07/2017 - 18:32

SE VA AVANTI COSÌ SAREMO NOI EX CITTADINI DA SETTE GENERAZIONI A CHIEDERE ASILO POLITICO E AIUTO UMANITARIO PRESSO LA CORTE DEGLI SCEICCHI DELLA MEDINA.

esulenellamiaPatria

Dom, 09/07/2017 - 21:36

Chi quella testa di birillo che ha pensato di pubblicare a commento fotografico l'immagine di un Alpino della Julia!Ma che caxxo fumate!Pakistan puro!Saluti.