Modella si dà fuoco: "Era troppo vecchia"

Troppo vecchia per fare la modella: questa sarebbe la motivazione che ha spinto una giovane kazaka a togliersi la vita

Si chiamava Irina Livshun e da un po' di tempo non trovava lavoro. Nello spietato mondo delle passarelle infatti a 31 anni si è troppo "anziane". Così la ragazza ha deciso di farla finita, dandosi fuoco nel suo appartamento di Almaty, nel sud del Kazakhstan. Li sono stati trovati i suoi resti ormai carbonizzati come racconta il Daily Mail. Il suicidio sarebbe avvenuto con una bomboletta di gas trovata sul posto. La Livshum, una bella bionda originaria della città kazaka di Jezkazgan, si era trasferita da adolescente ad Almaty per seguire il suo sogno di fare la modella.

La sua carriera aveva avuto un certo successo fino allo scorso novembre, quando ha cominciato ad avere difficoltà a trovare nuovi ingaggi. Da allora, hanno raccontato alla polizia amici e parenti, la giovane donna si era sempre più isolata, cadendo in depressione e minacciando più volte il suicido. La morte atroce della giovane donna è stato uno choc per l'opinione pubblica. La sua pagina di VKontakte, l'equivalente russo di Facebook, è stata inondata di messaggi di cordoglio.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 20/03/2016 - 13:16

Solo menti MALATE!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 20/03/2016 - 13:49

Se una donna pensa che se non può più sfilare in passerella non vale la pena di vivere, ha vissuto anche troppo.

yulbrynner

Dom, 20/03/2016 - 16:25

mi spiace... qui sopra i soliticommenti populistici e superficiali prima di giudicare un gesto cosi estremo occorerebbe conoscere gl istati d'animo di una persona quando decide di farla finita invece di scriver le solite KAZZATE

agp.66

Dom, 20/03/2016 - 19:00

... ciao bellissima , ti voglio bene, per sempre !

agp.66

Dom, 20/03/2016 - 19:29

ciao bellissima, la terra non ti meritava.... for ever love!!!

treumann

Dom, 20/03/2016 - 21:14

Ecco i frutti di questa società dell'usa e getta..........

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Lun, 21/03/2016 - 08:04

L'esito di una visione della vita cresciuta nel comunismo ateista più radicale, non quello politico ma quello culturale. Vittima del sistema.

yulbrynner

Lun, 21/03/2016 - 11:47

fuasto ma cosa dici...ma che minchiate spari.. allora chi si suicida E' UN COMUNISTA! e non perché non regge più ai problemi e ai dispiacere che la vita gli ha riservato.... capisco.. e' un comunista! hai detto la tua cretinata quotidiana e puoi stare contento!