La moda si fa appetibile Ci vestiremo con il cibo

Dagli abiti con la pasta stampata ai foulard con le crostate di frutta Ma ci sono anche borsoni e slip con i colori del logo dell'esposizione

Il fashion system mette in tavola, in occasione di Expo, idee e souvenir da acquistare nei punti vendita dell'esposizione ma anche in città. Ecco i più interessanti. In primis i modelli della collezione 10x10 Annitaliantheory disegnata da Alessandro Enriquez che ha come leit motiv la pasta - fusilli, farfalle, pennette - passione degli italiani. Del resto la moda può essere appetitosa ma anche spirituale, per esempio con il messaggio di San Francesco interpretato da Elio Fiorucci attraverso una serie di T-shirt in bio-cotton prodotte da OVS, official retailer dell'esposizione. Fiorucci ha fatto anche da tutor agli studenti dell'Istituto Marangoni che hanno disegnato le grafiche dei temi Expo per OVS. Fra gola e spirito, molte le tentazioni: i raincoat Easy Rain di Blauer Hi.Tech in tessuto gommato stretch altamente performante e le Easy Travel, felpe per globetrotter dotate di cuscino gonfiabile sul colletto. Per vincere i colpi di vento con stile si consigliano i foulard Mantero 1902 con stampe di crostate di frutta, verdure, pesche, albicocche, cocomeri e agrumi. Una gioia anche per gli occhi come la natura rigogliosa che prende il posto del grigio cittadino sulle calze di morbido cotone in edizione limitata di Gallo Loves Green. Tuttavia per muoversi sul filo dell'eleganza, bisogna scoprire nel concept store 10 Corso Como la selezione delle Ferragamo's Creations, riedizioni di celebri modelli di scarpe creati dal leggendario Salvatore nel periodo che va dagli anni Venti ai Cinquanta. Sul tema del camminare non passa inosservata l'innovativa calzatura Lotto Zhero Gravity VII 200 che racchiude le migliori tecnologie applicate al calcio e sviluppate da Lotto Sport Italia. Il reticolo verde in gomma, presente sulla tomaia per garantire il maggior grip con il pallone, rende omaggio al padiglione Italia che trova invece in Geox il suo sponsor tecnico con la fornitura di una selezione di modelli casual e formali - circa 900 pezzi fra uomo e donna - per tutta la durata dell'esposizione. Con Dirk Bikkembergs e il suo iconico slip rieditato nella versione di elastico multicolor c'è un'adesione più intima allo spirito dell'esposizione. Il pack è sigillato da un elastico anch'esso con i colori Expo da riutilizzare come braccialetto. E a proposito di braccialetti di rigore citare Cruciani C, official luxury accessories sponsor, che oltre alla Milano Bag in tulle con un pattern e logo Expo, propone il nuovo Rainbow Bracelet, limited edition con quadrifoglio ed esclusivo effetto arcobaleno. Tra gli accessori irrinunciabili ci sono pure gli occhiali da sole Italia Independent edizione realizzata per «The Exhibition 2015», mostra itinerante dedicata alla celebrazione delle più rilevanti innovazioni italiane degli ultimi 50 anni entrata in Expo in collegamento con il padiglione Telecom Italia e con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia: sul frontale spicca il celebre effetto velluto denominato UV Lux ®, già premiato da MIT Review Italy nel 2014. C'è anche chi, come Manuel Ritz, ha approfittato di Expo per lanciare il restyling della sua icona identificativa in collaborazione con Eataly, all'interno del progetto «The answer is blowing in the wind» - la risposta è nel vento - titolo con cui Eataly organizza uno spazio dedicato a 20 ristoranti regionali in cui si avvicendano ogni mese nuovi ristoratori. All'interno di questa golosa vetrina presso il ristorante Lombardia, Manuel Ritz presenta un corner con T-shirt e polo in limited edition. Ma fare shopping significa anche riporre per benino le cose acquistate con tanta passione. La soluzione ideale la fornisce Serapian, storica maison di pelletteria milanese, con la travel pocket bag, una pratica sacca ripiegabile realizzata in nylon nelle tonalità del logo della manifestazione.