Modena, maxirissa fra giovani italiani e stranieri

Paura fra i residenti del luogo prescelto per lo scontro, che hanno visto una cinquantina di ragazzi radunarsi e fronteggiarsi prima della rissa. Tempestivo intervento di diverse pattuglie di carabinieri, accorse dopo l’allarme lanciato da una residente

Momenti di tensione ieri pomeriggio a Concordia sulla Secchia (Modena), dove un nutrito gruppo di adolescenti, italiani e stranieri, si sono dati appuntamento per quello che sarebbe dovuto essere un violento regolamento di conti.

Stando a quanto scoperto dagli inquirenti, i giovanissimi, tutti studenti dell’Istituto superiore “Galileo Galilei” di Mirandola (Modena), erano riusciti ad organizzare lo scontro comunicando tramite Instagram. Come concordato, si sono quindi ritrovati nei pressi di una stazione dei bus, intorno alle 16.

È stata una residente della zona a lanciare l’allarme, contattando le forze dell’ordine.

Sul posto si sono precipitate diverse pattuglie dei carabinieri, provenienti dalle stazioni di Concordia sulla Secchia, San Felice sul Panaro, San Prospero e Carpi. I militari sono intervenuti appena in tempo, impedendo ai ragazzi di affrontarsi in un furioso scontro.

Ad essere fermati una cinquantina di minorenni. Alcuni di questi erano italiani, altri di nazionalità pakistana, marocchina, tunisina, ivoriana e moldava. Non è ancora chiaro quale sia la ragione che ha portato gli adolescenti a decidere di sfidarsi in una maxi rissa, pare che alla base di tutto ci sia un regolamento di conti.

Provvidenziale l’intervento degli uomini dell’Arma, che hanno riportato la situazione alla calma, convincendo i contendenti a disperdersi e ad abbandonare i loro bellicosi propositi.

Commenti

killkoms

Ven, 01/02/2019 - 20:49

che bella l'integrazione!

Altoviti

Ven, 01/02/2019 - 22:52

RIMANDIAMO GLI STRANIERI A CASA LORO E INCACRERIAMO RENZI E COMPAGNI RESPONSABILI DI QUESTO SCEMPIO CHE CI PORTA ALLA GUERRA.