Modena, nigeriano urina nel parco e si abbassa i pantaloni davanti a tutti

Un nigeriano urina in un parco di Modena e, redarguito dagli agenti della Polizia municipale, va in escandescenza e si abbassa i pantaloni davanti a tutti

Gesto di pura follia di un nigeriano nel pomeriggio di ieri in un parco pubblico di Modena. Redarguito dagli agenti della Polizia municipale mentre si accingeva a urinare in pieno giorno, incurante della presenza di numerose persone, lo straniero va in escandescenza ed arriva persino a tirarsi giù i pantaloni come gesto di sfida.

Il tutto è accaduto intorno alle 16:30 quando gli uomini delle forze dell’ordine, che si aggiravano in borghese nel parco XXII aprile durante uno dei servizi di controllo coordinati disposti dalla Questura, hanno notato lo straniero espletare i propri bisogni corporali, come se nulla fosse, all’aperto.

La scena ha suscitato subito un grande scalpore perché, in quel momento, l’area verde era affollata da mamme e bambini che giocavano.

Gli agenti sono subito intervenuti per riportare all’ordine l’extracomunitario ma quest’ultimo, invece di porre fine alla sua volgare azione, si è innervosito ed ha iniziato ad urlare come un ossesso, pronunciando parole offensive contro gli operatori.

In preda al delirio, tra lo sconcerto dei presenti l’immigrato si è spinto anche ad abbassarsi i pantaloni. Prima che la situazione degenerasse ancor di più, i vigili lo hanno fermato e portarlo al Comando di via Galilei.

L’uomo, dagli accertamenti di rito, è risultato essere un nigeriano di 40 anni con una lunga fila di precedenti per inosservanza delle norme sull’immigrazione, detenzione e spaccio di stupefacenti, resistenza e lesioni. L’extracomunitario è stato fotosegnalato, identificato e denunciato a piede libero per atti osceni.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 13/02/2019 - 09:35

e lasciato libero.

istituto

Mer, 13/02/2019 - 09:50

Tra l'altro gli ATTI OSCENI IN LUOGO PUBBLICO sono stati DEPENALIZZATI GRAZIE al compagno MATTEO RENZI.

buri

Mer, 13/02/2019 - 10:23

che ci fa ancora in Italia quel delinquente? rimandatelo a casa sua, col divieto permanente di tornare qui, altro che lasciate libero

Aegnor

Mer, 13/02/2019 - 10:32

Con la sfilza di precedenti che ha a suo carico,viene denunciato a piede libero, equivale a dirgli vai pure e continua a fare quello che ti pare e chi ti tocca

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 13/02/2019 - 11:59

come disse la sboldrina le loro usanze saranno le nostre.

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Gio, 14/02/2019 - 01:01

" I migranti sono l'elemento umano della globalizzazione, l'avanguardia del mondo futuro. Presto sarà normale nascere in un Paese, crescere in un altro, lavorare in un altro ancora. Non dobbiamo avere paura di questo. Dobbiamo aprirci al futuro. Siamo ancora un Paese provinciale." (cit. Laura Boldrini ™)