Il miracolo dei neonati ​più forti delle bombe

I neonati simbolo della vita, più forte della morte e della ferocia dei terroristi

Quelle vite, così fragili e indifese, più forti delle bombe. Così due neonati diventano il simbolo della vita che resiste alla morte e alla distruzione disseminata dal terrorismo.

Istanti successivi alle esplosioni all'aeroporto di Bruxelles, le telecamere riprendono un uomo trarre in salvo un neonato lasciato in una carrozzina. Su Twitter la scena è stata più volte ripresa e molti utenti hanno definito l'uomo un eroe. Quel neonato, sopravvissuto all'odio di chi voleva spazzarlo via, diventa il simbolo della vita che è più forte della morte.

Ma c'è anche un altro neonato protagonista di quei tragici momenti: un neonato gravemente ferito che riceve le cure mediche. L'immagine è forte, non adatta ai deboli di stomaco. Licia Ronzulli la condivide sul suo profilo e scrive: "Non posso commentare. Vorrei solo imprecare. Inveire. Maledire". Il tweet in questione apparterrebbe ad uno jihadista, stando a quanto scrive l'ex europarlamentare.

Mi limiterò a tradurre il tweet di uno di questi jihadisti..."È per colpa dei vostri governi, dei bombardamenti dei...

Pubblicato da Licia Ronzulli su Mercoledì 23 marzo 2016

Annunci

Commenti

Cinghiale

Mer, 23/03/2016 - 11:59

"Volemose bene" a tutti i costi guardate quella foto e commentate. Dovreste esserci voi al posto di qul piccolo.

nino90

Mer, 23/03/2016 - 12:33

appunto: basterebbe 1 alla hiroshima ?

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 23/03/2016 - 13:39

E ti pareva che non arrivasse la "foto simbolo". Immancabile, è una necessità primaria dei media; con relativa didascalia pietosa e toccante. Mesi fa era il bimbo morto sulla spiaggia turca. Avantieri era la foto del bambino nato nel fango della tendopoli fra Grecia e Macedonia. Oggi è la foto dei neonati scampati alla strage. Quei neonati non sono "più forti delle bombe", sono solo più fortunati di altri. Punto. Ma è davvero così difficile dare solo le notizie senza indulgere in colorate descrizioni sentimentali più da romanzetto d'appendice, che da servizio giornalistico? Davvero non vi riesce? Non sono io che sto diventando cinico, è l’informazione che sta diventando stomachevole.