Monopoli, stroncato da un infarto a 17 anni

Pochi giorni fa il giovane si era recato in ospedale per un semplice mal d'orecchi. Sul corpo del ragazzo verrà effettuata l'autopsia ed è stato messo sotto sequestro il referto della visita

Si era recato al pronto soccorso dell'ospedale San Giacomo di Monopoli per un semplice mal d'orecchi. È stato dimesso, sembrava nulla di grave, ma a distanza di pochi giorni è morto stroncato da un infarto sotto la doccia. Una vera e propria tragedia per un ragazzo di soli 17 anni di Monopoli, un Comune in provincia di Bari.

Ancor più tragica, questa storia, se si pensa che il ragazzo avrebbe compiuto 18 anni sabato prossimo e che il 31 marzo scorso aveva perso il padre, un uomo di 56 anni. Una tragedia sulla tragedia. A darne notizia è il quotidiano regionale "La Gazzetta del Mezzogiorno".

Le urla strazianti della madre nel vedere il figlio riverso nella doccia hanno attirato l'attenzione dei vicini che hanno allertato la polizia e il 118. Per il giovane, però, non c'è stato nulla da fare.

Frequentava l'Ipsiam di Monopoli, l'istituto professionale di stato per le attività marinare. Probabilmente sognava una vita a contatto con il

mare, con un lavoro fuori dal comune. I suoi sogni, però, si sono infranti in un caldo pomeriggio di agosto.
Per far luce sulla morte del giovane sarà effettuata un'autopsia presso il policlinico di Bari. Intanto il referto della visita in ospedale è stato sottoposto a sequestro nell’attesa del responso dell’esame autoptico.

Commenti
Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 20/08/2019 - 11:38

Perché scrivete infarto? Avete i titoli per diagnosticare la causa della morte prima dell'esame autoptico?

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 20/08/2019 - 11:41

Che sia morto d'infarto non penso l'abbia detto un medico. Sarebbe da radiare dall'albo. Aspettiamo l'autopsia. Avere un'otite prima di un arresto cardiaco è solo una coincidenza.

Holmert

Mar, 20/08/2019 - 12:00

Può capitare di scambiare il dolore da infarto per un dolore dell'orecchio ,otalgia o nevralgia. A volte però nei sintomi di infarto anteriore si descrive "costrizione alla gola ed alle mandibole, e data la vicinanza di queste ultime all'orecchio, è facie confondere il sintoma. Mettici anche la giovane età del paziente, 18 anni e mai potresti pensare ad un infarto. Però l'infarto parla con il cuore e qualcosa che non andava doveva pur esserci, come sudamina,senso di angoscia, disordini del ritmo o della pressione etc. Ecco perché quando uno ha la responsabilità del pronto soccorso deve sempre visitare il paziente e ben interrogarlo,"perdendoci del tempo". Ed ecco perché i PS d'ospedale vanno potenziati e mai lasciarci un solo medico a fare il cireneo della situazione. La sanità e la salute sono cose serie, altro che cavoli. Ed i medici vanno formati ed addestrati. Personale qualificato e strumentazione adeguata.Togliete le spese inutili e la pletora impiegatizia.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 20/08/2019 - 12:48

@Holmert. Impossibile scambiare un'otalgia per un infarto o viceversa.Questa sono teorie da social di Internet. E' evidente che lei non mai visto persone in preda ad infarto . Io da medico ospedaliero ne ho viste moltissime. Le assicuro che la sintomatologia è sempre drammatica. Più il soggetto è giovane più lo è. Tragica. Nei vecchi può essere più sfumata. Comunque non è certo morto per infarto. Verosimilmente per una aritmia. Avere un'otite e poi un'aritmia sono solo coincidenze che ai non medici esperti fanno venire strane connessioni.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 20/08/2019 - 13:01

Forse prendendo il farmaco per l'otite poi gli è venuto l'infarto..

Holmert

Mar, 20/08/2019 - 18:05

Ubidoc,ci vada piano a trinciare giudizi nei miei confronti.Faccia il medico serio. Io ho lavorato 30 anni in una utic e l'ho anche diretta. E sappia che non esiste otalgia senza che non si rilevi un interessamento dell'orecchio. Poi non è detto che il ragazzo sia morto per infarto, bisogna vedere di che trattasi. Sono d'accordo per quanto dice di aritmie etc. Però aspettiamo.Una cosa è certa, il ragazzo è morto dopo essere passato per un pronto soccorso e di sicuro non aveva un otite. Lei ha mai sentito parlare di infarto silente? Il metamero del dolore è vario e può interessare anche la regione del collo e risalire verso l'orecchio. Però non stiamo qui a parlare del sesso degli angeli.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mar, 20/08/2019 - 20:52

X bimbo: no, sbagliato, è morto a causa delle scie chimiche....

pilandi

Mar, 20/08/2019 - 22:36

@ bimbo forse domani piove...

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 21/08/2019 - 07:43

@Holmert. Io ci ho lavorato 38 anni. Un'otite è un'otite,un infarto è un infarto. Non esiste infarto che si manifesti con un'otalgia . L'infarto silente è quello asintomatico che ,con le aritmie ventricolari,è causa di morte improvvisa. Essendo silente non porta nessuno in pronto soccorso. "non esiste otalgia senza che non si rilevi un interessamento dell'orecchio " lei scrive.Infatti era stato dimesso con diagnosi di otite. Ma cosa va cercando ? Parli pure del sesso degli angeli che forse l'è più congeniale. Buona giornata.

Duka

Mer, 21/08/2019 - 07:57

x Holmert- ha perfettamente ragione specie quando scrive che la salute delle persone sono cosa seria. Si sa in sanità funziona tutto al rovescio e così sarà anche in futuro fin quando il settore non sarà davvero rivoluzionato a partire dalla base, ovvero dal così detto "medico della mutua" . 9 su 10 sono giunti al posto fisso senza alcun concorso pubblico VERO, nessuna specializzazione VERA, punteggio di laurea spesso miserevole, assunti via raccomandazione o perchè figlio di... Chi non ha requisiti per fare il medico deve aggiornarsi o cambiare mestiere. In Italia la professione medica è considerata non un servizio ma una mucca da mungere per fare soldi e vita da nababbi.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 21/08/2019 - 12:29

@Duka. Da medico ora in pensione le dico una cosa del mio lavoro in un ospedale statale dagli anni '75 agli anni '90. Orario 45 ore settimanali tra notturne e diurne. A volte anche 50. Sabato o domenica 12 ore di turno diurno o notturno. Natale e pasqua ogni tre anni. Turni anche in Pronto Soccorso se mancava l'organico. Negli anni '90 prendevo l'equivalente di 3000 euro di oggi. Netti. La vita da nababbi è quella dell'impresario con la terza media che evade le tasse ed ha la villa intestata ad una società sulla costa Smeralda.

Holmert

Mer, 21/08/2019 - 18:31

Ubidoc, a questo punto lei sta facendo il saputello, come se io non sapessi cosa è una otite. Noi di quel ragazzo non sappiamo nulla e non possiamo dire nulla. Io ho solo sollevato dei dubbi se la sua sintomatologia fosse o meno una otite,tutto qua. Poi non stia lei ad insegnarmi i sintomi dell'infarto, ne ho trattati a centinaia. Ripeto, noi del ragazzo non sappiamo nulla. Io dicevo del sesso degli angeli, non riferendomi a lei, ma del parlare senza avere riscontri e conoscenza dell'accaduto.Non sappiamo nemmeno se è stato visto da un otorino.Tutto qua.E le pare poco? E non mi faccia lezioni sull'infarto, per favore.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 22/08/2019 - 12:17

@Holmert. Il fatto di aver più anzianità in ambito cardiologico di lei non mi obbliga ad insegnarle nulla anche perchè immagino che le sue conoscenze ed esperienze siano ormai immutabili, granitiche e consolidate. Sin dall'inizio dissi che solo l'autopsia chiarirà la diagnosi di una morte improvvisa in età giovanile. L'otite o meno diagnosticata prima in PS non ha alcun valore suggestivo. L'infarto lo do ad 1 su un 1.000.000 .La saluto ,buone ferie o buona pensione.