Morta a 106 anni Brunhilde Pomsel, la segretaria di Goebbels

Brunhilde Pomsel, ex segretaria della propaganda nazista di Goebbels, è morta all'età di 106 anni il 27 gennaio scorso nella sua casa di Monaco

È morta all'età di 106 anni Brunhilde Pomsel, ex segretaria del ministro della propaganda nazista di Joseph Goebbels. A confermare la morte della donna, avvenuta il 27 gennaio scorso, è stato Christian Kroenes, il regista del documentario biografico sulla sua vita.

L'ex segretaria sosteneva che solo con la fine della guerra e la caduta del nazismo, le atrocità compiute dal Terzo Reich sono venute alla luce. "Non abbiamo mai saputo nulla dello sterminio degli ebrei, è stato tutto tenuto nascosto e ha funzionato", ha sempre detto nelle sue dichiarazioni.

La produzione austriaca del film-documentario "Una vita tedesca" (Ein deutsches Leben) ha avuto l'opportunità di intervistarla per due settimane nell'abitazione di Monaco. La Pomsel è morta proprio nella giornata della memoria delle vittime dell'olocausto.

"Mi dovrei sentire in colpa per non essermi interessata alla politica? - ha detto nel film - "non sapevamo nulla dei campi. Noi stessi eravamo in un gigantesco campo di concentramento. Non potevo oppormi, faccio parte dei vigliacchi".

Commenti

baronemanfredri...

Lun, 30/01/2017 - 14:16

DICIAMO CHE SE NE ANDATA FORSE L'ULTIMA TESTIMONE DI STORIA MODERNA. RIGUARDO ALLA SUA INTERVISTA, PER IL SOTTOSCRITTO, HA DETTO E NON HA DETTO. OVVERO, HA DICHIARATO CHE NON SAPEVA NULLA, MA HA DICHIARATO CHE ERA PARTE DI VIGLIACCHI

agosvac

Lun, 30/01/2017 - 15:39

Può darsi che i tedeschi non sapessero niente di quel che facevano i vertici nazisti, ma al potere li hanno mandati loro e sono altrettanto colpevoli!

cabass

Lun, 30/01/2017 - 17:29

C'erano leggi e divieti palesemente antiebraici e la gente vedeva benissimo che amici, vicini e conoscenti ebrei sparivano da un giorno con l'altro... Sicuramente immaginavano che non andavano in vacanza al grand hotel! Ma stavano zitti per non rischiare di fare la stessa orribile fine. E' facile dire oggi che i tedeschi dovevano ribellarsi! Non tutti sono eroi e non si può obbligare qualcuno ad esserlo; probabilmente anch'io avrei fatto finta di niente. Posso solo ringraziare Dio di non aver vissuto in quegli anni.

Korintos

Lun, 30/01/2017 - 17:59

Il commento di "cabass" personalemte lo trovo realisticamente senzato e condivisibile. Bravo.