Corruzione nella Sanità, i medici di Monza: "Le protesi fanno c..."

Protesi di scarsa qualità in cambio di soldi e regali, 12 medici accusati di corruzione e associazione a delinquere

"La protesi, detto tra noi, fa c...". Questa è la frase più volte intercettata tra i medici di base che, in cambio di soldi, reclutavano nei loro ambulatori pazienti da far visitare ai chirurghi amici dei venditori di protesi. C'è anche questo risvolto nell'indagine della Procura di Monza che ha portato all'arresto di 12 medici accusati di corruzione e associazione a delinquere. In una nota firmata dal procuratore Luisa Zanetti, si legge che "per aumentare il numero di soggetti a cui impiantare le protesi sono stati coinvolti medici di base compiacenti i quali, dietro un corrispettivo illecito, hanno messo a disposizione dei chirurghi ortopedici individuati dai venditori di protesi il proprio ambulatorio, nonchè reclutato fra i propri assistiti pazienti da sottoporre a visita specialistica da parte di questi chirurghi ortopedici che li hanno visitati".

Il meccanismo

La società fornitrice di protesi, la Camnasio, avrebbe quindi in un primo momento corrotto i medici attraverso denaro, regali, viaggi gratuti, vacanze e cene. I medici, in cambio, avrebbero poi favorito l'acquisto da parte di alcuni ospedali - tra cui il Policlinico di Monza - di protesi di bassa qualità.

I medici coinvolti nell'inchiesta della Procura di Monza avrebbero scelto, nella discrezionalità che la legge concede, le protesi o le medicine proposte dai venditori amici "esclusivamente sulla base dell'accordo corruttivo" con loro, "non tenendo in considerazione la salute dei pazienti".

Due medici in particolare sarebbero indagati per lesioni volontarie in quanto, al fine di poter lucrare l'illecito compenso concordato con Camnasio, avrebbero in qualche occasione provveduto a interventi chirurgici con l'installazione di protesi a pazienti che, in realtà, non necessitavano un simile trattamento.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 14/09/2017 - 16:24

Magari fosse solo a Monza che si verificano situazioni del genere. Il problema consiste nel fatto che la procura di Monza indaga su questi fatti, mentre altre procure si interessano SOLO del LETTO di Berlusconi!!! AMEN.

VittorioMar

Gio, 14/09/2017 - 17:18

...MA NO, NON PUO'ESSERE !!...MONZA ? QUELLA A SUD DELLA SVIZZERA ??

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 14/09/2017 - 17:21

hernando45 , questa maldestra difesa d'ufficio , te la potevi risparmiare , anche per che quel verminaio è successo in monza-(m)bico , e non nella "culla" della patania , dove c'è una sanità di eccellenzanzanza... presunta , fai come me ;io credo che nessun uomo si trova nelle condizioni di lanciare la prima pietra , se poi l'hai scritto per togliere lo stress al casertano allora ti assolvo .

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 14/09/2017 - 18:41

Caro giovinap 17e21, tu che conosci le origini di tutti i cognomi,facci sapere di dove possono essere i tre dottori arrestati che si chiamano Fabio Bestetti, Marco Valadè e Claudio Manzini!!!Saludos.

routier

Gio, 14/09/2017 - 19:11

E il "Giuramento di Ippocrate" che fine ha fatto?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/09/2017 - 19:29

Guadagnano già tanto, con che coraggio giocano sulla salute degli alrti?

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 14/09/2017 - 20:01

hernado 45 ---ma taccia una volta. Questi sono i leghisti e i forzaioli. Dagli assessori ai gravi dirigenti e ai primari promossi perché di centro destra

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 14/09/2017 - 21:30

Pena di morte per "medici" di tale risma!

ziobeppe1951

Gio, 14/09/2017 - 23:13

Ha ragliato 'o pesce sccaduto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/09/2017 - 23:52

Brutta piaga speculare sulla salute dei cittadini.

ziobeppe1951

Ven, 15/09/2017 - 00:08

A napule..una mano lava l'altra caro ciuccio