Modena, falso cieco guidava l'auto e osservava le vetrine

Da sette anni percepiva la pensione di invalidità per cecità assoluta, ma in realtà ci vedeva benissimo. Il 71enne è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Modena

Ancora una storia di falsa invalidità. Un 71enne di Modena è stato scoperto dalle Fiamme Gialle: da sette anni percepiva la pensione di invalidità per cecità assoluta. Ma in realtà conduceva una vita regolare: guidava l'automobile, faceva shopping scrutando scrupolosamente le vetrine e passeggiava senza alcun particolare ausilio. Ed è scattata la denuncia per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato. Dal 2005 ha percepito indebitamente circa 65.000 euro e rischia da uno a cinque anni di carcere e una multa, oltre alla restituzione della somma frodata allo Stato.  Il pm ha subito disposto il sequestro preventivo dei conti correnti intestati al falso cieco, per un importo corrispondente alle risorse indebitamente sottratte.

Commenti

FABRIZIO DALLA VILLA

Lun, 22/10/2012 - 08:28

Ma perché si parla sempre di falsi invalidi, come se richiedere una qualsivoglia invalidità, sia la cosa più semplice di questo mondo? Forse è solamente il caso di far capire che ogni falso invalido è dato da una dichiarazione falsa di invalidità. Considerato che ci sono implicati: il medico di famiglia, una commissione medica per l'accertamento e l'Inps che paga eventuali pensioni, credete che richiedere un'invalidità sia la cosa più semplice di questo mondo. Qualcuno ha mai pensato di verificare le firme sui verbali di invalidità? Sono di medici veri o fasulli? Quel che più mi rattrista è la constatazione che l'Inps, nel caso di pagamento di pensioni, fino ad oggi ha accettato tutto. Siamo sicuri che all'interno dell'Inps tutti gli impiegati abbiano svolto il proprio dovere? Quindi, per cortesia, quando parliamo di falsi invalidi, cerchiamo di raccontare le storie per intero! Inoltre, forse sarebbe anche il caso che gli enti pubblici comunicassero di più tra loro. Come è possibile che l'Inps paghi pensioni di cecità totale a chi ha la patente di guida? Credo che lo scambio di informazioni sia indispensabile e non c'entri nulla la privacy!