Dispersi sul Monte Bianco, trovati i corpi dei tre alpinisti

Il corpo di Luca è stato trovato in fondo al canalone. Sarebbe precipitato dopo un volo di circa 250 metri rispetto al punto di scivolamento. Anche gli altri due corpi sono stati individuati

Martedì la notizia dei tre alpinisti italiani di 30 anni dispersi sul versante francese del Monte Bianco, ora il triste annuncio che i tre corpi sono stati trovati.

Sulla salita della Petit Aiguille Verte é stato ritrovato il corpo di Luca, uno dei tre alpinisti dispersi da martedì. Il cadavere era in fondo a un canalone, precipitato dopo un volo di circa 250 metri rispetto al punto di scivolamento. I soccorritori sono riusciti a individuarlo grazie alla triangolazione delle ultime telefonate. Al momento, le ricerche sono sospese per il recupero del cadavere anche se sembra confermata l'ipotesi iniziale di una deviazione di percorso. Deviazione che è stata fatale.

Ecco i tristi fatti. Luca era in gita con la fidanzata Elisa e il fratello Alessandro per festeggiare il suo 31esimo compleanno. Dal corpo del giovane partiva una fune che fa pensare ai soccorritori che i tre alpinisti stessero procedendo in cordata. Al momento non è stato possibile seguire la traccia della fune a causa della continua caduta di pietre. E come scrive il Corriere della Sera, proprio della fidanzata di Luca, Elisa, è l'ultimo messaggio ai familiari prima di salire sulla funivia del Grands Montets: "Facciamo un percorso più facile, meno male perché sono ancora stanca per la gara".

Elisa, infatti, domenica aveva partecipato a una prova di triathlon ad Avigliana e neppure 24 ore dopo era già alle pendici del Monte Bianco, pronta per un'arrampicata. Bisognava festeggiare il 31esimo compleanno di Luca e non c'era niente e nessuno che potesse fermarla. Poi la tragedia. A dare l'allarme, non avendo notizie, erano stati i familiari dei tre giovani alpinisti. I militari della gendarmerie francese, quindi, si sono messi a cercarli e hanno rintracciato la loro auto nei pressi di Chamonix. Proprio nella località francese, all’altezza degli impianti di risalita di Grands Montets, i tre giovani sono stati avvistati per l’ultima volta alle 7,30 di martedì.

Chi sono le tre vittime?

Luca Lombardini ha compiuto 31 anni martedì, il giorno in cui ha tentato la scalata della Petite Aiguille Verte. Assieme alla madre Fulvia gestiva la storica autoscuola di famiglia nel centro di Orbassano, dove ha sempre vissuto. Era un appassionato di bici, motocross e adorava la montagna, come il fratello Alessandro, 28enne, finanziere del soccorso alpino di Bardonecchia. Il giovane militare era in ferie e sarebbe dovuto rientrare in servizio mercoledì, dopo aver festeggiato assieme a Luca e alla sua fidanzata Elisa Berton, 27anni, insegnante di asilo di casa a Bruino.

Commenti

paco51

Ven, 10/08/2018 - 18:05

non commento, ma muovere mezzo modo per salvare uno che poteva stare a casa sua sul divano senza far spendere nulla alla collettività per cercare di salvarlo è una farsa! un conto sono gli operai al lavoro, vanno salvati ad ogni costo! chi va per i fatti suoi ul monte o sotto terra sono ....(fatti) suoi!

FabioMi

Ven, 10/08/2018 - 18:28

Ma hanno trovato tutti e tre i corpi o solamente quello di Luca e stanno supponendo che siano morti tutti e tre? Prima dice che hanno trovato i corpi e poi nell'articolo si parla solamente di quello di Luca..Non è molto chiaro...

seccatissimo

Ven, 10/08/2018 - 19:27

Incompetenti ed incoscienti ! R.I.P.