Il miracolo della riviera romagnola: ​niente più ambulanti sulle spiagge

Gli ambulanti sono scomparsi dalla riviera romagnola. Il sindaco di Cervia: "Noi siamo riusciti a debellare il fenomeno, nove chilometri di spiaggia bonificati"

Addio ambulanti sulla riviera romagnola. Da Milano Marittima a Pinarella di Cervia, sono tutti scomparsi, come per magia. "Noi siamo riusciti a debellare il fenomeno, nove chilometri di spiaggia bonificati", annuncia fiero, in un'intervista al Messaggero, il sindaco di Cervia, Luca Coffari. Un "miracolo" compiuto in 6 mesi di lavoro sistematico, a fianco della Questura, della Prefettura e della Guardia di Finanza. "Poi abbiamo fatto cartello con la cooperativa dei baggnini - aggiunge - e incaricato 30 agenti della polizia municipale a presidiare mattino e sera i 9 chilometri di spiaggia. Girano sia in divisa che in borghese".

E tutta questa divisione di compiti tra le diverse forze in campo, tra pattugliamenti sulla spiaggia e sgomberi di edifici diventati dormitori di immigrati irregolari e venditori ambulanti, ha prodotto i risultati sperati anche grazie a una campagna informativa promossa a tappeto. Per due volte al giorno i fonogrammi sulla spiaggia avvertono, in italiano, russo e tedesco, i turisti che è reato acquistare merce dagli ambulanti. Chi lo fa è punito con una sanzione pecuniaria di 25 euro. L'obiettivo è quello di portare la legalità a un livello accettabile. E al primo cittadino, che è del PD, sono arrivati elogi bipartisan.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 19/07/2017 - 15:38

il buon senso non e' di destra o di sinistra. Basta applicare la legge.

routier

Mer, 19/07/2017 - 21:06

Mica scemi i romagnoli. Hanno capito che le cianfrusaglie messe insistentemente in vendita da negro/magrebini in spiaggia, fanno scappare i bagnanti e rovina gli affari. Magari prendessero esempio altri litorali, ne trarrebbe enorme vantaggio il turismo balneare.